Gli islamici riconquisteranno Granada?

Un articolo apparso sul giornale musulmano “Islam Hoy” e distribuito alla Grande moschea di Granada spiega che «il potere legislativo nell’islam non esiste. La legge viene da Allah»

«Il potere legislativo? Nell’islam non esiste perché la legge viene da Allah. Le norme positive vengono dal nichilismo e dalla pura convenienza, nell’islam invece prevale la legge naturale». È questo il succo di un articolo apparso sul giornale musulmano Islam Hoy pubblicato dalla Comunità islamica in Spagna e distribuito alla Grande moschea di Granada e nel suo Centro di studi islamici.

«LIBEREREMO GRANADA». Il numero di novembre di Islam Hoy ha stupito molti perché, scrive l’Observatoire de l’islamisation, «l’articolo mostra che i musulmani praticanti non hanno nessun rispetto per le leggi» nazionali. Molti musulmani considerano ancora Granada una città islamica e quella spagnola una vera e propria occupazione illecita.
Lo scorso 2 gennaio, ad esempio, i Fratelli Musulmani erano scesi in piazza in Egitto per commemorare il 521esimo anniversario della caduta di Granada: «Cerchiamo di ricordare alla gente la storia dell’Andalusia. È stata occupata dagli spagnoli 500 anni fa. Vogliamo ricordare alla gente che non conta per quanto tempo durerà l’occupazione spagnola, verrà il giorno che la libereremo e l’islam tornerà, a Dio piacendo».

MUSULMANI, NON SPAGNOLI. Secondo un sondaggio condotto dal Pew Research Center, sette musulmani su dieci in Spagna si considerano islamici più che spagnoli. In molte città dell’Andalusia i musulmani raggiungono il 40 per cento della popolazione e con un tasso di natalità che supera di due volte quello degli spagnoli, presto saranno la maggioranza.