Arriva la banca dati dei bugiardini farmaceutici, fatta dall’Aifa

Nasce la banca dati dei foglietti illustrativi dei farmaci, consultabile on line da medici e pazienti. Per una condivisione delle informazioni

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Aifa, agenzia italiana del farmaco, dà il via alla grande rivoluzione tecnologica. Basta bugiardini scomodi e magari non aggiornati, ogni volta che un paziente vorrà controllare le indicazioni e controindicazioni di un farmaco non dovrà far altro che controllare sul database dell’Aifa. Un unico database accessibile a tutti, presentato e messo on line il 13 novembre.

BANCA DATI. È la prima banca dati di questo genere in Europa, più completa anche di quella dell’Fda, l’agenzia del farmaco americana. Saranno disponibili e consultabili i bugiardini di oltre 8 mila farmaci, insieme a molte altre informazioni utili per pazienti e professionisti. I farmaci saranno completi anche di dati solitamente non presenti nel classico bugiardino di carta, come i tempi di metabolizzazione o le proprietà farmacocinetiche.

CONDIVISIONE. Il direttore generale dell’Aifa, Luca Pani, si è detto molto soddisfatto: “La nascita della banca dati rappresenta un passo fondamentale verso un unico dinamico e integrato data base del farmaco che l’Agenzia sta realizzando, e che sarà una svolta decisiva per la condivisione e lo scambio di conoscenze tra medici e cittadini”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •