Non prendete gli ascensori, fate le scale. Lo dice il sindaco di New York: Bloomberg “la tata”

Dopo i divieti sulle sigarette, sulle bibite gassate, sul volume degli mp3, arrivano le raccomandazioni sulle scale. l’ultima battaglia salutista del primo cittadino della Grande Mela

Ormai è noto che l’attività in cui eccelle il sindaco di New York Michael Bloomberg è dare ai suoi cittadini strampalati divieti. La sua missione è educare i newyorkesi a diventare cittadini più sani, tanto da essersi preso l’appellativo di The nanny, la tata. Dopo sigarette, mp3 e biciclette, l’ultimo consiglio l’ha dispensato qualche giorno fa dichiarando fiero: «Abito al quinto piano, ma prendo sempre le scale». La frase, detta a una convention in una scuola del Greenwich, è stata pronunciata per promuovere il centro per l’Active design, un’organizzazione no profit dedicata a promuovere gli edifici e le strade della città che aiutano i cittadini a essere più attivi fisicamente. È la prima organizzazione degli Stati Uniti di questo tipo, e si occuperà di chiedere alle amministrazioni locali di segnalare meglio piccoli trucchi che aiutano a bruciare più calorie nel corso della giornata. Rendere più visibili le scale, innanzi tutto, rispetto all’ascensore.

SCALE IN SECONDO PIANO. Bloomberg ha ovviamente subito aderito alla nuova campagna, facendosene promotore. Ha anche ribadito che si augura che nei nuovi edifici che verranno costruiti le scale abbiano una posizione in primo piano, rispetto ai comodi ascensori, e non più sul retro degli edifici, come succede adesso. David Burney, del Dipartimento cittadino di progettazione e costruzione, ha detto al Wall Street Journal che le scale, nei palazzi newyorkesi, sono state messe sul retro perché anti incendio. Fare le modifiche che si augura Bloomberg, sarebbe costoso e non molto sensato.