Strinna, Giambrone, Carbotta e Paperina. Giovani artiste contemporanee sfondano a Ferrara

Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie. E non solo perché ce lo ricorda, coscienzioso, Giuseppe Ungaretti nella sua poesia, ma perché é sentimento comune sentirsi in bilico, precari, sospesi nello spazio e nel tempo che viviamo, vittime della fugacità della nostra condizione umana. Ed è questo concetto che stimola l’impeto creativo contemporaneo di Elisa Strinna (Padova, 1982), giovane protagonista della scena artistica italiana che, tra disegni, video arte e istallazione, è una delle quattro co-protagoniste della retrospettiva NOW! Giovani Artiste Italiane, da poco aperta presso l’Ex Refettorio del Complesso San Paolo di Ferrara.

Il suo video Sospensione, che gioca con la nozione di tempo e trasformazione, si allinea al video Sotto Tiro di Silvia Giambrone (Agrigento, 1981) dove l’artista si ritrova in una dimensione ossimoricamente privata e collettiva, ovvero in uno spazio non identificabile dove il mirino di un laser la tormenta costantemente svelando la fragilità e la mutevolezza dei comportamenti umani. Le altre due voci femminili protagoniste dell’evento, che rimarrà aperto al pubblico fino al 27 ottobre 2013, sono la dissacrante e politically incorrect Laurina Paperina (Rovereto 1981) con i suoi ironici disegni che fanno il verso ai personaggi più famosi della tv, in particolare dei cartoni animati (ad esempio Krusty il Clown dei Simpson), e Ludovica Carbotta (Torino, 1982), che fa più calchi fedelissimi di se stessa con il cemento armato: ecco come cambiano e mutano le tradizioni dell’autoritratto.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •