Google+

Nigeria, Boko Haram conquista Damboa e issa la sua bandiera nera sulla città. È l’inizio del califfato nigeriano?

luglio 22, 2014 Leone Grotti

Oltre 15 mila persone sono scappate dopo l’attacco di venerdì. Per la prima volta l’esercito non è riuscito a riprendere la città, che è ancora nelle mani dei terroristi

I terroristi islamici di Boko Haram «hanno assunto il controllo della città di Damboa». Quanto riferito da un vigilante locale alla Bbc è una preoccupante novità per lo Stato di Borno, nella parte settentrionale della Nigeria. Solo nella prima metà del 2014, gli islamisti hanno ucciso almeno 2100 persone in 100 diversi attacchi ma non erano mai riusciti ad insediarsi in un territorio.

MIGLIAIA IN FUGA. Oltre 15 mila persone sono fuggite da Damboa, tra le più importanti città di Borno, e dai villaggi circostanti sabato scorso, dopo che Boko Haram ha attaccato la città venerdì uccidendo almeno 40 persone e piantando la sua bandiera nera come segno di conquista. Al contrario di tutti gli altri attacchi, simili nell’esecuzione, questa volta l’esercito nigeriano non è riuscito a riprendere la città.

«ISSATE LE BANDIERE NERE». Il portavoce dell’esercito Chris Olukolade ha dichiarato che «sta aumentando» la presenza militare nell’area e che «non concederemo neanche una piccola porzione del nostro paese» ma per ora la realtà è un’altra. Secondo il vigilante locale, scappato dalla città dopo aver finito le munizioni, «Boko Haram ha creato dei check point lungo la strada che collega Damboa alla foresta di Sambisa e fa pagare un pedaggio a chi vuole passare. I terroristi hanno issato le loro bandiere all’entrata della città e sul municipio, dopo aver conquistato anche la caserma militare».

CALIFFATO NIGERIANO? Pochi giorni fa il leader di Boko Haram Abubakar Shekau aveva parlato in un video mostrando apprezzamento per la creazione del califfato in Iraq e Siria da parte di Al Baghdadi, leader dello Stato islamico. Si teme ora che i terroristi abbiano cominciato a dare corpo alla volontà più volte annunciata di trasformare anche la Nigeria in un califfato, cacciando tutta la popolazione cristiana.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Si infiamma il segmento delle hatchback sportive. La Renault non resta a guardare e risponde alle rivali più agguerrite del momento, vale a dire Ford Focus RS e Volkswagen Golf R, con la nuova generazione della Mégane RS. Attesa al debutto in occasione dell’imminente Gran Premio di F1 di Montecarlo, la media ad alte prestazioni […]

L'articolo Renault Mégane RS 2017: debutta a Montecarlo proviene da RED Live.

Con la nuova Micra, Nissan ha voltato pagina. La più recente generazione dell’utilitaria giapponese, presentata nel 2016, è infatti cresciuta nelle dimensioni – è più lunga di 17 cm e larga di 7 cm rispetto al vecchio modello – si è ispirata esteticamente alle SUV Qashqai e X-Trail, ha beneficiato di una linea aggressiva e […]

L'articolo Nissan Micra, si amplia la gamma proviene da RED Live.

Come uno scultore affina le proprie opere, così MINI dedica una serie di aggiornamenti ai modelli in gamma, concentrati principalmente sull’ampliamento delle dotazioni, delle combinazioni di colori e dell’offerta di motori. Protagonista principale è la crossover Countryman, ma beneficiano di una ventata di novità anche la hatchback e la Clubman. Le vetture in configurazione 2017 […]

L'articolo MINI model year 2017: una ventata di novità proviene da RED Live.

Ti guarda attraverso il finestrino semi abbassato, sorridendo sornione. Stringe tra le mani il volante di una Classe E (serie W211) del 2007 e, con malcelato orgoglio, ti dice che lui, con quell’auto, ha percorso 500.000 km limitandosi alla manutenzione ordinaria. Poi, quando scatta il verde, saluta con la manina e ti lascia lì, impietrito. […]

L'articolo Long run Mercedes-Benz E220d proviene da RED Live.

Continua l’offensiva Skoda nel segmento delle SUV. Dopo la Kodiaq, ecco debuttare in veste definitiva la Karoq, erede della conosciuta Yeti. Quest’ultima, sul mercato dal 2009, esce definitivamente di scena, cedendo il passo a una moderna, ma esteticamente più convenzionale, crossover dalle dimensioni compatte. 32 cm più corta della Kodiaq La nuova Karoq, “gemella diversa” […]

L'articolo Skoda Karoq: profumo di Tiguan proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana