India: triplice «attacco terroristico» a Mumbai

I soccorsi fino ad ora 13 vittime e 81 feriti per il triplice attacco terroristico avvenuto nel centro e nella parte sud di Mumbai, in India. Ci sarebbe stato anche un quarto ordigno, che però è rimasto inesploso. Secondo le prime indagini, potrebbe esserci alla base dell’attacco alcuni Mujahideen

Sarebbero almeno 13 i morti a causa delle tre esplosioni susseguitesi in serata nel centro e nella parte sud di Mumbai: lo ha reso noto Prithviraj Chavan, governatore dello Stato federato indiano del Maharashtra, di cui l’ex Bombay è la capitale. Chavan ha confermato che si è trattato di un «attacco terroristico coordinato», aggiungendo che i feriti ammonterebbero a 81, poco meno dei circa cento riferiti anteriormente dal ministro dell’Interno federale, R. K. Singh. Stando al capo della polizia cittadina, Arup Patnaik, quanto meno in uno dei tre casi, nell’affollatissimo bazaar “Zaveri”, gli ignoti attentatori avrebbero utilizzato un ordigno improvvisato e di fattura rudimentale, occultato all’interno di un ombrello.

Il ministero degli Interni indiano ha confermato tre esplosioni di matrice terroristica avvenute nella città di Mumbai tra le sei e mezzo e le sette del pomeriggio. La polizia è giunta sui tre luoghi delle deflagrazioni avvenute al Zaveri Bazaar, vicino al tempio di Mumbadevi, famoso centro di gioiellieri, la seconda in centro nell’area Dadar, la terza a sud di Mumbai vicino l’Opera House, a Charni Road. Secondo il ministero dell’Interno sarebbero stati usati, in tutti e tre i casi degli Ied, ordigni esplosivi improvvisati. Secondo primi rapporti la polizia di Mumbai avrebbe addirittura ricevuto una chiamata di avvertimento che ci sarebbero stati gli attacchi. Intanto da Delhi è partito un team speciale della National Investigation Agency per indagare sugli attacchi. Secondo la polizia dietro gli attacchi potrebbero esserci Mujahideen.

Secondo voci non confermate, una quarta bomba inesplosa sarebbe stata trovata a Mumbai, lo ha riferito l’emittente televisiva “Ndtv”, secondo cui l’ordigno sarebbe stato localizzato nel quartiere centrale di Dadar Ovest, l’ultimo a essere colpito in un arco di tempo di circa mezz’ora.