Google+

Roma, propaganda Lgbt a scuola. Cosa insegneranno ai ragazzi? Che arriva l’era postspermatozoica e che la grammatica è sessista?

gennaio 23, 2014 Redazione

Si chiude domani la possibilità per gli istituti di aderire al progetto “Le cose cambiano”, con testimonial come Maraini, Vecchioni, Veronesi. Proteste: «L’omofobia si vince con l’e­ducazione, non con l’ideologia»

«L’omofobia si vince con l’e­ducazione, non con l’ideologia». In un comunicato, Emma Ciccarelli, presidente del Forum delle Associazioni Familiari del Lazio, ha voluto esprimere tutte le sue critiche al bando promosso dall’assessorato scuola, infanzia, giovani e pari opportunità di Roma. Bando che, con il titolo “Le cose cambiano”, si propone di inserire nelle scuole la teoria del gender. Ovviamente, l’operazione è più sottile, si parla di contrasto al bullismo omofobico, ma, nella sostanza, di questo si tratta, tanto che non c’è nessun mistero sul fatto che il “corso” riporta tutte le idee delle associazioni gay.

SEMPLIFICAZIONI E INDOTTRINAMENTI. Il progetto, pensato per gli studenti delle scuole medie superiori, si avvarrà dei testimonial del bel mondo dello spettacolo – Serena Dandini, Ferzan Ozpetek -, ma anche di personaggi noti quali Umberto Veronesi (che predice l’avvento dell’era postspermatozoica), Dacia Maraini (che dice che «la grammatica è sessista»), Francesca Vecchioni (la figlia del cantante che, come vi avevamo raccontato, incita a usare le parole di papa Francesco sui gay per far passare le teorie gender).
Le iscrizioni si chiudono domani e non sono mancate le proteste di chi, pur ribadendo il proprio contrastato a qualsiasi tipo di discriminazione, ha sollevato le proprie perplessità in merito alla vicenda. Il forum delle associazioni famigliari del Lazio, come detto, ha mostrato tutto il proprio sconcerto per non avere ancora ricevuto dal sindaco Ignazio Marino alcuna risposta alla richiesta di un confronto inviatagli ben otto mesi fa. «Non solo – ha aggiunto il Forum -: dopo aver smantellato tutte le politiche familiari che avevamo contribuito ad attuare negli anni precedenti, vengono prese iniziative che riguardano le famiglie romane senza confrontarsi con le Associazioni familiari o dei genitori. Siamo contrari, come è ovvio, ad ogni forma di bullismo all’interno delle scuole: ogni vita è degna indipendentemente dall’orientamento sessuale e la violenza deve essere condannata fermamente da qualunque parte provenga. Ma siamo altrettanto convinti che questo delicato tema educativo debba essere trattato concordando con i genitori i modi e i tempi onde evitare semplificazioni o indottrinamenti. Abbiamo ricevuto centinaia di mail da parte di genitori spaventati per queste proposte educative che trattano temi così delicati. L’omofobia si vince con l’educazione, non con l’ideologia».

APPALTO ALLE ASSOCIAZIONI LGBT. Anche Gigi De Palo, combattivo ex assessore alla Famiglia, ha fatto sentire la propria voce: «Siamo tutti contro l’omofobia e le discriminazioni, ma su temi così delicati più che la propaganda serve il coinvolgi­mento dei genitori che devono poter scegliere per i loro figli. Qui non si tratta di dire sì o no all’omofobia, perché ogni di­scriminazione va combattuta con de­cisione, che sia chiaro. Ma il Campi­doglio dimostra di non avere un pro­getto educativo e preferisce appalta­re alle associazioni Lgtb un proble­ma che invece va affrontato senza af­fermazioni ideologiche. Rifiutando, fra l’altro, di coinvolgere le associa­zioni familiari e dei genitori. L’adole­scenza è un periodo delicato di for­mazione della personalità. E i genitori degli studenti, fra l’altro minorenni, hanno il diritto, anzi il dovere di es­sere coinvolti preventivamente. Ri­cordo che non si tratta di materie cur­riculari e le fa­miglie devono essere messe in con­dizione di poter scegliere consape­volmente, conoscendo in maniera dettagliata i progetti proposti. E se i genitori non intendono avvalersene per i loro figli, il Comune ne deve pro­porre di alternativi».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

99 Commenti

  1. giesse says:

    Onnipresente, incalzante, la propaganda ha influenzato ormai tutte le parti politiche e mediatiche.
    Io mi tengo la mia inclinazione naturale alla ripugnanza.
    Naturam expellas furca, tamen usque recurret.

