David Forte a Rimini: una lezione sul terrorismo

Invitato ad un incontro dal titolo “Il ritorno dello zio Sam” al Meeting di Rimini

Invitato ad un incontro dal titolo “Il ritorno dello zio Sam” al Meeting di Rimini di quest’anno insieme al nostro collaboratore Lorenzo Albacete e al presidente dell’Acton Institute Robert Sirico, David Forte ha tenuto un intervento sulla natura del terrorismo e la reazione non solo militare degli Usa. «Il terrorismo – ha detto – prima di essere un’aggressione contro la società, è un’aggressione contro l’uomo: mira a distruggere quegli aspetti della vita umana (libertà, famiglia, lavoro) che rendono la vita degna di essere vissuta, per costringere la maggioranza a sottomettersi a una minoranza». «Dopo l’11 settembre l’America ha concentrato l’attenzione più sugli eroi (i pompieri) che sulle vittime (i 3 mila morti) perché vuole esaltare ciò che è nobile anziché ciò che è ignobile. Abbiamo respinto il ruolo di vittime per assumere quello di eroi che non conoscono l’invidia sociale: i vigili del fuoco morti nelle Twin Towers si sono sacrificati per salvare gente con stipendi, auto e appartamenti migliori dei loro».