Google+

Francia. Libro islamico in vendita al supermercato incita a uccidere gli “apostati”. Ma il ministero: «La Bibbia è uguale»

luglio 30, 2014 Leone Grotti

Così ha risposto il gabinetto del ministero degli Interni francese a chi chiedeva il ritiro del volume: «Sponsorizzare il jihad non è un delitto»

islam-francia-jihad-carrefourUn libro che promuove l’uccisione degli apostati e la guerra santa contro gli infedeli e la Bibbia? «Sono uguali». È questa la risposta che il ministero degli Interni francese ha dato a quanti chiedevano di impedire la vendita nei supermercati del libro La voie du musulman (La via del musulmano).

OPERAZIONE RAMADAN. Da circa un mese in Francia è scoppiata la polemica per la vendita da parte di circa mille grandi supermercati francesi del libro dello sheikh algerino Abu Bakr al-Jazairi, editato dalla casa libanese Albouraq, che ha lanciato «l’Operazione Ramadan», il mese sacro appena concluso, per «dimostrare che i libri islamici possono essere venduti dappertutto».

UCCIDERE GLI APOSTATI. Il libro ha fatto discutere per alcune frasi contenute in esso: «Il jihad ha come scopo quello di comprendere e reprimere i miscredenti, nemici dell’islam e della comunità musulmana»; «I musulmani devono organizzarsi con ogni sorta di mezzo per fabbricare ogni tipo di armi in uso nel mondo»; «I musulmani devono anche perfezionare e migliorarsi nell’arte militare difensiva e offensiva per difendersi e attaccare al momento opportuno perché il verbo di Dio trionfi»; «L’eretico è il musulmano che rinnega la sua religione, diventa ebreo, cristiano o ateo. Gli si concede un totale di tre giorni per tornare all’islam e se rifiuta sarà passibile di pena di morte».

IL PARAGONE DEL MINISTERO. I gruppi Carrefour e Fnac, che vendono il libro, hanno ammesso che si tratta di «temi molto sensibili». L’editore libanese ha specificato che «è esagerato dire che si tratti di un libro jihadista» ma che è «pronto a ritirarlo nel caso il ministero francese avanzi tale richiesta». Contattato in proposito, il gabinetto del ministro Bernard Cazeneuve ha dichiarato: «Non si possono vietare libri scioccanti. Se non si incita all’odio o si fa apologia di terrorismo, non si può vietarli. Sponsorizzare il jihad non è un delitto e non è penalmente rilevante». Poi ha aggiunto: «Se prendiamo la Bibbia, scopriamo che sono uguali. Anche nella Bibbia ci sono passaggi scioccanti ma non per questo la vietiamo».

IL PROBLEMA DELL’ISLAM. Quello dei passaggi “violenti” del Corano e della loro (impossibile?) interpretazione è un problema insito nell’islam che l’Occidente – come dimostra la maldestra battuta del burocrate francese – fa molta fatica a gestire. Si potrebbe riassumere con le parole di Camille Eid, scrittore e giornalista libanese, che a tempi.it spiegava perché molti musulmani moderati esitano ad opporsi ai crimini contro l’umanità perpetrati dai jihadisti in Iraq e Siria: «Molti non parlano contro le crocifissioni, le lapidazioni e le amputazioni perché sanno già cosa si sentirebbero rispondere: non avete letto il Corano? Quando i terroristi compiono questi atti prima citano il Corano. E questo è un problema». Un problema che di certo non si risolve paragonando con una superficialità fuori luogo il libro sacro dei musulmani con la Bibbia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

14 Commenti

  1. ezio patrassi says:

    Se non bastasse noi li andiamo a prendere e li paghiamo per stare qui. Ho visto la manifestazione islamica contro Israele: una folla enorme e tantissimi giovani e giovanissimi… Quando decideranno di prendersi tutto li fermiamo con quattro appuntati dei CC?

  2. Shiva101 says:

    La bibbia è peggio, e ne stiamo vedendo le conseguenze in MO ..

    è inutile riportare l’enorme quantita di violenza e assurdita contenute nella bibbia.. ne cito solo una tanto per fare un esempio:

    Il Signore disse a Mosè: 2 «Compi la vendetta degli Israeliti contro i Madianiti, poi sarai riunito ai tuoi antenati». 3 Mosè disse al popolo: «Mobilitate fra di voi uomini per la GUERRA e marcino contro Madian per eseguire la VENDETTA DEL SIGNORE su Madian. 4 Manderete in guerra mille uomini per tribù di tutte le tribù d’ISRAELE».

    […]

    “Mosè disse loro: «Avete lasciato in vita tutte le femmine? 16 Proprio loro, per suggerimento di Balaam, hanno insegnato agli Israeliti l’infedeltà verso il Signore, nella faccenda di Peor, per cui venne il FLAGELLO nella comunità del Signore. 17 ORA UCCIDETE ogni maschio tra i fanciulli e UCCIDETE ogni donna che si è unita con un uomo;”

    oppure

    “Se la sua offerta al Signore è un olocausto di uccelli, offrirà tortore o colombi. 15 Il sacerdote li offrirà all’altare, ne staccherà la testa, che farà bruciare sull’altare, e il sangue sarà spruzzato sulla parete dell’altare. 16 Poi toglierà il gozzo con le sue immondezze e lo getterà al lato orientale dell’altare, dov’è il luogo delle ceneri. 17 Dividerà l’uccello in due metà prendendolo per le ali, ma senza separarlo, e il sacerdote lo brucerà sull’altare, sulla legna che è sul fuoco, come olocausto, sacrificio consumato dal fuoco, profumo soave per il Signore.”

    simpatico questo … “Signore”….

    Sempre il Signore:
    “Il Singore disse: “Sterminerò dalla terra l’uomo che ho creato: con l’uomo anche il bestiame e i rettili e gli uccelli del cielo, perché sono pentito d’averli fatti”. (e ce potevi pensà prima!!)
    “Così fu sterminato ogni essere che era sulla terra: con gli uomini, gli animali domestici, i rettili e gli uccelli del cielo;” (e i PESCI?.. ma come so tutti cattivi, pure i lombrichi?? e i PESCI NO? ..non si riesce a seguire questo racconto… )

    un libro veramente rilassante…. da leggere sotto l’ombrellone in spiaggia…

    leggendo poi c’e il passo
    “Non c’è forse un Dio in Israele, perché tu mandi a interrogare Baal-Zebub, dio di Ekròn?”

    Baal-Zebub .. questo nome mi ricorda qualcosa… un Dio di un’altra religione.. fatto passare per ..

    che geniacci questi ebrei… ne sanno una piu del ….. Diavolo!!

    PS: mi fermo qui, perche ogni riga del libro è peggio dell’altra….

    • piero delmaio says:

      Schiava si vede quanto ignori la bibbia ed il vangelo.

    • angelo says:

      Shiva101, c’ è un piccolo particolare che ti sfuggee. Che l’ ordine di uccidere i Madianiti è stato dato alcune migliaia di anni fa. Mentre gli islamici jihadisti vogliono ammazzare gli infedeli anche oggi.
      Un conto è un libro che parla di guerre e di odio (ce ne sono a iosa, ad iniziare dal De bello gallico). Un conto è incitare alla guerra e all’ odio oggi in un paese dell’ Europa occidentale.
      Un conto è un documentario sul nazismo; un conto è essere nazisti oggi.
      Ma la stupidità universale crassa e idiota che circola oggi, soprattutto fra i politici di sinistra, è tale che non si capiscono nemmeno queste distinzioni elementari.
      E altre peggiori , difese a spada tratta dai “progressisti” (come aborto ed eutanasia).

