Incidente nella metropolitana di Mosca, 10 morti

Un convoglio è deragliato per circa 200 metri fuori dai binari, stamattina, probabilmente per un calo di tensione elettrica. Sono 106 i feriti ricoverati, di cui la metà in condizioni critiche

Un convoglio della metropolitana è deragliato stamattina a Mosca, trascinandosi per 200 metri circa fuori dai binari. Il numero delle vittime continua a salire di ora in ora: per il momento il vicesindaco Piotr Bireukov ha denunciato 10 morti, mentre i passeggeri feriti trasportati in ospedale sono 106, di cui la metà in gravi condizioni, secondo il capo dipartimento Sanità di Mosca, Gerogy Golukhov.

LA DINAMICA. Il treno della metropolitana – per l’esattezza tre carrozze – è deragliato lungo la linea blu Arbatsko-Pokrovskaya, alla stazione di Slavyansky Bulvar: la causa sembrerebbe essere stata un calo della tensione elettrica. La responsabile della metropolitana moscovita Angelica Filippova, ha comunicato che è ancora in corso l’evacuazione dei passeggeri, e che almeno una persona è ancora intrappolata viva dentro i vagoni. Alcuni dei passeggeri sono riusciti casualmente a filmare gli istanti immediatamente precedenti all’incidente, e si può vedere che all’interno del convoglio improvvisamente si è alzato un forte e intenso fumo, tanto che diversi passeggeri hanno coperto naso e bocca con le magliette. Una versione confermata anche da uno dei superstiti ad un’emittente locale: «C’era del fumo ed eravamo bloccati dentro. È un miracolo che siamo usciti, pensavo che fosse la fine».