E’ TEMPO DI LIBERTà, E’ TEMPO DI MEETING

Quest’anno al Meeting di Rimini si parla di libertà. Martedì 21 giugno la presidente della kermesse estiva Emilia Guarnieri, il presidente della Compagnia delle Opere, Raffaello Vignali, e il cattedratico Giorgio Israel hanno presentato a Roma il programma provvisorio della XXVI edizione che si svolgerà a Rimini tra il 21 e il 27 agosto. Prendendo spunto da una frase che il Don Chisciotte della Mancia di Cervantes rivolge al suo fedele scudiero Sancho Panza («La libertà, Sancho, è uno dei dono più preziosi che i cieli abbiano concesso agli uomini: i tesori tutti che si trovano in terra o che stanno ricoperti dal mare non le si possono eguagliare: e per la libertà, come per l’onore, si può avventurare la vita») gli organizzatori hanno estratto il titolo di quest’anno: “La libertà è il bene più grande che i cieli abbiano donato agli uomini”.
Da non perdere la mostra su “Costantino il Grande. La civiltà antica al bivio tra Occidente e Oriente”. 250 capolavori d’arte – tra cui statue imperiali in porfido, ritratti colossali, tesori di oreficerie – aiuteranno a raccontare visivamente le vicende della cristianità e dell’impero tra il III e IV secolo dopo Cristo.