Google+

Università, persi 58 mila iscritti in dieci anni? Ma sono soprattutto fuoricorso, quarantenni e furbetti della p.a.

febbraio 4, 2013 Matteo Rigamonti

Sono 10 mila (il 3 per cento del totale) i ragazzi di età compresa tra i 18 e in 21 anni che non si iscrivono più ad alcuna facoltà. I numeri del Cun sono drogati dal boom di immatricolazioni post riforma del “tre più due”

«Università addio, persi 60 mila posti in dieci anni». Così titolavano venerdì mattina tutti i principali quotidiani nazionali, riportando il dato elaborato dal Cun, il Consiglio universitario nazionale, secondo cui, nel 2012, nelle università italiane ci sono stati 58 mila iscritti in meno («come la Statale di Milano») rispetto ai 338 mila del 2003/2004. Quello che, però, non è stato detto è che, dei 58 mila iscritti persi in un anno, la stragrande maggioranza sono studenti un po’ in là con gli anni. Come ha fatto sapere ItaliaOggi di sabato 2 febbraio, dopo aver chiesto al ministero dell’istruzione i dati sulle immatricolazioni nel periodo in esame, infatti, il 75 per cento di essi ha più di 23 anni e di questi il 40 per cento ne ha più di 31. Mentre i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 21 anni che non si sono iscritti oppure hanno abbandonato gli studi sono solo 10 mila, pari al 3 per cento di quanti frequentavano un decennio fa e meno del 12 per cento degli studenti persi nei dieci anni.

NESSUNA FUGA DAGLI ATENEI. A contestualizzare ulteriormente i dati  diffusi dal Cun, un ente di rappresentanza istituito nel 1979 dall’allora ministro Mario Pedini, nato su iniziativa del suo predecessore Luigi Gui, è intervenuto oggi su La Stampa l’attuale titolare del dicastero Francesco Profumo: «Nessuna fuga dagli atenei», ha spiegato. «È stato considerato un anno di riferimento in cui c’è una bolla dovuta a due elementi. Da un lato ci sono gli studenti partiti con il vecchio ordinamento che hanno tentato di iscriversi al nuovo per ottenere la laurea breve», creando, di fatto, «una bolla nei dati»; «poi c’è un altro gruppo di dipendenti della pubblica amministrazione che frequentavano le università per effetto di accordi che consentivano loro di laurearsi e di ottenere crediti. Dai dati risulta invece che prima dell’avvio del nuovo ordinamento, nel 1999-2000, gli immatricolati erano 278 mila e 278 mila erano dieci anni dopo. Nel 2003-2004, invece, quando la riforma era operativa, quasi 64 mila studenti neo-iscritti avevano più di 23 anni. Dieci anni dopo gli stessi studenti sono solo 18 mila. La bolla si è annullata».

L’ASPETTO DEMOGRAFICO. Ad essere crollate in questi anni, insomma, sono, secondo Profumo, «le immatricolazioni di chi ha più di 19 anni, e cioè di quelli che sono passati dal vecchio al nuovo ordinamento. E va considerato anche l’aspetto demografico. Tra il 1999 e il 2011 si sono persi 70 mila diciannovenni per il crollo delle nascite, mentre il numero dei diplomati è rimasto costante».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana