Google mette in campo nuove misure anti spia

Per evitare che si ripeta un altro Datagate, Google cripterà tutte le ricerche fatte dagli utenti

Nuove misure anti spionaggio, per evitare che si ripetano altri “Snowden”. Il Washington Post racconta che Google d’ora in poi ha deciso di criptare automaticamente tutte le parole inserite nel suo motore di ricerca. Già altri grandi attori della rete, Microsoft e Yahoo!, hanno detto che prenderanno misure simili.

RICERCHE CRIPTATE. Si vuole evitare che si ripeta l’evento catastrofico a livello informatico del Datagate, la fuga di notizie e rivelazioni ultrariservate poi diffuse da Edward Snowden. Chiunque da oggi in poi voglia spiare le ricerche compiute su Google dalle persone avrà una vita sempre più dura, visto che d’ora in poi tutte le chiavi di ricerca saranno celate. Allo stesso modo saranno rese più insondabili le chiavi di accesso delle email o delle chat in Gmail.