Libia nel caos, torna a farsi sentire Ansar al Sharia

Ansar al Sharia annuncia che la capitale Bengasi è di nuovo sotto il suo controllo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Bengasi è sotto il nostro pieno controllo. Abbiamo proclamato l’emirato islamico”. C’è aria molto tesa nella capitale della Libia, dopo quest’annuncio fatto da Ansar al Sharia, il gruppo jihadista che tiene sotto scacco la città. Il ministro degli Esteri Federica Mogherini ha detto in Senato che la stato in cui sta vivendo Bengasi è tutto da verificare, al di là dell’inquietante annuncio.

AEROPORTO DI TRIPOLI. Khalifa Haftar, generale dissidente che osteggia le milizie jihadiste, ha controbattuto seccamente: “Non è vero. Ci siamo solo ritirati da alcune posizioni. Ma è una tattica in vista di una grande controffensiva”. Il ministro Mogherini ha però ben chiara la delicatezza della situazione, tanto di aver parlato di una nuova ondata di guerra civile. Nella giornata di ieri è stato invece annunciato che l’aeroporto di Tripoli, la capitale, era stato conquistato, ed erano divampati degli incendi a due depositi di carburante. Tunisia, Algeria e Marocco, gli stati limitrofi, hanno già lanciato un allarme sicurezza per possibili attentati sulle loro città, visto che gli aerei civili sono in mano alle milizie armate.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •