Mozione di sfiducia alla Cancellieri, si vota il 21 novembre

Lo ha deciso oggi la conferenza dei capigruppo. Pdl e Pd avrebbero però fatto presente la priorità del voto ai decreti, per cui la mozione presentata dal Movimento cinque stelle potrebbe slittare ulteriormente

È stata fissato per giovedì 21 novembre alle 16 il voto sulla mozione di sfiducia presentata dal Movimento cinque stelle al ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri. Lo ha deciso oggi pomeriggio la conferenza dei capigruppo, dopo una lunga discussione sui tempi del voto. C’è la possibilità che una nuova riunione dei capigruppo faccia slittare però ulteriormente il voto, per dare la precedenza ai decreti in scadenza.

VICENDA LIGRESTI. Secondo l’agenzia Ansa, nel corso della riunione di oggi pomeriggio, il Pd e il Pdl avrebbero infatti sottolineato l’esigenza di dare priorità al voto sui decreti. I gruppi di opposizione però sono stati compatti nel chiedere di fissare il voto di sfiducia, senza lasciare passare troppo tempo. La mozione di sfiducia presentata da M5S riguardava la vicenda della scarcerazione di Giulia Ligresti: il Guardasigilli è già andata in aula la settimana scorsa per riferire la propria posizione e ribadire di non aver fatto pressioni per accellerare la scarcerazione o interventi di sorta volti a favorire la Ligresti.