Pioniere della fecondazione assistita: «Un business enorme, ma le possibilità di concepire sono basse»

Lord Robert Winston: «Oggi se hai il sintomo dell’infertilità, vieni automaticamente trattato con la fecondazione mentre ci sono tutte una varietà di cure più efficaci. Quello che accade è davvero spaventoso»

Lord Robert Winston, guru della fecondazione assistita, torna a parlare del trattamento in Inghilterra e mette in guardia da una pratica «che sta diventando sempre più commerciale» e viene proposta sempre più spesso a sproposito: «L’infertilità non viene più trattata come sintomo. Oggi se hai il sintomo dell’infertilità, vieni automaticamente trattato con la fecondazione mentre ci sono tutte una varietà di cure più efficaci. Quello che sta accadendo in questa giungla è davvero spaventoso».

«BASSE POSSIBILITÀ DI CONCEPIRE». Sviluppatore di importanti tecniche per l’inseminazione artificiale, Lord Winston ha accusato il ministero di incompetenza, ritenendolo responsabile dell’incredibile crescita di trattamenti di fecondazione assistita, e ha aggiunto: «Non dico che non dovrebbe più essere fatta, quando è sicura. Ma non penso che la gente che fa congelare i suoi ovuli sappia davvero quanto siano basse le possibilità di concepire un bambino».

«BUSINESS ENORME» E DANNOSO. Inoltre, come riporta il Daily Mail, secondo Winston le cliniche prescrivono in misura eccessiva alle donne un esame chiamato Pgs, che è in grado di individuare se l’embrione presenta anomalie ma riduce le possibilità di concepire un figlio anche del 50 per cento. «È un trattamento che viene venduto a pazienti disperate», afferma. «La fecondazione sta diventando un enorme business, una giungla dove non esistono regole».