L’ira di Beyoncé si abbatte sui fotografi

La vanità è un peccato indispensabile per una diva. Beyoncé Knowles, però, ne sta facendo indigestione. La cantante ha avuto un alterco con i fotografi accreditati per i suoi concerti e appostati sotto il palco durante le sue esibizioni. Alla performance del Super Bowl, Beyoncé ha messo in piedi uno spettacolo di venti minuti con ottimi livelli vocali e grande esuberanza. Così tanta che negli scatti ufficiali dello show la popstar sembra una matta esagitata, un trionfo di espressioni corrucciate e goffe.

SUPERBOWL. Gli scatti sono finiti in rete già il giorno dopo lo show, finendo per essere i protagonisti di fotomontaggi e scatenando l’ira della popstar. Motivo per cui nel suo nuovo show, che arriverà a Milano il prossimo 18 maggio, non sarà permesso ai fotografi di scattare sotto il palco. Gli unici autorizzati a scattare durante l’esibizione saranno fotografi selezionati dal management e le foto verranno consegnate all’ufficio stampa della cantate e concesse ai giornali su richiesta. Addio quindi agli scatti sgraditi, niente facce buffe e capelli fuori posto. Quello che non ha calcolato la cantante e il suo staff sono gli smartphone dei fan, migliaia di migliaia per ogni tappa. Roba da perderci il sonno.