Domenica riaprono scuole e chiese in Sri Lanka

Termina la sospensione delle funzioni liturgiche dopo gli attentati di Pasqua, ma continua l’allerta

Articolo tratto dall’Osservatore romano – A Colombo le chiese riapriranno domenica prossima mentre le scuole cattoliche riprenderanno regolarmente le lezioni due giorni dopo. Lo ha annunciato il cardinale Malcolm Ranjith, arcivescovo di Colombo, al termine dell’incontro tra i vescovi e il presidente del paese, Maithripala Sirisena, tenutosi ieri nella capitale.

Termina, così, la sospensione delle funzioni liturgiche, entrata in vigore lo scorso 26 aprile, come misura d’emergenza dopo gli attentati di Pasqua che hanno colpito le chiese di Sant’Antonio a Colombo e di San Sebastiano flagellato a Negombo, la chiesa protestante di Sion a Batticaloa e tre hotel della capitale, causando la morte di almeno 250 persone e oltre 500 feriti.

Nelle disposizioni erano state incluse anche le scuole cattoliche, prontamente chiuse per il timore di nuovi attentati. Non termina, tuttavia, l’allerta delle forze di sicurezza in tutto il paese, come dimostra l’espulsione, tre giorni fa, di 600 cittadini stranieri, tra cui oltre 200 predicatori islamici, sebbene gli attentati siano stati formalmente imputati al gruppo jihadista National Tawhid Jamaat, costola locale del sedicente stato islamico.

Foto Ansa