Google+

Ebola, vescovo: «Il popolo della Liberia si sente abbandonato da Dio: il virus ci ha strappato via la nostra umanità»

ottobre 21, 2014 Redazione

Anthony Fallah Borwah, vescovo di Gbarnga (Liberia): «Questa malattia rende impossibile ogni gesto di umana gentilezza, come abbracciare qualcuno che sta piangendo»

«Intere famiglie vengono decimate. Stiamo perdendo la nostra umanità». Il vescovo Anthony Fallah Borwah avrebbe voluto pronunciare queste parole al Sinodo straordinario sulla famiglia ma siccome la sua diocesi è Gbarnga, nella Liberia falcidiata dall’epidemia di Ebola, non è potuto partire per Roma.

«UMANITÀ STRAPPATA VIA». Il virus ha già ucciso da marzo più di 4500 persone nei tre paesi dell’Africa occidentale colpiti: Liberia, Sierra Leone e Guinea. Il paese di Borwah è il più colpito: già 2.484 persone sono morte, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.
«I poveri sono i più colpiti e loro sono la priorità della Chiesa», ha dichiarato il vescovo al Catholic News Service. «Questa epidemia ci sta strappando la nostra umanità. Questa malattia rende impossibile ogni gesto di umana gentilezza, come abbracciare qualcuno che sta piangendo».

«SCUOLE E UFFICI CHIUSI». Le difficoltà che le famiglie della Liberia devono affrontare sono enormi: «Abbiamo bisogno di aiuti materiali, come anche delle preghiere per coloro che muoiono per la fame o la malattia. Le scuole sono chiuse da agosto. I mercati sono vuoti, gli uffici sono chiusi, la gente non lavora. Essere in grado di dare da mangiare alla propria famiglia è un bisogno umano di base ma oggi la maggior parte della popolazione non è in grado neanche di garantire un pasto ogni giorno».

PEGGIO DELLA GUERRA. La Chiesa fa quello che può per venire incontro a tutti i bisogni, distribuendo cibo e medicine, ma è difficile in un paese «che si è appena ripreso da molti anni di guerra. Ora quelle ferite da poco sanate si sono di nuovo riaperte. Durante la guerra si poteva almeno seppellire i propri cari. Ora non si può, i funerali sono vietati e questo divide ulteriormente le famiglie».

«ARRABBIATI CON DIO». La gente, conclude il vescovo, «è arrabbiata con chi è al potere ma non solo: sente che Dio ci ha abbandonati di nuovo. La chiave per sopravvivere all’epidemia è recuperare la nostra umanità, la nostra gentilezza umana naturale. Come Chiesa, abbiamo bisogno di trovare il modo di farlo: servono soluzioni a lungo termine».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.

Il Biscione di Arese trova da sempre il suo habitat naturale tra i boschi del Nürburgring. È dal 1932 che le Alfa Romeo hanno un feeling particolare con i 20,832 chilometri di saliscendi dell’Inferno Verde tedesco, da quando cioè le Gran Premio Tipo B di Caracciola, Nuvolari e Borzacchini monopolizzarono un podio divenuto nel tempo […]

L'articolo Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio NRING proviene da RED Live.

I circa 21 km della Nordschleife percorsi dalla super SUV ceca in poco più di 9 minuti. Con una veterana dell'Inferno Verde al volante: Sabine Schmitz

L'articolo Skoda Kodiaq RS, la SUV a 7 posti più veloce del Nürburgring proviene da RED Live.

ECCO I MIGLIORI CASCHI DA BAMBINO La legge parla chiaro: fino al raggiungimento dei 5 anni di età, i bambini non possono essere trasportati su un mezzo a due ruote. C’è di più: oltre all’età, la piccola creatura deve avere le caratteristiche fisiche necessarie (deve arrivare con i piedi alle pedane) e soprattutto indossare attrezzatura […]

L'articolo I migliori caschi da bambino proviene da RED Live.

C’è un dato curioso che riguarda la popolazione italiana a due e quattro zampe. Sembra che negli ultimi cinque anni, il numero di bipedi che si accompagna a un quadrupede sia cresciuta del 15%… Se da un punto di vista socio-psicologico, questo dato fotografa una voglia di affetto (spesso anche la scelta di darne e […]

L'articolo Prova Nissan X-Trail Trainer: “Hulk approved” proviene da RED Live.