Libri gay. Per bambini. Dell’asilo. In biblioteca. «Roba folle»

Militanti radicali distribuiscono nelle librerie rionali di Milano libri per bambini che promuovono la famiglia con due padri e due madri. Gallera (Pdl): «Chiediamo all’amministrazione comunale di bloccare l’iniziativa. Le famiglie hanno diritto alla libertà di educazione dei propri figli. Non è possibile proporre in biblioteche pubbliche testi di questo genere».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Libri per bambini che promuovono le famiglie omosessuali. Yuri Guaiana, segretario di Certi diritti, e Nicolò Calabro, segretario dell’associazione Enzo Tortora, hanno girato un video in cui consegnano a 24 biblioteche rionali di Milano libri per bambini dell’asilo sui «più diversi tipi di famiglie». Storie di coppie con due padri o con due madri, vidende che narrano come possa nascere una famiglia grazie alla fecondazione assistita.

Il coordinatore cittadino del Pdl, Giulio Gallera, ha subito protestato: «È una roba folle. Chiediamo all’amministrazione comunale di bloccare questa iniziativa. Non trovo corretto che testi del genere diventino accessibili a bambini minorenni, nelle biblioteche comunali che sono frequentate da bambini delle scuole elementari! L’iniziativa dei radicali va fermata. Le famiglie hanno diritto alla libertà di educazione dei propri figli. Non è possibile proporre in biblioteche pubbliche testi di questo genere. Un conto sono le scelte private, un altro le scelte di valenza pubblica che incidono sull’educazione».

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •