Google+

Last week, next week 11

marzo 22, 2000 Festa Lodovico

Last week, next week

ritratto di Antonio D’Amato Dicono che il nuovo presidente di Confindustria Antonio D’Amato sia un po’ spaventato dalla sua vittoria. Si comprende bene la sua preoccupazione. L’establishment italiano è capace di velenosi colpi di coda come hanno sperimentato diversi protagonisti della vita pubblica del nostro paese. Il giovane industriale napoletano ha già fatto un miracolo ad essere eletto, e subito si deve preparare a farne un altro: dare rappresentanza dinamica a un ceto imprenditoriale abituato ad avere a che fare con una sonnacchiosa organizzazione tutta intricata in giochi non sempre chiari con governo e sindacati. D’Amato ha qualche punto di forza. Guida un’impresa sana che fa un bel fatturato (e all’estero): una garanzia di libertà. E con lui sono schierati (senza troppi condizionamenti) parti vitali del sistema industriale nazionale. Ma lo sforzo per modernizzare le relazioni industriali italiane, per rendere flessibile e liberalizzato il mercato, è veramente enorme.

ritratto di Nuccio Fava Nuccio Fava ha cominciato la sua carriera pubblica nei parlamentini universitari del pre-sessantotto. Una bella palestra che ha prodotto combattenti di vaglia come Marco Pannella o Bettino Craxi. Lui è stato il democristiano della piena intesa con i comunisti, allora Claudio Petruccioli e Achille Occhetto, che affossò l’ultima vera riforma dell’Università: la riforma Gui. Poi, alla politica diretta, ha preferito il giornalismo televisivo, diventando una delle figure centrali del potere della sinistra Dc in Rai fino ad arrivare alla “carica delle cariche”, la direzione del Tg1. La caduta dello scudocrociato ha significato per Fava l’inizio del declino. E così alla fine anche lui si butta in politica. I popolari, eredi di una parte della storia della grande Dc, ormai quando devono puntare su una figura conosciuta che passi alle censure occhiute dei Ds, loro soci di maggioranza, non riescono a trovare che ex-giornalisti del Tg1: così in Lazio per Piero Badaloni, così in Calabria con Fava. Sono diventati il Ppg1.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.