Il principe Harry va al Polo Nord

Una missione benefica per le vittime di guerra, 320 km, 20 km al giorno. Ecco la missione che sta affrontando il principino Harry

Mentre William si ingegna a diventare un bravo papà, il principe Harry va a scorrazzare in giro per il mondo. Questa volta la missione è Novolazarevskaya, in Antartide, per un trekking di beneficenza al fianco di militari che sono stati feriti in guerra, e il nome della missione è “Walking with the wounded”, per raccogliere fondi per le vittime dei conflitti a cui la Gran Bretagna ha preso parte.

UMORISMO. “Credo che mio fratello sia molto invidioso del fatto che io mi trovi qui, lontano da un bambino che urla e piange” ha detto con la solita ironia lo zio Harry. Il trekking sarà lungo 30 km, e durerà un mese. Serve una preparazione fisica non da poco, ma Harry ha confessato che spera che il periodo fatto in Afghanistan gli sia servito per formarsi e prepararsi. Il gruppo percorrerà dai 15 ai 20 km al giorno. “Mio padre Carlo era un po’ preoccupato all’idea che partissi, ma poi ho cercato di calmarlo spiegandogli la differenza tra Polo Nord e Polo Sud. Quello pericoloso è l’Artico, che è un oceano congelato. Qui invece ci sono solo crepacci. Ma le guide ci aiuteranno. L’unica cosa preoccupante è l’assideramento”, ha concluso il principino con il suo consueto umorismo.