Gente attiva che il ciel t’aiuta. Lettera dal carcere di Vicenza

Gente attiva è un grido d’aiuto per chi non ha visibilità e vive il dramma del carcere, della lunghezza dei processi, della pena preventiva

Caro direttore,
come anticipato sono fermamente convinto che solo da “dentro” possa venire l’impulso propositivo.

Per questa ragione, con l’aiuto di tanti amici e compagni di sventura, abbiamo promosso l’iniziativa “gente attiva” che si propone di dare voce ai detenuti, familiari e persone di buona volontà per affrontare dal basso il problema della giustizia malata che continua imperterrita a mietere vittime.

Gente attiva è un grido d’aiuto per chi non ha visibilità e vive il dramma del carcere, della lunghezza dei processi, della pena preventiva. Ma vuole anche diventare l’incubatore di proposte e progetti che possano superare il muro di cinta che separara la realtà carceraria dalla società civile, con il contributo di tutti, ed aperti alle critiche costruttive.

Con pochi mezzi e tante limitazioni, gente attiva è su Facebook, fax 06.92933630, lettere@genteattiva.it

Un caro saluto e… gente attiva che il ciel t’aiuta

Claudio Bottan
Casa circondariale , Vicenza

Risposta di Tempi: Gente attiva incontra gente viva. Ci vediamo venerdì sera a Milano.