  2. Francesco says:

    Non so, ho come il piccolo sospetto che a qualcuno il bene dei nostri figli non interessi un granche’…

    • Paolo says:

      E’ proprio avendo a cuore il futuro dei nostri figli attraverso un’educazione non ideologica che queste iniziative sono importanti e significative.
      Si sta ponendo un problema non reale: cosa si dovrebbe fare proporre visione false della realtà solo perchè piace ad ideologie di stampo confessionale?
      Promuovere visioni infondate del naturale orientamento omosessuale solo perchè così piace ai dogmi assunti a priori della religione di turno?
      La scuola deve essere il luogo dell’educazione e della formazione civile.
      Parlare in generale di “bene dei bambini” serve solo a buttare il fumo negli occhi.

      P.s. La menzionata “teaoria gender” non è una teoria ma un dato di fatto scientifico, chi fa ideologia (che di certo non può e non deve essere promossa da Istituti Scolastici seri) è semmai chi vi si oppone.

      p.p.s. Sig. giesse si tenga pure la sua “ripugnanza” ma non si illuda che sia naturale.

      • Andrew says:

        Dai Paolo ogni tanto illuminaci con un commento nuovo, questo l’hai giá usato 1.000.000 di volte. Hai la capacitá di scivre commenti di un risponditore automatico rotto.

      • Francesco says:

        Educazione non ideologica? Non bastavano i libri di storia infarciti di commenti unilaterali, adesso vogliono propinare anche le nuove teorie, cosa vuoi che siano secoli di storia a confronto?
        Non si tratta di nascondere la realta’, anzi.
        Se la scuola e’ uno strumento per il bene dei bambini (ne convieni, Paolo?) cosa c’entra tutto questo can-can? Perche’ si decide sulla loro pelle senza consultare i genitori e le famiglie?

        • luca says:

          e infatti sui libri di scuola si legge molto riguardo l’omosessualità di tantissimi personaggi gay che hanno influenzato le nostre vite, da michelangelo a alessandro magno, da alan tuoring a lorenzo il magnifico… ci fosse un ragazzo sotto i 18 che sappia della loro omosessualità

          • Luke says:

            “Alan Tuoring” ha influenzato talmente tanto la tua vita che non sai nemmeno come si scrive

            • luca says:

              magari non so come si scrive ma conosco sia i suoi modelli per i calcolatori sia i suoi teoremi (quelli noti almeno)… te che hai fatto? Wikipedia?

              vedi la differenza tra me e te? tu sai come si scrive il suo nome, io conosco il suo pensiero, la sua vita e i suoi studi.

              • Grillo Parlante says:

                E allora tanto valeva imparassi anche a scrivere il suo nome.

                • luca says:

                  grillo hai presente scrivere velocemente un post perché continui a dimenticare di mettere il nome e/o l’email e ti sbagli a scrivere? bè a me succede, quindi ripeto, se volete la dimostrazione di come una macchina di turing possa essere ridotta ad una macchina funzionale e viceversa, dimostrando così la loro equivalenza, io la so. se volte sapere come sono classificate le grammatiche e che tipo di grammatiche una macchina di turing può convalidare io lo so, e così conosco buona parte del suo lavoro…

                  • Grillo Parlante says:

                    Ho capito Luca, sei tanto intelligente, colto e indaffarato, perciò non sai scrivere in italiano.

            • luca says:

              la differenza tra me e te:
              io di Alan Turing conosco:
              macchina di turing
              test di turing
              definizione di turing di computazionalità
              def. di turing di complessità
              teorie algebriche di Turing (quelle note)
              teoria dei codici di turing (la poca parte nota)
              studio delle grammatiche e dei validatori di grammatica di turing
              macchina di turing non deterministica
              etc
              poi conosco la vita e la morte…
              tu cosa conosci? come si scrive il nome!
              a bello io sono ricercatore in visione attiva e sistemi esperti: intelligenza artificiale!

