Google+

Olanda, aumentano ancora i casi di eutanasia nel 2016: sforata quota 6.000

aprile 15, 2017 Leone Grotti

L’anno scorso sono morte 6.091 persone con l’eutanasia, +10% rispetto al 2015, +317% rispetto al 2006. Sempre più dementi e malati psichiatrici uccisi

casi-eutanasia-olanda-2016

Continuano ad aumentare i casi di eutanasia in Olanda. Secondo l’ultimo rapporto pubblicato dal governo, nel 2016 sono morte 6.091 persone, il 10 per cento in più rispetto all’anno scorso. Nel 2015, infatti, l’eutanasia attiva e passiva aveva riguardato ufficialmente 5.561 persone. Ad oggi, quindi, la “buona morte” causa in assoluto il 4 per cento dei decessi.

AUMENTO DEL 317%. Negli ultimi 10 anni c’è stato un aumento complessivo del 317%, ma stiamo parlando soltanto dei numeri dichiarati ufficialmente dai medici. L’ultimo studio quinquennale condotto sull’iniezione letale, pubblicato su Lancet nel 2012, indica che il 23 per cento di tutti i suicidi assistiti non viene riportato dai medici. I casi reali dovrebbero dunque superare di gran lunga i 7.000.

UCCISI DEMENTI E PSICHIATRICI. La maggior parte delle persone ha scelto la “buona morte” a causa di un tumore, ma sono in costante aumento le persone dementi che vengono uccise, spesso senza il loro consenso. A gennaio per la prima volta la Commissione di controllo ha girato alla procura uno scandaloso caso di eutanasia in cui una paziente, affetta da demenza, è stata drogata e poi uccisa nonostante non avesse richiesto l’iniezione letale. Secondo il Commissione il dottore «si è spinto troppo oltre ma non è necessario punirlo». L’anno scorso 141 dementi sono stati uccisi, contro i 109 del 2015. Sono 60 i pazienti affetti da problemi psichiatrici uccisi, contro i 56 del 2015.

eutanasia-olanda-2016-dati

«VITA COMPLETA». Le maglie della legge sulla “buona morte” sono già state estese all’inverosimile, ma alcuni partiti vogliono andare oltre e continuano a proporre, per ora senza successo, la cosiddetta “kill pill”, ovvero una pillola per l’eutanasia da recapitare a tutti coloro che abbiano compiuto i 75 anni e ritengano la loro vita «completa». L’opzione è prevista anche per chi è in perfetta salute e la Royal Dutch Medical Association sta tentando di resistere all’ennesimo rilassamento della legge: «Permettere agli anziani in salute di ottenere il suicidio assistito a fronte di un reale e deliberato desiderio di morte è indesiderabile per obiezioni di principio e pratiche».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

Dal 2019 la Dorna organizzerà la Moto-e World Cup, primo Campionato mondiale con mezzi ad alimentazione elettrica. Le moto saranno le italianissime Energica

L'articolo Moto-e World Cup il mondiale è elettrico proviene da RED Live.

3.500 km dalla Finlandia all’Italia accompagnati da una costante tormenta di neve insegnano qualche trucco su come affrontare il bianco manto invernale. La tecnologia moderna applicata alle auto aumenta la sicurezza ma la differenza la fa sempre chi guida.

L'articolo Guida sulla neve – Consigli per guidare in sicurezza proviene da RED Live.

Forse non sarà la supercar più aggraziata sulla faccia del Pianeta, ma è senza dubbio la McLaren più estrema mai realizzata. Il suo nome è Senna, in omaggio all’indimenticabile pilota brasiliano, e il peso a secco è da urlo: 1.198 kg. L’erede della hypercar P1, contrariamente ai rumors che la volevano ibrida come l’antenata, rinuncia […]

L'articolo McLaren Senna: la più estrema di sempre proviene da RED Live.

Il preparatore americano Hennessey sembra avere un’unica missione nella vita: lasciare a bocca aperta. Dopo aver creato sia la Venom GT, hypercar in grado di toccare i 435 km/h grazie a un V8 7.0 biturbo da 1.451 cv, sia l’evoluzione Venom F5, accreditata sulla carta di una velocità massima di oltre 480 km/h, ora si […]

L'articolo Hennessey VelociRaptor 6×6: forza bruta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download