      • paolo says:

        Inoltre qui si vede bene la differenza abissale fra il Cristianesimo e l’ Islam.
        Per il cristianesimo i libri , anche se sacri, sacri vanno sottoposti ad esegesi, storicizzati ed interpretati (perchè la nostra non è la religione di un libro , ma di una Persona).
        Mentre per l’ Islam, il LIBRO è la verità indiscutibile e applicabile senza interpretazione, come il libretto di istruzioni di un frullatore.

      • Shiva101 says:

        angelo, c’e’ un piccolo particolare che ti sfugge…

        stiamo confontando un libro che incita all’odio con la bibbia, testo che voi ritenete ANCHE OGGI, un libro “meraviglioso” che deve stare in tutte le case e che tutti i bambini dovrebbero leggere A SCUOLA.

        e anche OGGI Israele vuole la terra promessa (da loro stessi, visto la bibbia l’hanno scritta loro) e ammazza i suoi nemici…

        ..come puoi benissimo constatare la bibbia è MOLTO PEGGIO del corano ecc..

        a meno che non te la reinventi…. metafore, allegorie…. ecc…

        e poi scusa… il ” De bello Gallico” è un testo che narra vicende storiche, non è un libro degli orrori come la bibbia..

        • Raider says:

          Il Corano non ha mai smesso di produrre certi effetti, contro cui il (ridottissimo e quasi sempre, silente) dissenso dei musulmani che credono all’Islam come religione di pace ha potuto ben poco. I cristiani non hanno mai smesso di essere umiliati, discriminati, perseguitati, sgozzati, decapitati dai musulmani da quando Maometto ha iniziato la sua predicazione. In un momento storico che vede l’Islam all’offensiva su scala mondiale e in diverse, pubblicizzare, promuovere, esortare al jihad fino a casa nostra è qualcosa che non dovrebbe essere permesso: vorrei vedere l’effetto che farebbe propagandare la lotta per il Grande Israele o bandire una nuova Crociata a Gaza, a Ryadh, a Mosul, a Kabul, in tutte l’orbe islamico.
          Ma il fanatismo dei vari Shiva101 – accomunato e in tutto equivalente, nell’odio forsennatamente anti-cristiano, a quello islamista, con un di più di vigliaccheria degna dell’affrancatura ministeriale ancorché francese – non ci vede dagli occhi iniettati di sangue alla prospettiva di sterminare altri cristiani. I quali hanno il diritto di reagire e di difendersi. La quinta colonna dell’Islam, con la sesta e altre ancora a seguire – fino, almeno alla 101° -, in sonno finché non squilli l’ora, è fra di noi. E i loro complici più o meno consapevoli, alla Shiva101, saranno felici di offrire il loro collo, dopo aver offerto quello degli altri, a chi li considera scimmie e porci esattamente come tutti quelli che lui odia perché cristiani.

    • michele says:

      Citi fuori contesto passaggi che si riferiscono a situazioji storiche particolari. Sembri anche un po antisemita. Il codice di guerra del XIII secolo a.C è stato abolito da diversi millenni.

    • Giuseppe says:

      Shiva101, sei il classico esempio di quello che meno ne sa e più ne scrive.
      Piero, Angelo, Paolo, Michele, ecc. ti hanno risposto in poche righe. Non c’è bisogno di lunghi sproloqui per dimostrare la tua ignoranza e faziosità.
      Stammi bene.

    • beppe says:

      shiva, leggi lo statuto di hamas e i libri di testo che impongono ai bambini (quelli si che sono proprio POVERINI) palestinesi.

  3. Paolo says:

    …….e bravo il ministro francese…….o è “gnurant”, o è corrotto con qualche lobby filo-islamica

  4. clemente says:

    Buono a sapersi. Non comprerò più nulla ad un supermercato Carrefour!
    E molti altri come me.

  5. claudio says:

    Shiva, ma sei scemo?????

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.