“Luigi Giussani High School”. L’inaugurazione domani a Kampala (Uganda)

Una scuola secondaria per 400 ragazzi di Kireka fatta con32mila collane di carta riciclata realizzate dalle donne del Meeting Point International e distribuite da 1.300 volontari italiani degli AVSI Point, per le Tende, in azienda, tra amici, colleghi e in famiglia.

Il 3 febbraio 2012 a Kampala, Uganda, sarà inaugurata la “Luigi Giussani High School”. Una scuola secondaria per 400 ragazzi di Kireka fatta con32mila collane di carta riciclata realizzate dalle donne del Meeting Point International e distribuite da 1.300 volontari italiani degli AVSI Point, per le Tende, in azienda, tra amici, colleghi e in famiglia. Un’amicizia dell’altro mondo che il Sostegno a distanza permette di continuare.

«Tutto nasce dal desiderio che i miei ragazzi possano essere guardati come sono stata guardata io». Così esordisce Rose Busingye quando le si chiede della Luigi Giussani High School di Kampala. «Voglio che questi ragazzi scoprano un rapporto che riconosca il valore dell’altro, in cui l’altro non deve diventare lo schiavo delle tue idee, dove l’educatore ti deve accompagnare al tuo destino. Solitamente, invece, nelle scuole qui in Uganda e più in generale in Africa, l’insegnante è il tuo capo e tu sei schiavo di quello che dice. Quello che ho imparato dal don Gius è che l’educazione è uno che ti prende per mano e ti dice: “Vieni, camminiamo insieme, andiamo verso una verità, che non sono io,  ma la verità è un Altro”. Tanto che il motto della nuova scuola (in Africa ogni istituto ne ha uno) recita “con le nostre mani, ma con la Sua forza” ricordando le opere nella tradizione monastica benedettina».

Continua a leggere su avsi.org