Il Barbiere romano ricomincia da tre

Il teatro dell’Opera di Roma ha in corso un minifestival rossiniano in occasione del bicentenario dalla prima esecuzione delle due opere “romane”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il teatro dell’Opera di Roma ha in corso un minifestival rossiniano in occasione del bicentenario dalla prima esecuzione delle due opere “romane”, in quanto commissionate dai teatri della capitale di quelle che allora era lo Stato della Chiesa: “La Cenerentola” e “Il Barbiere di Siviglia” di Roma. Una nuova edizione del dramma giocoso “La Cenerentola” (regia Emma Dante; direzione musicale Alejo Pérez) ha debuttato il 22 gennaio ed è in scena sino al 19 febbraio. Giovedì 11 febbraio debutta un nuovo allestimento de “Il Barbiere di Siviglia”, direttore Donato Renzetti, regia Davide Livermore. In effetti, il primo di tre nuovi allestimenti de “Il Barbiere” che la fondazione lirica romana presenterà in occasione del bicentenario. Questo (in scena ogni sera sino al 21 ottobre) ne seguiranno altri due. In primavera avanzata, nelle piazze della capitale si vedrà ed ascolterà “Figaro! Opera Camion” in coproduzione con il Teatro Massimo di Palermo, regia e spazio scenico Fabio Cherstich, scenografia e video Gianluigi Toccafondo. Successivamente, nella stagione estiva all’aperto alle Terme di Caracalla “Il Barbiere” tornerà in nuovo allestimento dal 16 luglio al 10 agosto 2016, con la regia di Lorenzo Mariani.

Veniamo al primo dei tre allestimenti. Davide Livermore, che ha già conquistato il pubblico delle Terme di Caracalla con la sua Bohème “impressionista”, firma anche scene e luci di questo allestimento. I costumi sono di Gianluca Falaschi, le illustrazioni di Francesco Calcagnini, video D-Wok, effetti magici Mago Alexander.

Saranno interpreti dei personaggi principali: Chiara Amarù / Teresa Iervolino (Rosina); Edgardo Rocha / Merto Sungu (Conte d’Almaviva); Florian Sempey / Julian Kim (Figaro); Ildebrando D’Arcangelo / Mikhail Korobeinikov (Don Basilio); Simone Del Savio/ Omar Montanari (Don Bartolo); Vincenzo Nizzardo (Fiorello); Eleonora de la Peña (Berta), Sax Nicosia (attore, nel ruolo di Ambrogio). Il Coro del Teatro dell’Opera di Roma sarà diretto dal maestro Roberto Gabbiani.

La “Rossiniana” romana è anche l’inizio di accordo con Rai Cultura. I due lavori potranno essere visti su Rai 5 al pari di “The Bassarids” di Hans Werner e dell’opera inaugurale della stagione 2016/2017, “Tristano e Isotta” di Richard Wagner diretta dal maestro Daniele Gatti.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •