Google+

Venezuela alla catastrofe. L’ex ministro Moises Naim: «La proprietà privata non esiste più»

febbraio 18, 2014 Redazione

Mentre continuano le violenze di Maduro contro le proteste, l’ex titolare del Commercio conferma la situazione disastrosa: «Nei negozi mancano i generi di prima necessità. Dietro Caracas la mano di Cuba»

Il Venezuela «continuerà a precipitare verso la catastrofe» e la violenta repressione del governo chavista di Nicolas Maduro nei confronti degli oppositori non si fermerà. Lo dice in un’intervista pubblicata oggi dal quotidiano la Stampa Moisés Naím, ex ministro dell’Industria e del Commercio del paese sudamericano ed ex direttore della rivista Foreign Policy. Secondo Naím non c’è soluzione alle violenze e al disastro economico e sociale in cui è precipitato il Venezuela. «Il presidente Maduro è paralizzato perché non ha la stessa forza di Chávez», ma nonostante questo, per rovesciare il regime chavista «servirebbe un’opposizione attrezzata», e per ora, quella guidata da Henrique Capriles e Leopoldo Lopez non lo è.

MANCANO I GENERI DI PRIMA NECESSITÀ. Il Venezuela ha le riserve petrolifere più grandi del mondo ma il governo chavista «non sa come gestire l’economia», spiega l’ex ministro venezuelano. La situazione economica del paese sudamericano è disastrosa. Non solo per l’inflazione altissima, la disoccupazione e il mercato nero. «Nei negozi non c’è neppure il latte per i bambini» e «mancano i generi di prima necessità», afferma Naím. «Se hai il diabete, non puoi comprare l’insulina; se devi operarti, non puoi farlo perché non ci sono le medicine». I ricchi se ne sono andati dal paese, «le classi media e alta ormai non esistono quasi più», continua Naím, secondo cui anche  «la proprietà privata non esiste più». «Chi investe, non sa mai se potrà avere un ritorno – spiega l’ex ministro venezuelano – e se riesce a produrre qualcosa, poi viene obbligato a venderla a prezzi da bancarotta. Il poco che avanza, va in tasse».

LA COMUNITÀ INTERNAZIONALE TACE. Sulle violenze del regime, la comunità internazionale tace. «Il petrolio e i regali di Caracas», afferma l’ex ministro venezuelano sulla Stampa, hanno «ridotto al silenzio l’interna America Latina». La popolarità dell’esecutivo chavista, per l’ex ministro venezuelano, è un mito: «Il governo sostiene che i poveri stanno con Maduro e i ricchi con l’opposizione, però i venezuelani sanno che non è vero». A decidere le politiche interne venezuelane, afferma Naím, è la Cuba castrista, che «arma e addestra i gruppi di civili responsabili delle violenze». «Se ci sarà una grande manifestazione con l’arresto dei suoi leader, la gente non lo saprà perché Maduro ha chiuso le televisioni, come ha fatto con l’emittente colombiana Ntn24, e ha tolto la carta ai giornali», conclude l’ex ministro venezuelano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. ErikaT scrive:

    Invece in Italia abbiamo tutti un lavoro nevvero???

  2. Carolus scrive:

    Non ci si poteva sbagliare. Le dittature di sinistra non sono capaci di fare niente, anzi, sanno solo distruggere e impoverire come è avvenuta da sempre. Meditate sinistri italiani, meditate,

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana