Nuove grane giudiziarie per De Magistris: ora è indagato per la Coppa America

La procura di Napoli ha notificato una nuova accusa anche al sindaco di Napoli, all’ex presidente della provincia e al governatore campano

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha un nuovo problema con la giustizia: l’inchiesta sulla Coppa America infatti lo vede indagato insieme al presidente della regione Stefano Caldoro e all’ex presidente della provincia Luigi Cesaro. Tutti e tre per illecita selezione di socio privato (reato simile alla turbativa d’asta), mentre i soli De Magistris e Caldoro anche per abuso d’ufficio. La notizia arriva insieme al nuovo decreto di sequestro del personal computer di Attilio Auricchio, capo di gabinetto del Comune, che contiene i nuovi capi di imputazioni: il tribunale del Riesame di Napoli infatti aveva annullato il primo sequestro del pc per difetto di motivazione.

LE ACCUSE. Secondo l’accusa, il partner privato per gestire le due edizioni dell’America’s cup Naples scelto da Comune, Provincia e Regione non è stato selezionato con gara pubblica, come sarebbe dovuto avvenire: da qui, sempre secondo l’accusa, l’illecita selezione. L’accusa di abuso d’ufficio invece ruota intorno all’ingresso in Acn, la società di scopo nata per organizzare la Coppa America e poi divenuta il riferimento per tutti i grandi eventi in programma, della Camera di Commercio di Napoli come socio di minoranza, dato che la legge finanziaria del 2008 prevede che gli enti territoriali non possano avere partecipazioni in società miste. Il nuovo decreto di sequestro è stato notificato ad Auricchio lo scorso 19 luglio. Secondo l’accusa nell’organizzazione della Coppa America sarebbero state commesse presunte irregolarità, tra cui l’utilizzo dei fondi europei.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •