Google+

Anche il Vaticano smentisce Scalfari e le sue «evidenti inesattezze»: «Papa Francesco non ha abolito il peccato»

dicembre 31, 2013 Redazione

Padre Lombardi è costretto a smentire l’editoriale di domenica del fondatore di Repubblica: «Scalfari non si trova sempre a suo agio in campo biblico-teologico»

Non ce n’era certo bisogno, ma è arrivata anche la smentita da parte della Sala stampa vaticana: «Certamente non è pertinente l’affermazione di Scalfari in un lungo editoriale sul fatto che il Papa abbia abolito il peccato – afferma padre Lombardi – Anzi, chi segue veramente il Papa giorno per giorno sa quante volte egli parli del peccato, della nostra condizione di peccatori e, anzi, proprio il messaggio della misericordia» si capisce solo se si fa riferimento al peccato.

PECCATO E MISERICORDIA. Domenica il fondatore di Repubblica aveva scritto che l’abolizione del peccato è contenuta nell’Evangelii Gaudium, suscitando le critiche di giornali e vaticanisti.  «La dinamica spirituale fondamentale, in cui anche il Papa si pone, è la consapevolezza dei peccati e il domandarne perdono – continua padre Lombardi notando «che Scalfari non si trova sempre a suo agio in campo biblico-teologico» – vedere la grandezza infinita della misericordia di Dio e così lanciarci nella vita cristiana, rinnovata dalla misericordia e dall’esperienza dell’amore di Dio. Se uno elimina il peccato, il messaggio della misericordia non si comprende più».

SCALFARI FA CONFUSIONE. Ma la Sala stampa vaticana sottolinea un altro clamoroso errore fatto nel suo editoriale da Scalfari: «Un’altra inesattezza evidente in questo articolo è che Scalfari dice che il Papa ha canonizzato Sant’Ignazio di Loyola e, invece, come tutti sappiamo, nei giorni scorsi ha canonizzato Pietro Favre, che era il primo compagno di Sant’Ignazio di Loyola e Ignazio di Loyola era già Santo della Chiesa da diversi secoli. Quindi, credo che bisogna stare attenti a continuare un dialogo, ma ad approfondirlo in modo tale che non ci siano degli equivoci e ci si capisca veramente».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. Marta Landi says:

    Sono d’accordo, è un autogol e Scalfari non sarebbe neppure da leggere. Però, non capisco perchè si parli di ” un’altra inesattezza”. Non è solo un’inesattezza parlare di abolizione del peccato. Per che cosa sarebbe morto Gesù Cristo allora? A me sembra una vera eresia, ma si sa questa parola non è più di moda ormai.

  2. Cisco says:

    A questo punto il dubbio sorge spontaneo: ma l’Intellettuale Dilettante ci è o ci fa?

    • vincenzo roma says:

      Lo è sempre stato, ne stia certo. Sono riuscito a leggere un articolo di questo intellettuale all’uscita del giornale. Poi, non ho mai più toccato il giornale diretto da questo ” intellet…” Chi lo ha incensato e portato all’apice sono stati i politici da strapazzo e tutti di sinistra. Lo è lo è, stia tranquillo e certo.

  3. Gabriele says:

    Buono che il Vaticano non abbia atteso un mese per replicare.

  4. Andrea (uno dei tanti) says:

    Fra un vecchietto in confusione senile, spaventato dal passo finale che sente vicino ed una redazione che lo prende così sul serio da leggersi ogni stupidaggine fino all’ultima sillaba con commenti finali non so cosa sia peggio.

    Lasciatelo in pace !!!

    E’ un bersaglio troppo facile.

  5. beppe says:

    ho visto una giovane signora leggere il libricino DIALOGO di scalfari e bergoglio. poi sono questi i cristiani al passo coi tempi che fanno le predichine ai loro preti e ai cattolici che non seguono l’ultima moda.

  6. beppe says:

    il vecchio eugenio un po’ ci marcia sulle frasi e i gesti di papa francesco. con un tipo così ( scalfari) non bisogna fare sbavature. capito? invece della piuma meglio la spada.

  7. Tobi says:

    una volta esisteva il sentimento della vergogna. La gente si asteneva dal parlare se non era sicura di non dire stupidaggini. Oggi le stupidaggini sono sparate una dopo l’altra. Chiedo ai lettori di fare una colletta prendendo un pò del loro sentimento di vergogna e donarlo a Scalfari che ne è carente.

    • Grillo Parlante says:

      Permettimi, la vergogna con la propaganda non c’è mai entrata granché.
      Qui si tratta di dar da bere al lettore medio di Repubblica quello che costui, alla costante ricerca della conferma delle proprie granitiche convinzioni, tracannerà tentennando il capoccione in segno di sussiegosa approvazione “antropologicamente superiore”.
      Insomma caro mio, non sai che l’ignoranza va coltivata?!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più "jinba ittai"

L'articolo Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza proviene da RED Live.

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.

La Casa di Noale propone due motorette brillanti ed economiche: sono le Aprilia RX e SX 125, una enduro, l’altra motard, entrambe vendute a 4.020 euro.

L'articolo Prova Aprilia RX e SX 125, per i nuovi 16enni proviene da RED Live.