Google+

Storia di Robert Goold, il demente fatto morire dopo otto giorni senza acqua e cibo

marzo 7, 2013 elisabetta-longo

Ogni anno in Gran Bretagna 60 mila pazienti vengono messi sulla death list del Liverpool care pathway. Uno su sei di loro è affetto da forme di demenza o Alzheimer

Sesantanove anni, affetto da demenza, Robert Goold era ricoverato all’ospedale di Lister Hospital dopo essere caduto dalle scale, essersi fratturato schiena, cranio e zigomi. Oltre a questo, era stato evidenziato un danno cerebrale; per questo motivo il signor Goold è stato trasferito in terapia intensiva. E lì è cominciato il suo percorso di agonia.

A INSAPUTA DEI PARENTI. Il pensionato è stato messo sulla lista protocollo del Liverpool care pathway dal team di medici che lo seguiva. Quando i familiari si sono accorti che gli era stato staccato l’ossigeno non per vedere se riuscisse a respirare in maniera autonoma, bensì per abbreviargli la vita, ormai era troppo tardi. Era incluso nel protocollo anche la privazione di alimenti e idratazione, e quando, al sesto giorno di Lcp, la figlia Susan si è accorta delle condizioni del padre, il suo deperimento era tale da non permettergli di vivere oltre. Quando un’infermiera si è offerta di dargli acqua e cibo, era ormai troppo tardi. Così dopo otto giorni di sofferenza Robert si è spento. Nella cartella clinica, dice la figlia, non c’era traccia di questo protocollo, per questo i familiari non ne sono venuti a conoscenza.

TERRORE. Storie come questa in Gran Bretagna ce ne sono 60 mila l’anno, stando a quanto dichiara fieramente l’istituto Marie Curie cure palliative di Liverpool, che ha redatto il Care pathway. Un terzo dei familiari ne viene tenuto all’oscuro, e quando se ne accorge, ormai è troppo tardi. «Quando sono andata a trovare mio padre, ho visto nei suoi occhi uno sguardo di puro terrore, e non capivo perché. Pensavo realmente che quel togliergli l’ossigeno fosse un modo per farlo riabituare a respirare in modo autonomo, e invece ce l’hanno portato via».
Nel mese di gennaio, inoltre, in Parlamento è stato detto che un paziente su sei, di quelli messi sul Lcp, soffrono o di qualche forma di demenza o di Alzheimer. Ricoverati a discapito del servizio sanitario nazionale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download