Dieci cosa da non fare durante un concerto

Andare al concerto del proprio cantante preferito può essere un’esperienza molto emozionante, sopratutto se il biglietto è stato acquistato molti mesi precedenti all’evento, ed è la prima volta che si ha occasione di sentirlo dal vivo. Questa serata indimenticabile potrebbe però essere rovinata da vari comportamenti, come indicato dall’edizione americana della rivista Rolling Stone.

LIMITATE LE FOTO. Perché se è vero che siamo in un’epoca tecnologica è anche vero che non è necessario fotografare qualsiasi cambio d’abito o luce differente. Tanto il giorno seguente saranno facilmente reperibili online foto professionali del concerto, sicuramente scattate meglio di quanto avreste fatto voi. Pertanto godetevi lo spettacolo e spegnete quella macchina fotografica. Per due ore dimenticatevi anche del vostro smartphone e non controllate mail di lavoro, aggiornamenti e notifiche. Rimandate ogni risposta a più tardi.

NON C’E’ BISOGNO DI URLARE. Parlare con i vostri amici, meglio non esagerare. Essere a un concerto è come stare al cinema, serve stare in silenzio per poter ascoltare. Nessuno ha pagato un biglietto per sorbirsi i vostri commenti e se proprio sperate che venga eseguita una canzone specifica, non urlatela, statevene in silenzio a pregare il vostro dio. Non spingete, sopratutto non spingete. Siete arrivati tardi? Pazienza, accontentatevi del posto che avete trovato. La cosa peggiore che potreste fare però è essere tra quella percentuale che ai concerti è sempre ubriaco, così tanto da creare il vuoto intorno a sé.

SPEGNI IL CELLULARE. Non c’è nessun bisogno, infine, di filmare tutto il concerto con il vostro cellulare, diffondendo così video di pessima qualità, che andranno ad affollare il server di Youtube. Calmatevi, e pensate che a breve uscirà il dvd ufficiale della serata a cui siete stati, che vi permetterà di gustarvi lo spettacolo senza essere attorniati da esaltati, ubriachi e maniaci della tecnologia.