Appello del Foglio a papa Francesco perché reagisca contro l’attacco delle avanguardie fanatiche

Lettera al Pontefice per «porre un argine a questa dolorosa e insincera invadenza nelle regole e nelle antiche idee della chiesa in fatto di vita umana». Tra i firmatari, Besançon, Cesana, Morresi, Scruton

foglio-papa-francesco«Gli appelli al Papa sono ridicoli. Questo no», scrive oggi Giuliano Ferrara sulla prima pagina del Foglio, presentando una “Lettera a Papa Francesco” che di seguito riproponiamo e invitiamo a firmare. Il direttore del quotidiano invita a reagire dopo il rapporto dell’Onu che è arrivato addirittura a chiedere al Vaticano di rivedere le sue posizioni su temi come l’aborto, gender, educazione nelle scuole… Ferrara sa che questo è solo l’ultimo caso di una lunga serie di mistificazioni e così chiede al «nuovo Pontefice di porre un argine a questa dolorosa e insincera invadenza nelle regole e nelle antiche idee della chiesa in fatto di vita umana».

Lettera a Papa Francesco
Contro le avanguardie fanatiche bisogna reagire con forza e sapienza
Padre Francesco, noi cattolici e laici crediamo che la chiesa cattolica non debba subire il ricatto delle avanguardie fanatizzate del mondo secolare sulla questione dell’infanzia. Gli stessi che inculcano l’ideologia dell’aborto come diritto e della manipolazione della vita umana dal concepimento alla fine gridano l’ipocrisia della protezione dell’infanzia da tribune falsamente universaliste e falsamente umanitarie. Gli stessi che predicano l’educazione all’antinatalismo dei preadolescenti e degli adolescenti, e fanno un idolo contemporaneo della contraccezione, del rifiuto della maternità e paternità e dell’eugenetica, ora pretendono di smantellare lo spazio pubblico e privato dell’educazione cristiana a colpi di leggi neogiacobine e di pronunciamenti solenni. Occorre reagire con pazienza, tenacia, sapienza e anche forza spirituale e morale. Occorre reagire sposando l’energia interiore della fede alla capacità di realismo razionale ancora contenuta nel meglio della cultura universale. Su questo terreno è possibile un dialogo fecondo con il mondo laico non fanatizzato e con le altre religioni.
Chiediamo alla vostra autorità, con umiltà e pieno convincimento di coscienza, di aiutarci a promuovere una controffensiva di preghiera, di azione pastorale, di idee.
Con rispetto,

Alain Besançon, filosofo
Roger Scruton, filosofo
Nicoletta Tiliacos, giornalista
Giuliano Ferrara, giornalista
Ilaria Occhini, attrice
Giancarlo Cesana, medico
Assuntina Morresi, bioeticista

Per firmare: appellofrancesco@ilfoglio.it