Camera, sospesa seduta dopo “occupazione” M5s

In aula sospesi i lavori dopo che alcuni deputati del Movimento cinque stelle hanno occupato i banchi del governo: protestavano dopo una rissa che ci sarebbe stata con un deputato Pd

Sospesa la seduta della Camera in corso nel pomeriggio a causa della protesta messa in atto da alcuni deputati del Movimento cinque stelle, che hanno “occupato” i banchi del governo nell’Aula. Sono stati ripetuti i richiami della presidenza di turno della Camera, ma anche inutili: i deputati Di Stefano, Di Battista, Bonafede, Gallinella, Parentela, insieme ad altri non hanno interrotto il loro “sit-in”.

DISCUSSIONE SULLA PIPELINE. La protesta è iniziata durante la discussione sull’accordo tra Albania, Grecia e Italia su un nuovo gasdotto, il Trans Adriatic pipeline. È stato durante la discussione che, secondo quanto riferito da alcuni grillini, il deputato Pd Pierdomenico Martino avrebbe aggredito due parlamentari cinque stelle, e da lì è poi generata la protesta.