L’Ucraina firmerà il patto di adesione all’Ue

Dopo settimane di proteste violentissime in piazza contro il presidente Yanukovich, oggi l’annuncio ufficiale del vicepremier. Una vittoria per il movimento Pro Europa

Dopo settimane di proteste, che sono diventate più forti nell’ultima settimana, arrivando a scontri tra le forze armate e i manifestanti, oggi l’Ucraina annuncia che «firmerà il patto di adesione all’Unione europea». A dirlo è stato il vecepremier Serhy Arbuzov: una vittoria dei manifestanti di Pro Europa e dei partiti dell’opposizione sul presidente Viktor Yanukovich.

LA DIPLOMAZIA UE. In questi giorni, già da lunedì 9, l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Ue, Lady Catherine Ashton è stata in Ucraina per cercare più volte una mediazione con il presidente, che sembrava destinata a fallire quando l’Ucraina aveva rivolto la richiesta di aiuti per 20 miliardi, ricevendone però un rifiuto. Ashton si è però sempre detta fiduciosa, e in questi giorni non si sono mai interrotti i tentativi dei rappresentanti diplomatici dell’Unione europea di mediare con il presidente Yanukovich. Già al suo rientro a Bruxelles Ashton aveva anticipato la notizia che Yanukovich si era convinto.