Google+

«Oltre 100 mila cristiani uccisi per la loro fede ogni anno»: la «scioccante» dichiarazione all’Onu del Vaticano

maggio 29, 2013 Redazione

È quanto dichiarato ieri da monsignor Silvano Maria Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede all’Onu, a Ginevra

«Indagini credibili sono arrivate alla scioccante conclusione che oltre 100 mila cristiani vengono uccisi ogni anno per motivi che hanno una qualche relazione con la loro fede». È quanto dichiarato ieri da monsignor Silvano Maria Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede all’Onu, a Ginevra. Più volte si è parlato delle persecuzioni dei cristiani, soprattutto in Africa, Asia e Medio Oriente, ma i numeri forniti ieri parlano di proporzioni prima sconosciute.

INTOLLERANZA E TERRORISMO. Oltre a coloro che vengono uccisi, continua monsignor Tomasi, ci sono tantissimi cristiani che subiscono «la distruzione dei loro luoghi di culto, lo stupro e il rapimento dei propri leader», come avvenuto un mese fa a due vescovi ortodossi ad Aleppo, in Siria. La responsabilità è dovuta «al fanatismo, all’intolleranza, al terrorismo e a leggi discriminatorie», presenti anche in Europa e in Occidente, «dove la presenza cristiana è stata storicamente parte integrante della società» ma oggi si tende a «marginalizzare il Cristianesimo nella vita pubblica». In alcuni paesi si arriva addirittura a «restringere la capacità delle comunità di fede di portare avanti i loro servizi caritatevoli».
LIBERTÀ RELIGIOSA. Dopo aver ricordato che il Cristianesimo è da sempre al servizio del bene dell’uomo, dovunque si trovi, e dopo aver elencato alcuni servizi, dalla sanità all’educazione, garantiti dalla Chiesa cattolica a tutti, a prescindere da razze e religioni, l’Osservatore permanente della Santa Sede ha concluso il suo discorso riprendendo le parole di papa Francesco nel Messaggio per il 17esimo Centenario delle celebrazioni per l’Editto di Milano: «Sia ovunque rispettato il diritto all’espressione pubblica della propria fede e sia accolto senza pregiudizi il contributo che il cristianesimo continua ad offrire alla cultura e alla società del nostro tempo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana