Manchester. Attentato dell’Isis a un concerto: «Un raduno di crociati»

Ieri sera nella città inglese c’è stata un’esplosione nel palazzetto della città al termine di un concerto della cantante Ariana Grande. Il bilancio provvisorio è di 22 morti e 59 feriti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri sera a Manchester (Inghilterra) c’è stata un’esplosione nel palazzetto della città al termine di un concerto della cantante Ariana Grande. Il bilancio provvisorio è di 22 morti e 59 feriti (tra le vittime anche dei bambini, alcuni in gravi condizioni). Secondo la polizia si tratta di un attentato terroristico causato da una sola persona che si sarebbe fatto esplodere (si parla di una bomba con chiodi e bulloni). Secondo alcune testate giornalistiche il suo nome è Salman Abedi, aveva 23 anni ed era noto alle autorità inglesi.
Il palazzetto, 20 mila posti circa, aveva fatto registrare il tutto esaurito per lo show. Al momento non vi sono notizie di vittime italiane.

LA RIVENDICAZIONE. L’attentato è stato rivendicato dall’Isis: «Uno dei soldati del Califfato è stato capace di piazzare un ordigno esplosivo in mezzo a un raduno di Crociati nella città di Manchester». I siti jihadisti festeggiano: «Le bombe dell’aviazione britannica sui bambini di Mosul e Racca sono tornate al mittente». Il premier Theresa May ha sospeso la campagna elettorale (si vota l’8 giugno) e, questa mattina, ha presieduto una riunione del comitato britannico di emergenza per la sicurezza “Cobra”. Al termine ha rilasciato questa dichiarazione: «Molti feriti dell’attentato sono in condizioni disperate e stanno lottando tra la vita e la morte. La polizia conosce l’identità dell’attentatore, ma a questo punto delle indagini non possiamo rivelarla. È stato l’attacco più disgustoso e vigliacco, contro persone innocenti e giovani indifesi, con l’obiettivo di fare più vittime possibile. Resta alto l’allarme ed è ritenuto probabile un altro attentato terrorista. Avremo giorni difficili davanti a noi. Ma a Manchester, assieme al peggio, l’umanità ha mostrato anche il suo meglio. I terroristi non vinceranno mai. I nostri valori prevarranno sempre».

https://www.youtube.com/watch?v=UIw3bHBZC0g

GALASSIA ISLAMISTA. Secondo Site, un sito che monitora le attività dei jihadisti, sulle piattaforme online vicine alla galassia islamista c’è un video che ritrarrebbe il kamikaze, con il volto coperto, presunto autore della strage. A novembre l’Isis aveva diffuso un video con istruzioni dettagliate su come fare una bomba.

Foto Ansa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •