Come Zara guadagna grazie alle first lady

Il colosso della moda Inditex è forte del fatto di non avere bisogno di comprare spazi pubblicitari su tv o giornali. L’onnipresenza dei punti vendita Zara, Mango, Bershka e Massimo Dutti invita a sufficienza, eppure da qualche tempo funziona anche la pubblicità occulta. Stiamo parlando di tutte quelle first lady che indossano capi low cost, per apparire più umane, e se lo fanno vengono subito imitate.

VESTITI CULT. Il Daily Mail ha calcolato che quel 27 per cento di profitti in più nel 2012 sia merito proprio di quelle Kate Middleton, Michelle Obama e Samantha Cameron che fanno sfoggio di capi Inditex. Quando Kate è partita per il viaggio di nozze con un vestito blu Zara, non è bastata che una foto per fare impazzire le consumatrici. Uno dei look più imitati è stato però quello azzardato della first lady inglese Samantha Cameron, chiamata dai tabloid SamCam. Un paio di pantaloni arancioni da 39,90 euro con un golfino grigio da 19,90 et voilà, tutte volevano sentirsi first lady.
Amancio Ortega, il fondatore della catena, è ormai il quinto uomo più ricco al mondo. Ed è anche merito di queste first lady aspiranti donne normali. Che le donne normali guardano chiedendosi “ma perché non vi vestite firmate, voi che potete?”