Linee di successione, auguri reali, ville amorose: tutte le ultime di casa Windsor

A casa Windsor non si potrebbe essere più agitati, in questi giorni. Pare che il governo voglia cambiare al più presto le regole che regolano le linee reali di successione, antichissime regole che stabiliscono che il trono debba passare a un erede maschio. E Carlo vorrebbe che si permettesse di salire al trono anche a una femmina, nel caso in cui William e Kate aspettassero una bambina. David Cameron poi vorrebbe cambiare la regola che impedisce ai futuri regnanti di sposare un cattolico, per evidenti contrasti di interessi dal momento che il re d’Inghilterra è anche capo della Chiesa anglicana. Già Tony Blair aveva cercato di avanzare questa proposta ormai una decina di anni fa, ma non andò in porto. Vedremo se Cameron riuscirà meglio. Certo ci sono state eccezioni nella storia, per esempio Elisabetta II è salita al trono perché non c’erano eredi maschi in famiglia, ma le regole parlano chiaro. Se non cambieranno le regole, la duchessa di Cambridge dovrà impegnarsi ad avere un maschietto.

VILLA FEDIFRAGA. Nel frattempo i neogenitori continuano il loro digiuno mediatico, e la regina Elisabetta ha trovato per la coppia una nuova confortante dimora, Anmer Hall vicino a Norfolk. La villona in mattoncini rossi è immersa nel verde e nella tranquillità inglese ed è perfetta per ritemprare le forze della stanchissima Kate. Quello che forse Will e la moglie ignorano è che proprio in quella villa Carlo e Camilla si innamorarono, prima ancora del matrimonio con lady Diana.

IL BIGLIETTO DI HARRY. E lo zio Harry invece? Il rosso è ancora al fronte in Afghanistan e sembra che stare lontano da casa l’abbia reso più buono di cuore. Infatti si è prestato a una richiesta da parte di un compagno di settore, che ha chiesto al principe di firmare un bigliettino di auguri per sua figlia. «Cara Isabella, tu forse sei troppo piccola per sapere chi sono, ma spero che quando sarai più grande potrai ridere del fatto che tuo padre mi abbia fatto firmare questo biglietto per te, in Afghanistan. Con affetto, Harry». Clarence house non ha voluto esprimersi su questo gesto autonomo di Harry, ma è facile credere che per una volta la regina avrà sorriso delle gesta del nipote.