              • Grillo Parlante says:

                E se alle elementari, invece che interessarti ai pisellini dei compagnucci (scusa sai, ma è quello che hai scritto tu stesso in un altro post!), tu avessi imparato anche la grammatica italiana allora sapresti anche scrivere correttamente il suo nome.
                P.S.: se uno non vuol essere considerato un somaro non serve che elenchi i suoi presunti meriti accademici, basta che la smetta di ragliare.

          • Picchus says:

            E perché la loro eventuale omosessualità o bisessualità sarebbe rilevante al punto da insegnarla a scuola?

      • mike says:

        i nostri figli, anzi le generazioni successive forse avranno come maestri gli imam, o i mullah, o i brahamani, o i sadhu, o i monaci buddisti. forse occorre chiedere a loro cosa ne pensano. e tutto ciò perché? perché per far continuare una cultura ci vogliono la buona volontà, i mezzi materiali (diciamo i soldi) e che gli uomini vadano con le donne. in occidente si pensa a divertirsi, ad abortire, a divorziare, c’è poco lavoro ossia meno soldi, e poi uomini che vanno con uomini e donne che vanno con donne.

        • mike says:

          a buon intenditor poche parole. che quasi sono troppe sopra.
          ma me sa tanto che prima di aprire bocca e darle fiato sarebbe utile un po’ di riflessione. ma se proprio si vuole fare aria è meglio fare il petomane.

  3. beppe says:

    beato chi non ha figli. non iscriveteli a questi lavaggi del cervello. ancora la dandini in cattedra? che vergogna. buffoni.

  4. malta says:

    ormai per non finire in carcere a ogni frase sull’argomento bisogna premettere:”Perché ogni di­scriminazione va combattuta con de­cisione, che sia chiaro…”

  5. Paolo says:

    L’argomentazione di “evitare semplificazioni o indottrinamento” risulta un pò vecchiotta e stantia.
    Dato che, di complicato, in una normale e naturale variante dell’affettività e sessualità umana non vi è niente è proprio per evitare indottrinamenti ideologici, e i commenti postati dimostrano quanto ce ne sia bisogno, che questi corsi sono importanti.

    • Francesco says:

      I commenti postati dimostrano che il tuo (come il mio) non e’ il pensiero unico. Punto. Quindi perche’ obbligare dei poveri bambini ad ascoltarlo?

      • luca says:

        francesco perchè il tuo e il mio sono pensieri, il fatto che l’omosessualità sia una possibile e naturale variante della sessualità è un fatto… a scuola questo dovrebbero insegnare, i fatti, per le superstizioni avete la chiesa

        • Grillo Parlante says:

          Hai ragione.
          L’esistenza dell’omosessualità è un fatto oggettivo.
          Che essa sia una cosa buona è però un fatto oggettivamente discutibile e un punto di vista non si può imporre per legge.

          • luca says:

            grillo, quindi per te l’omosessualità essendo un fatto negativo va contrastata, cosa proponi? un bello sterminio di massa?

            • Grillo Parlante says:

              Luca, amico mio, tu hai seri problemi di comprensione della realtà, altro che Touring.
              Dove ho scritto che l’omosessualità va contrastata?

  6. Shiva101 says:

    Difficile contrastare l’omofobia se pretendete il diritto di dire pubblicamente che due gay che si amano sono solo dei pervertiti contro natura e che non hanno diritto a vivere insieme, non credete?

    • Francesco says:

      Iniziamo a non dire falsita’; nessuno qui ha mai parlato di pervertiti e che due gay non possono vivere insieme. Dove sta scritto? Forse l’han detto i troll

      • Shiva101 says:

        Non sono falsita, lo dice il catechismo, il quale, per giunta, fa esplicito riferimento alla Bibbia.

        Due gay possono vivere insieme certo, ma clandestinamente, senza che siano riconosciuti in pubblico e senza i diritti a cui dovrebbero aspirare (se non altro perche pagano le tasse come tutti) perche altrimenti la “famiglia” è sotto attacco.

        • Grillo Parlante says:

          Balle, se tu vuoi andare all’inferno nessuno te lo può impedire, neanche il papa.

          • luca says:

            ha ha ha eccolo qui, i gay che si amano e vivono assieme in pace e armonia vanno all’inferno… eccolo qui il vostro pensiero, fantastico, e vorreste addirittura insegnarlo nelle scuole? ma fateci il favore

            • Grillo Parlante says:

              Certo che vanno all’inferno, se non si pentono.
              Questo, per inciso, non è “il mio pensiero”, ma ciò che sostiene indiscutibilmente e inequivocabilmente il cristianesimo da duemila anni.
              Infatti i vostri sofismi e le vostre supercazzole (“pace e armonia”), che pure vi date tanto la pena di sviscerare, in questo ambito, ahivoi, non valgono un accidente.
              Che poi tu parli di questo fatto arcinoto e pacifico come se fosse una cosa inusitata non testimonia certo a favore della tua cultura.
              Insomma, se davvero ti stupisci sei un po’ ignorantello, non ti offendere eh?!.
              L’inferno, però, riguarda l’aldilà, e siccome Dio lascia gli uomini liberi di dannarsi l’anima a loro piacimento, tu nell’aldiqua sei libero di vivere in “pace e armonia” con chi più ti aggrada, però guai a te se ti azzardi a provare ad impedire che io insegni ai miei figli che, se seguiranno il tuo esempio, finiranno all’inferno.

        • Francesco says:

          Shiva, se vuoi parlare della Chiesa, i rapporti omosessuali sono peccato, ma non mi risulta che nella scuola (si sta parlando di questo) valga questo discorso.
          In Italia due gay possono iscriversi nello stato famiglia, pensa (a meno che non vogliano farlo perche’ conviene per motivi fiscali, ma questo con il nuovo ISEE per fortuna e’ stato corretto).

    • Grillo Parlante says:

      Balle.
      1) La libera espressione del proprio pensiero non è una pretesa, ma un diritto costituzionale (per ora!).
      2) E’ vero che l’omosessualità è un disordine morale ed è vero che essa è contro natura (nel senso che, fino alla prova del contrario, da un rapporto omosessuale non possono nascere figli), ma è palesemente falso che ai gay venga impedito di vivere insieme.
      3) No, non crediamo che dicendo la verità non si contrasti l’omofobia, anzi, essa si combatte proprio educando al rispetto di tutte le posizioni, non certo imponendo le idee di qualcuno con la forza. A meno che nel vago concetto di “omofobia” tu non comprenda oltre all’istigazione alla violenza e alla repressione e discriminazione nei confronti dei gay, anche qualsiasi obiezione nei riguardi di un’incondizionata approvazione del comportamento omosessuale.

      • luca says:

        1) da quando in qua un offesa costituisce un pensiero ?
        2) il disordine morale è il tuo che ti poni al di sopra degli altri, il mio comportamento sessuale non è di certo un “disordine morale”.
        se per te contro natura significa non poter procreare per me significa avere i capelli corti. io come ben sai non sono un grande fan dell’italiano e sono sempre disposto a ridefinire le parole, ma certo che dovrebbe essere fatto con un minimo di coerenza… tra l’essere contro natura ed essere sterili ci passa un oceano… ai gay non è impedito di vivere assieme ma certo che agli etero viene semplificato e agevolato il più possibile e ai gay viene complicato il più possibile
        3) sarà ma io non ho mai sentito di attività, iniziative e/o incontri in cui solo accennaste all’odiosa violenza contro i gay, se parlavate di violenza i gay per magia sparivano!

        • Grillo Parlante says:

          1) la differenza tra offesa e libero pensiero non può essere soggettiva, altrimenti io, ad esempio, potrei sentirmi offeso dalla sconcezza di un gay pride pretendere di farlo vietare dall’autorità giudiziaria. Pertanto se è oggettivamente offensivo rivolgere epiteti e deridere una persona omosessuale, certamente non lo può essere in nessun caso sostenere che la famiglia è per natura composta da maschio, femmina ed eventuali figli. Attento, che nella storia chi ha voluto conculcare il libero pensiero prima o poi ci ha sbattuto il grugno.
          2) E’ Dio che giudica non io, quindi se hai delle lamentele riguardo alla tua condizione rivolgiti a Lui e non a me, che ho da pensare ai peccati miei.
          3) io invece ad attività e iniziative in cui si biasima la violenza contro il mio prossimo (gay o non gay) ho partecipato centinaia di volte. Prova anche tu, ad esempio, ad andare a messa la domenica, così ti rendi conto.

  7. Alberto says:

    Mi piacerebbe tanto sapere cosa fanno tutte queste associazioni di famiglie e ex-assessori (della giunta di destra?) alla famiglia contro il bullismo omofobico, visto che ripetono sempre di contrastarlo. Fatemi indovinare? NULLA!
    La verità è che, al di là delle belle parole, il “benaltrismo” di queste associazioni e partiti di destra è figlio di una mentalità che vede il bullismo omofobico come una giusta “pena” per i gay, chissà che a forza di botte non si convertano! Almeno fossero meno ipocriti, alla fine son quasi peggio di Forza Nuova, che per lo meno dice apertamente che di mandarci nei forni o giù di lì!

  8. Jack says:

    Dai trollino scrivi almeno in italiano!

  9. Alessio 1977 says:

    Ormai in Europa, con tanti problemi gravi che ci sono, non si parla altro che di Lgbt, immigrati e banche, che pa..e

    • luca says:

      alessio, guarda che i problemi non sono solo i tuoi ma anche quelli delle persone lgbt e visto che per un 2000 anni circa nessuno si è mai occupato dei problemi e diritti dei gay, ti dispiace se ora è il nostro turno?
      infine, ogni stato si deve occupare assieme di tante questioni più o meno importanti, altrimenti non farebbe mai nulla, perchè qualunque cosa tu scelga di fare ci sarà sempre qualcosa di più importante da fare prima…

      • Alessio 1977 says:

        Si ho capito , Luca, ma secondo me è più grave il problema delle famiglie che non arrivano a fine mese,dei nostri giovani senza lavoro, dei pensionati alla fame, delle imprese che chiudono e del fondamentalismo islamico che avanza , tanto per citare degli esempi, in Europa sta diventando un’ossessione sto fatto del sei gay ,non sei gay, sei omofobo, non sei omofobo,,attualmente le priorità sono altre,senza voler offendere niente e nessuno.Dalle mie parti ci sono centinaia di lavoratori che hanno perso il lavoro e sono esasperati, come in tante zone d’Italia,non credo che per il momento abbiano tanta voglia di occuparsi della diatriba tra gay e omofobi.

        • luca says:

          alessio, allora lasciateci vincere la nostra battaglia, vedi che poi non se ne parla più… cmq questa storia che ora ci sono problemi più gravi la sento da che ho cominciato ad avere una vita sociale gay, 1994!!! i problemi li avrete sempre e i vostri problemi vi sembreranno sempre più importanti dei nostri.
          come ti ho detto ci sono sempre cose più urgenti, uno stato deve mandare tutto avanti, non solo quello che fa a comodo a te, la tua è solo una scusa!

          • Alessio 1977 says:

            Luca, tu ti preoccupi solo dei problemi del tuo orticello, il mondo è grande,tu ragioni come tanti che quando hanno la pancia piena loro, hanno la coscienza a posto.

            • luca says:

              no, caro mio, ma ripeto, di noi non ci si è occupati per 2000 anni ora scusate ma sistemiamo un paio di questioni che ci riguardano, e come ho detto 1000 volte in una casa non si seguono solo le questioni più urgenti, altrimenti staremmo freschi.
              cmq se volete smettere di parlare di noi è facile, dateci il matrimonio e fine dei problemi

              • alessio 1977 says:

                I problemi più urgenti hanno la priorità . ai problemi meno gravi non si dà un’importanza eccessiva.

  10. Luigi Renzi says:

    Un progetto simile è auspicabile anzi urgente in una città dal fascismo strisciante, anzi sempre più evidente, come Roma. Per fortuna che c’è Marino! L’insanabile cotrasto tra voi cattolici borghesi di destra e uno come me che si ritiene sì cristiano ma non certo in linea in tutto e per tutto col Vaticano è che voi volete che l’omosessualità sia al massimo tollerata, in nome del rispetto della persona umana…..purchè gli omosessuali non pretendano di essere considerati gente normale, come tutti gli altri, ma come dei poverini che hanno nella vita la “croce dell’omosessualità….eheh come dite voi: ognuno c’ha la croce sua!…e invece il punto è proprio questo: l’omosessualità è una semplice cartteristica di alcune persone, normalissima, come l’esser mancini, tanto per fare un esempio….non a caso, fino a pochi anni fa ai bambini mancini si voleva imporre di usare la destra, con gravi danni a livello cognitivo e non solo…e questo perchè le differenze, le minoranze hanno sempre dato fastidio, ahimè….Ben venga allora che si educhino i ragazzi a capire che l’eterosessualità non è la norma assoluta della vita affettivo-sessuale…bisognerebbe iniziare fin dall’infanzia a far capire questo ai bambini, ad esempio con i cartoni animati: accanto ai soliti topolino e minnie, ken e giulia, paperino e paperina e chi più ne ha più ne metta ci vorrebbero anche personaggi omosessuali…semplicemente perchè nella realtà delle cose

    • giovanni says:

      Luigi Renzi, ancora con sta palla che si impediva di usare la mano sinistra perchè le minoranze , le differenze ecc. ecc…………. ti do una dritta, anni fa a scuola, si proibiva di usare la mano sinistra per il semplice fatto che si scriveva con penna e calamaio. Scrivendo da sinistra a destra con l’inchiostro ancora liquido, (asciugava dopo qualche minuto!) si imbrattava quaderno, banco e pure il grembiule.

      • marzio says:

        Io ho due nipoti mancini, e nessuno ha mai detto loro un tubo, quindi….

      • Anonimo says:

        ” anni fa a scuola, si proibiva di usare la mano sinistra per il semplice fatto che si scriveva con penna e calamaio. ”

        Ho visto mancini scrivere con la stilografica, con qualche piccola accortezza. Per cui questa è un’argomentazione che non sta in piedi: erano ben altri i “motivi” per cui vietavano l’uso della “mano del diavolo”.

        • Grillo Parlante says:

          Suvvia, signor Anonimo che un giorno hai visto un tuo amico scrivere con la stilografica (!), perché non ce li spieghi tu per benino i “ben altri” motivi per i quali la sinistra era considerata la “mano del diavolo”?

    • Francesco says:

      Luigi, non mi rreputo un cristiano perfetto, ma ti invito a parlarne almeno con un sacerdote, delle tue convinzioni, perche’ non mi sembra che Gesu’ ci abbia dato questo messaggio…

    • mike says:

      insomma è come se uno mi dice che la luna brilla più del sole e io gli chiedo come può essere e lui mi ri-dice che la luna brilla più del sole. in pratica non vi rendete conto ma non avete molti argomenti. solo la variante naturale, l’APA. casomai è la gente che non vi capisce. e che vi perseguita (e questo è falso). ed in più volete una legge pro vobis così nessuno può più parlare. io in tutto questo vedo solo arroganza, supponenza, ed un certo vittimismo che un po’ sarà veramente sentito ma un po’ è recitato. e qui andiamo sul discorso dei lupi travestiti da agnelli.

      • mike says:

        beh un po’ vi rendete conto di non avere molti argomenti. aivoglia.

      • luca says:

        mike in te vedo solo cattiveria, violenza, odio e narcisismo… tu sei superiori agli altri, la tua famiglia è superiore alla mia, la tua religione è superiore alle altre, etc
        mike un giorno se hai ragione finirai all’inferno e io sarò in paradiso con i martiri

        • mike says:

          non prendermi in giro. martiri? forse nei paesi afroasiatici. poi sull’aldilà leggi 1Cor 6, 9-10. che tra l’altro riguarda varie categorie di persone.
          poi visto che ti chiami o ti fai chiamare luca leggiti Lc 21, 10-12 e Lc 21, 25-28. e anche 2Tm 3, 1-7. io sono cauto su certe cose ma se paragono lescritture a certi fenomeni naturali di cui sentiamo parlare mi vengono i brividi.
          anche la statua del cristo a rio è stata danneggiata da un fulmine nel dito medio destro. il dito medio è detto il dito di saturno (cronos in greco, era il dio del tempo). il fulmine evoca una frase di Gesù sull’ultimo giorno che sarà come la folgore che brilla da oriente ad occidente. tutto pare come dirci che il tempo, dei pagani e della pazienza di dio, sta per terminare.

          • mike says:

            sul narcisismo hai leggermente ragione. un po’ ce l’ho. ma per fortuna ho un forte senso del ridicolo, per cui se esagero mi fermo. e mi vergogno come se fossi un ladro.

  11. giovanni says:

    Federica Costantini, forse i f….i non mangiano i bambini, il rischio che corrono è di tutt’altro genere, e non so se è meglio di essere mangiati………

    • luca says:

      no giovanni quelli sono i rischi che si corrono ad andare in parrocchia…

    • Alberto says:

      Giovanni, perché la prossima volta non provi a dare del f….. a questo qui?
      http://www.youtube.com/watch?v=3ZeUfjENB3s

      Vediamo se ne hai il coraggio e poi cosa ti succede!

      • ChiccaMareBlu says:

        Ecco, passiamo alle minacce, tipico degli esterofili come te.

        • ChiccaMareBlu says:

          *eterofobi

        • Diabolik says:

          Alberto e soci, ancora una volta,senza offesa, per pura curiosità, ma se gli articoli di Tempi vi stanno tutti indistintamente sulle pa..e, che ca..o li leggete a fare ?Cambiate rivista!

          • luca says:

            perché qui troviamo le persone che più si oppongono alla nostra felicità… se solo riuscissimo a far raggiornare voi, poi potremmo vivere tutti felici e contenti, noi con le nostre famiglie e voi con le vostre

            • Alessio 1977 says:

              Luca,senza offesa, ma tu secondo me sei il classico ragazzo benestante che non avendo nulla da fare naviga su Internet 24 ore al giorno

              • luca says:

                no studente/ricercatore che si prende delle pause.
                se lavori al pc è facile e prende poco tempo leggere una cosa qui e lasciare un messaggio…. ps non muoio di fame

                • Alessio 1977 says:

                  Lo immagino che tu non muoia di fame ,Luca, e sono contento per te, però ecco,ricordiamoci di coloro che sono vicini al morir di fame, e ultimamente vivono ai limti dell’indigenza in Europa, in tale modo riusciremo a dare meno peso al fatto di essere gay o no.

        • Alberto says:

          Nessuna minaccia. Solo non mi piace chi fa il gradasso da tastiera e mi chiedo se sarebbe capace di tenere il suo punto anche di fronte ad un gay che non ricalca lo stereotipo effeminato che avete sempre in mente voi!

      • FrancescoB says:

        Ma chi è, quel poliziotto che se l’è data a gambe levate di fronte a un rapinatore disarmato e claudicante che stava depredando un anziana signora? Mi pare proprio lui…

        • Alberto says:

          Ed ecco il gradasso da tastiera puntuale con un orologio svizzero! Sta certo che questo il rapinatore non lo lascerebbe scappare, né permetterebbe a te di passarla tanto liscia per certe affermazioni. Comunque anche in Italia c’è una associazione di poliziotti gay, tanto per dire…

          • Giannino Stoppani says:

            E tu, con codesto tono che adoperi, in cosa ti differenzi da un “gradasso da tastiera puntuale con un orologio svizzero”?
            P.S.: casomai uno è puntuale COME un orologio svizzero.

  12. luca says:

    ovvero, permettiamo alle approssimative credenze omofobiche dei genitori di riscrivere la realtà e la scienza? mi dispiace ma non sono d’accordo con il fatto che ci si debba accordare con i genitori per decidere ciò che è vero da ciò che non è vero!

  13. luca says:

    vi do due notizie che vi potrebbero interessare:
    arcigay ha raccolto 54000 firme contro la legge antiomofobia, la legge così com’è non piace neanche a noi gay,
    un ragazzo di 20 anni attivista gay si è suicidato ieri con in mano una bandiera rainbow perchè la sua famiglia non lo accettava… certo voi si che sapete educare e proteggere i vostri figli

  14. Rita says:

    Per tutti i giovani e le giovani che si stanno rendendo conto di non far parte della maggioranza. Nonostante certa gente retrograda e imbottita di vecchi pregiudizi e cattiveria (qui abbondano) le cose stanno cambiando. Forza e coraggio! http://www.lecosecambiano.org/

    • Francesco says:

      Per la gente che invece crede che Gesu’ e’ venuto a salvarci, tutti, e vuole un uomo migliore e quindi un uomo migliore consiglio un altro sito: http://www.tempi.it

    • Luca_P says:

      lecosecambiano.org
      ossia CorrieredellaSera.it, il che è tutto dire, gli illuminati sempre in prima linea.

    • giovanna says:

      Eddai, caro “rita”, saremo cattivissimi , ma non rimbambiti come te che posti lo stesso messaggio pari pari sotto almeno due articoli , ma chissà sotto quanti altri ! e sforzati un pochino , mettici del tuo, un pochino di verità ! E toglimi una curiosità, anche se come in passato non risponderai, perché non sei una persona vera, solo propaganda, ma questi giovani non retrogradi sono nati da una mamma e un papà, oppure no? Che dici, sono nati da un uomo e una donna? che antiquati e imbottiti di pregiudizi anche loro !

  15. Luca_P says:

    Basta non se ne può più, è tempo di reagire, fuori dalle balle certa gente.
    La scuola pubblica è finita, ormai chi vuole fornire un adeguata istruzione ai propri figli è obbligato a rivolgersi a strutture private.
    Le associazioni cristiane dovrebbero, valutare l’ipotesi di realizzare nuove scuole paritarie, affinchè ci sia una vera offerta formativa.

    • Francesco says:

      Luca_P, qui non si parla di adeguata istruzione, ma di “indottrinamento” e “propaganda” ideologica senza il coinvolgimento delle famiglie. Che sara’ imposta anche alle paritarie…

    • luca says:

      si si luca, vai a vedere il film carry, è perfetto per te!
      vai ad insegnare ai tuoi figli che ci sono gli angioletti e i diavoletti e poi li fai pregare per 4 ore al giorno, tanto la storia, la matematica e la cultura in genere se c’è la fede a cosa servono

  16. Gianvito says:

    Vogliono strumentalizzare le parole di papa Francesco, l’omosessualità è contro Dio e quindi contro natura lo dice la bibbia! Romani 1, 26-29:
    [26]Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura.[27]Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento. [28]E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa d’una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno,[29]colmi come sono di ogni sorta di ingiustizia, di malvagità, di cupidigia, di malizia; pieni d’invidia, di omicidio, di rivalità, di frodi, di malignità;

    • luca says:

      la bibbia ve la siete scritta e riscritta come vi pare mille volte, traduzioni e aggiunte vai a vadere cio che è vero

  17. Gianvito says:

    Vogliono strumentalizzare le parole di papa Francesco, l’omosessualità è contro Dio e quindi contro natura lo dice la bibbia! Romani 1, 26-27:
    [26]Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura.[27]Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento.

  18. Maria Di Chio says:

    Più di 50 anni fa ero una bella ragazza ventenne, gli uomini si voltavano a guardarmi. Avevo un amico della stessa età, omosessuale dichiarato volutamente nel modo di vestirsi e di muoversi, bello e intelligente. Andavamo insieme a Venezia per mostre. Nessuno ci ha mai molestato o offeso, a volte solo qualche risatina, che ignoravamo con sovrana indifferenza. E allora la pratica religiosa era molto, molto più diffusa, i credenti erano la maggior parte della popolazione. Il Veneto era cattolicissimo. E adesso con i credenti ridotti ad una minoranza sparuta, con una totale libertà sessuale per tutti, con il matrimonio in rapido declino, con nascite ridotte sotto una soglia pericolosa per il rinnovo della nostra popolazione e per la nostra economia, gli omosessuali si scoprono perseguitati, odiati, maltrattati e smaniosi di sposarsi e di avere figli, sfruttando per quanto riguarda le coppie maschili le donne povere, costrette a vendere i loro ovuli a scapito della loro salute. Ridicoli e ipocriti!

    • Picchus says:

      Cara Maria, c’è una cosa di cui gli attivisti omosessuali non si rendono conto, ovvero che vogliono costruire e stanno costruendo una società barbara, ma in una società barbara la loro vita sarà presto un inferno. Invece di lottare per mantenere in piedi quei principi di civiltà che le miopi e criminali classi dominanti stanno cercando di smantellare attraverso ideologie tanto ridicole quanto pervasive e pericolose, loro si prestano a fare i loro servi sciocchi. E’ proprio vero che gli dei accecano coloro che vogliono perdere.

  19. Picchus says:

    Dunque, fatemi capire. Gli attivisti gay si lamentano perché i cattolici (ma perché solo i cattolici?) sarebbero ossessionati dall’omosessualità e ne parlano sempre. Però loro pretendono di stravolgere consuetudini e legislazioni nazionali e imporre persino nelle scuole e in ogni ambito sociale le loro ridicole teorie sul gender. Ma sono i cattolici a non pensare ad altro. Logica impeccabile, non c’è che dire…

    • Francesco says:

      E’ preche’ pensano che il cristianesimo sia una cosa avulsa dalla realta’, che non sia per il bene dell’uomo

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download