Google+

Papa Francesco: «I poteri mondani vogliono ridurre la religione a cosa privata»

novembre 28, 2013 Redazione

«I cristiani che soffrono tempi di persecuzione sono una profezia di quello che ci accadrà a tutti». L’omelia alla Casa Santa Marta di oggi

Papa Francesco, questa mattina nell’omelia alla Casa Santa Marta, ha detto che esistono «poteri mondani» che vorrebbero ridurre la religione a «una cosa privata». Commentando le letture, il Pontefice ha notato come esista una «tentazione universale» di farsi blandire dalle promesse del Potere, anziché avere fiducia in Dio. Così accadde anche a Gesù, che dovette patire «insulti» e «calunnie» nella sua vita pubblica, fino alla prova estrema: la Croce. Parlando dello sconvolgimento finale del mondo, Cristo «ci dice che sarà una profanazione del tempio, una profanazione della fede, del popolo: sarà la abominazione, sarà la desolazione della abominazione. Cosa significa quello? Sarà come il trionfo del principe di questo mondo: la sconfitta di Dio. Lui sembra che in quel momento finale di calamità, sembra che si impadronirà di questo mondo, sarà il padrone del mondo». In quel momento, nel momento della «prova finale», ha spiegato papa Francesco, avverrà la «profanazione della fede» e sarà imposto «il divieto di adorazione».

CRISTIANI PERSEGUITATI. Ma tutto ciò, ha proseguito il Pontefice, ha a che fare anche con l’oggi. «Non si può parlare di religione, è una cosa privata, no?», ha detto. «Di questo pubblicamente non si parla. I segni religiosi sono tolti. Si deve obbedire agli ordini che vengono dai poteri mondani. Si possono fare tante cose, cose belle, ma non adorare Dio. Divieto di adorazione. Questo è il centro di questa fine. E quando arrivi alla pienezza – al “kairos” di questo atteggiamento pagano, quando si compie questo tempo – allora sì, verrà Lui: “E vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria”. I cristiani che soffrono tempi di persecuzione, tempi di divieto di adorazione sono una profezia di quello che ci accadrà a tutti».

I CAPELLI DEL NOSTRO CAPO. Ma tutto questo non deve farci disperare. «Non abbiamo paura, soltanto Lui ci chiede fedeltà e pazienza. Fedeltà come Daniele, che è stato fedele al suo Dio e ha adorato Dio fino alla fine. E pazienza, perché i capelli della nostra testa non cadranno. Così ha promesso il Signore. Questa settimana ci farà bene pensare a questa apostasia generale, che si chiama divieto di adorazione e domandarci: “Io adoro il Signore? Io adoro Gesù Cristo, il Signore? O un po’ metà e metà, faccio il gioco del principe di questo mondo?”. Adorare fino alla fine, con fiducia e fedeltà: questa è la grazia che dobbiamo chiedere questa settimana».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Enrico scrive:

    Da rimanere senza parole…

  2. marco scrive:

    è vero quelche dice il papa, ma io penso che il potere del diavolo in realtà diminuisce ogni giorno e la sua apparenza o apparente vittoria vale molto meno di quel che si era previsto nella Bibbia, realmente si può pensare che gli italiani vogliano i matrimoni gay, che l’euro possa continuare depredando i popoli del sud cosìcome sta facendo che le banche possano fare la voce grossa agli stati in tutto eper tutto e che tutti debbano per forza essere dei vendipatria e che tutto quel che ha detto e dice la tv sia stato creduto o sia creduto oggi?
    Davvero il diavolo crede che le persecuzioni ai cristiani siano senza conseguenza per lui? che Cristo debba essere re temporale è chiaro che sì. Basta vedere cosa l’aberrazione del discorso di Obama quando dice che ogni religione e minoranza debba essere rispettata e che non si sa quale sia la verità… ma sela verità è qualcosa di oggettivo realista, se uno si inventa una religione nuova setta nella quale si istiga al suicidio, verrà la polizia con l’accusa di istigazione al suicidio e quindi voglio dire che non tutte le religioni possano avere la stessa dignità non è questione di religione ma di legge oggettività e legge naturale, non nemmeno questione di giudici come si fa a credere che i giudici siano la verità assoluta e che non si possano discutere quel che sentenziano manco fossero Dio… E’ chiaro allora che non hanno ragione e che invece di avere una vittoria vera poi avranno una sonora sconfitta e che quindi l’establishmet dovrà cambiare. Nella Bibbia si dice pure che satana sarà incatenato e rinchiuso per “mille anni” perchè quando uno ha rotto ha rotto sia chiunque cosa sia.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana