Google+

Siria. La metà dei ribelli è composta da jihadisti ed estremisti islamici e vuole il «califfato»

settembre 16, 2013 Leone Grotti

Secondo un rapporto le milizie che combattono contro il regime di Assad sono divise in oltre mille brigate armate per un totale di circa 100 mila combattenti. «L’idea che i ribelli siano gruppi laici di combattenti è semplicemente non confermata»

I ribelli che combattono in Siria contro il regime di Bashar al-Assad da oltre due anni e mezzo sono divisi in oltre mille brigate armate, per un totale di circa 100 mila combattenti. E quasi la metà sono estremisti islamici. Lo rivela uno studio dell’istituto britannico IHS Jane’s che uscirà a fine settimana e che è stato anticipato dal Telegraph.

JIHADISTI ED ESTREMISTI. Oltre 10 mila combattenti sono jihadisti, spesso stranieri e collegati ai terroristi di Al Qaeda, spiega il rapporto. Altri 35 mila si riconoscono invece come estremisti islamici, molto simili ai terroristi di Al Qaeda, ma che hanno come unico obiettivo la vittoria della guerra siriana e non l’internazionalizzazione del conflitto contro gli infedeli.

ISLAMISTI MODERATI. Altri 30 mila combattenti, più “moderati”, inquadrano la loro battaglia nel contesto islamico e solo i rimanenti 25 mila appartengono a gruppi laici e nazionalisti. I dati raccolti nello studio di IHS Jane’s confermano le preoccupazioni di molti diplomatici occidentali, che temono che aiutando i ribelli contro Assad, armandoli, si favorisca di fatto il rafforzamento di al-Qaeda e di sentimenti anti-occidentali.

I RIBELLI NON SONO LAICI. Charles Lister, autore del rapporto, afferma: «La rivoluzione è dominata da gruppi che hanno almeno un punto di vista islamista sul conflitto. L’idea che i ribelli siano gruppi laici di combattenti è semplicemente non confermata». Sempre secondo Lister, i terroristi qaedisti di al-Nusra e Stato islamico dell’Iraq e del Levante hanno guadagnato molto terreno nell’ultimo anno e la loro influenza è cresciuta notevolmente nei confronti dei combattenti nazionalisti.

«CALIFFATO ISLAMICO». Se l’obiettivo dei ribelli laici è costruire una Siria democratica, quello degli estremisti è trasformare il Paese in un «califfato islamico». Lo iato tra questi due obiettivi è stato confermato di recente dal leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahri in un audio messaggio: «Gli Stati Uniti vogliono spingere i nostri combattenti ad allearsi con i partiti laici alleati dell’Occidente. Ricordo ai miei fratelli e al popolo siriano di restare uniti e combattere il jihad invece che avvicinarsi a uno di questi gruppi».

Firma l’appello contro l’intervento militare in Siria

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. mike says:

    boh secondo me sono i 68-ini arabi. se vincono l’islam non sarà più l’islam. apriranno a cose che ancora non sono (o sono nascoste e tollerate) nella loro cultura. tipo le donne: nell’islam tradizionale sono sottomesse all’uomo. coi ribelli ci sono donne pronte a soddisfarli sessualmente come gli viene voglia. secondo me c’è molta puzza di figli dei fiori.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, miglior comportamento sul bagnato, e più efficacia nella guida “spigliata” sono i punti chiave su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport Touring per vocazione proviene da RED Live.

Tutta nuova, la berlina del Leone graffia molto di più rispetto al passato. Perché è più corta e bassa, ha un design dinamico e la solita attenzione al look by Peugeot. La toccheremo con mano al prossimo Salone di Ginevra

L'articolo Nuova Peugeot 508, la berlina si fa bella proviene da RED Live.

Basata sulla piattaforma EMP2, ha due lunghezze, un bagagliaio smisurato e interni da berlina di lusso. Per elevare verso nuovi orizzonti il concetto di veicolo Multispazio

L'articolo Peugeot Rifter, la nuova multispazio a Ginevra proviene da RED Live.

Una storia, quella delle Sportster, nata nel 1957 e destinata a continuare senza sosta e senza eclatanti sorprese. Anche quest’anno infatti la famiglia si allarga e lo fa grazie a due nuove interpretazioni che combinano lo stile rétro ispirato ai canoni classici del mondo custom e le prestazioni pungenti del motore V-Twin 1200 Evolution.  IRON […]

L'articolo Nuove H-D Sportster Forty-Eight Special e Iron 1200 proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi