Google+

E se Ncd si sfilasse dal governo Renzi? Non ci si può sempre allineare su tutto

gennaio 16, 2016 Luigi Amicone

C’è un’altra Europa che rifiuta di sottomettersi ai dogmi del sessualsocialismo americano. Cari Alfano e Lupi, sfilatevi e avrete davanti una prateria

renzi-alfano-ansa

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Da buon servitore dei poteri euroatlantici Matteo Renzi ha completamente dimenticato la sua adesione convinta al Family Day 2007 e adesso fa addirittura l’esagerato voltagabbana a dare la sua ferma adesione al ddl Cirinnà. «Mi vergogno di vivere in un Paese che non riesce a fare questo passo avanti sui diritti». Piuttosto, non ti vergogni di vivere in un Paese in cui resta lettera morta la Costituzione che «riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio» (articolo 29) e che «agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia, con particolare riguardo alle famiglie numerose» (articolo 31)?

Lo capiamo bene: bisogna credere in qualcosa per non subire la tirannia del complesso industriale che ha reso l’Occidente un somarello genericamente gay. Stiamo tagliando le radici su cui è impiantata ogni società. E probabilmente gli stessi che ci mandano l’Isis a scatenare l’immigrazione selvaggia mentre ci comprano aziende e città, sono volentieri ingaggiati in questo nostro harakiri. D’altra parte, come spiegare una Hillary Clinton eroina dei diritti Lgbt con i finanziamenti dell’Arabia Saudita? Cosa significa un movimento Lgbt fieramente avverso alla Chiesa cattolica e alla Russia di Putin, ma mai visto in azione antiomofoba davanti alle ambasciate delle monarchie integraliste e delle moschee d’Arabia?

Insomma, questo è il quadro: da che l’uomo, e soprattutto la donna, sono entrati in Borsa (commerci di ovuli, produzione di embrioni, uteri in affitto, bambini à la carte), dogma e legislazioni gay sono diventati “lo spirito del capitalismo”. Perciò, se c’è un punto di Archimede su cui l’anomalia italiana dovrebbe continuare a esercitarsi (soprattutto adesso che dobbiamo fare i conti con il nostro disastro demografico a fronte dell’esplosione demografica dei paesi di emigrazione), è proprio quello del rilancio di politiche che mettano al centro l’alleanza uomo-donna. Seguendo l’esempio dei paesi non allineati al sessualsocialismo di Obama e a una società che viaggia alla media di 354 stragi in 330 giorni (perché ci sono troppe armi o perché la disgregazione sociale americana, grazie anche a una correttezza politica folle e a una legislazione radical chic squinternata, trova sempre più schietta documentazione negli squilibrati che se non prendono lo psicofarmaco – e sono ormai il 25 per cento dei giovani americani – danno fuori di testa?).

Caro Ncd, cari Alfano e Lupi, avreste davanti una prateria se solo vi sfilaste dal fare la foglia di fico al proconsole obamiano in Italia, e seguiste l’altra Europa, quella che da Varsavia a Budapest si ribella all’industria e al totalitarismo gayo. Alfano può mettersi di traverso e decretare la fine del governo Renzi. E di conseguenza, mentre il Pd ansima per il voto islamico e le quote gay, Lupi può addirittura candidarsi a sindaco di Milano. Con il beneplacito del popolo che ne ha piene le tasche della Repubblica favorevole a tutto, tranne che al buon senso e alla propria gente.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

29 Commenti

  1. anna scrive:

    Condivido quanto scritto dal Direttore che ringrazio per aver parlato molto chiaro.
    Vorrei essere aiutata a capire .

    Hanno dato il permesso per il raduno del Family Day il 30 gennaio, ma il ddl Cirinna’verra’votato il 28!!!
    L’impatto di un popolo di famiglie e’stato arginato in questo modo?
    Non vogliamo un contentino, desideriamo difender i nostri diritti,la famiglia ed ssere ascoltati da un governo NON eletto dal popolo che decide sopra le teste dei suoi cittadini di cambiare la costituzione. Neppure un referendum e’stato proposto .

    CREDO CHE LA RESPONSABILITA’DEI POLITICI FARA’LA DIFFERENZA.

    N.b. io ero a Roma in giugno, e ci saro’il 30 gennaio.

  2. Francesco scrive:

    Magari caro direttore.
    Non se ne può più di tanti partitini moderati che dicono le stesse cose, stessi principi ma vivono in raggruppamenti totalmente diversi. Spero sia giunta l’ora di riportare le cose al proprio posto. Ve lo chiedono gli elettori, che si sentono sempre più soli e accerchiati da strane ideologie.
    Cari politici moderati fate modo di incontrarvi, verificate fino in fondo la possibilità di collocarvi in un unico naturale raggruppamento. Grazie

  3. beppe scrive:

    per sfilarsi dal governo ci vorrebbero politici con palle e contropalle….e quelli di ncd non ce le hanno

  4. claudio zengarini scrive:

    Bello, una incisività lapidaria di cui c’è gran bisogno, a dispetto del convegnismo di qui dove ormai, ritenendoci perdenti, releghiamo la ns. vita, come in un sistema di circolazione extra-corporeo, che altrove, invece, è fisica, è dentro e fuori, si respira, è nel sangue.
    Una volta un amico mi ha detto “non oserai dire che là è meglio di qua” (non entro più nel merito di queste deduzioni e mi tengo la mia opinione al riguardo), ma mi ha positivamente stupito il fatto che i parlamentari della Romania, quando un paio d’anni fa sono arrivate le “indicazioni” dall’Unione Europea pro gender, hanno risposto seduta stante con quello che noi chiameremmo un “vaffa” : “Abbiamo avuto 50 anni di comunismo che ha cercato di cambiarci la testa e adesso arriva la UE a tentare di fare la stessa cosa!”

  5. Caterina scrive:

    Mancano oltre due anni alle elezioni, veramente pensate che gli eletti rinuncerebbero a due anni certi per un futuro molto ma molto incerto? Illusi

    • giovanna scrive:

      Cara trollona,qui Caterina, non è detto che tutti debbano per forza essere gretti come te.
      Certo, sono molti ad essere gretti come te, ma non tutti.
      Vedremo.

      • Alfredo scrive:

        capito ? non permetterti di contestare le “persone vere”, Trollona !
        il livello di immondizia di questi ” articoli ” e relativi “commenti” e’ semplicemente nefando. Odio puro,e sistematico,dietro anonimato. Non spandete altro che odio. E pensare che per questa roba che di italiano non ha veramente nulla tirate anche in ballo la religione…io spero che francesco non si lasci trascinare nella rovina da voi.

      • alfred scrive:

        stai tranquilo amicone,approviamo la legge con i m5s. se poi vuoi una crisi di governo,benone. abbiamo giusto un po’ di cose da sistemare in termini di laicita’ e finanziamento pubblico.

        • giovanna scrive:

          Trollona, nick nuovo ( Alfred ) , ma sempre la stessa sbobba stantia !
          Ma a che servirà poi questa girandola di horror-nick, effetto psycho, lo sai solo tu.

          • Menelik scrive:

            Roba da matti !
            Gliel’hanno fatto capire in tutti i modi che è ospite in casa d’altri gradita come un pesce fradicio nel frigo, però è inchiodata lì, non se ne va.
            Gli stessi slogan, la stessa sbobba riscodellata seimila volte.
            O è pagata per trollare qua, o è talmente infervorata di politica militante che ha perso il senso del pudore.

            • Toni scrive:

              O disturbo mentale serio o è pagata a fare il solito volantinaggio. Non c’è alternativa.

              • giovanna scrive:

                Toni, la prima che hai detto, lo sai pure tu.
                Una persona normale non riuscirebbe nemmeno a pagamento ad essere così molesta, rischiando poi di essere controproducente per la causa.
                I molestatori non piacciono a nessuno.

                Menelik, le rimbalza tutto, ma proprio tutto, ha qualche problemino psichiatrico, l’ha ammesso lei stessa in passato.

        • giovanna scrive:

          Cara trollona alfred-alfredo ( aspettiamo il terzo alfr..sei prevedibile, come un serial killer ) forse non ti rendi conto che parlando al plurale di “personE verE”, stai scrivendo l’ennesima troll-firma !
          Come quando scrivesti “NOI commentatori” abbiamo protestato con la redazione perché siamo individuati come troll ” !
          Mi immaginavo il tono :
          cara redazione di Tempi, protestiamo vivamente perché Giovanna ci accusa di essere dei troll .
          firmato : xyzwk,micheleL, cristina, alfred, caterina, alfredo, ennio, lucillo,nino, dudu ecc ecc …
          :-)

          Come attenuante hai la seminfermità mentale…non c’è dubbio, anche perché il concetto che questi articoli di Tempi sarebbero” immondizia”, l’hai espresso pari pari decine di volte, con decine di horror-nick, salvo poi sbavare dietro alla redazione…..che spettacolo disgustoso.

  6. Sandro scrive:

    Sono stati con Monti e Fornero, si sono vantati di aver “salvato l’Italia” togliendo ai poveri per dare ai grandi poteri finanziari, non hanno ridotto di un solo centesimo i privilegi della casta né della pazzesca spesa per i cacciabombardieri d’assalto.
    Da questi c’è davvero poco di buono da attendersi, la cosa migliore è quella di ricordarsene alle prossime elezioni e mandarli definitivamente a casa!

    • Menelik scrive:

      Basterebbe che nessun cattolico voti il movimento 5 stelle.
      E’ il partito degli atei militanti, dei troll che girano qua, se qualche cattolico votasse per il movimento, sarebbe proprio un tonto patentato.
      Stando alla media dei sondaggi dell’ultima settimana, l’attuale centrodestra viaggia sul 30%, poco sotto il PD. Il movimento di grillo viene in terza posizione.
      Se NCD passasse al centrodx, il sorpasso col PD dovrebbe essere quasi scontato.
      Per il PD l’alleanza coi 5 stelle sarebbe un’alleanza tossica, a forte rischio crisi di governo in men che si dica.
      Secondo me, un’alleanza coi 5 stelle porterebbe ad un crollo degli elettori piddini, e alla prima crisi di governo, sarebbero obbligati a risolvere la questione con rimpasti, perché difficilmente il PD sarebbe in grado di affrontare le elezioni.
      E i rimpasti sono comodi perché ti consentono di tenere la poltrona, ma sono invisi agli elettori.
      Avere i 5 stelle al governo, poi, con la crisi libica che sta aumentando di giorno in giorno, sarebbe un suicidio sia per l’Italia che per la coalizione atlantica.

      • giulia scrive:

        Invece secondo me i 5stelle andando nel pd non farebbero altro che tornare nella loro casa-madre!
        Non parlo del popolo (ingenuo) che l’ha votato, ma gli esponenti 5stellein parlamento sono palesemente di provenienza culturale di quell’area, anche se ripetono come un mantra che loro non son né di destra né di sinistra!
        Quei pochi parlamentari 5stelle che invece son di provenienza differente guarda un po’ sono pure quelli che non si vedono e non si sentono mai parlare (probabilmente zittiti dagli altri con la solito modo di fare di quella parte che da sempre si arroga una certa superiorità moral/culturale).

  7. Filippo81 scrive:

    Grazie Direttore Amicone per l’interessantissimo articolo.Io,personalmente però, non ho alcuna fiducia nei vertici del Ncd.Con tutto il rispetto possibile, i vari Lupi, Alfano, ecc., stiano col pd, con sc e sel.Un domani si creasse una coalizione di centrodestra con gli ex Ncd ,durerebbe quanto una scintilla, ma soprattutto tanti di Destra come il sottoscritto non la voterebbero mai.Il Ncd ha fatto la sua scelta, liberissimo di farla ovviamente, di stare con gli euroentusiasti, con gli immigrazionisti ,ecc. Tanti Italiani ed Europei di Destra la pensano invece diversamente.Distinti saluti.

  8. Raider scrive:

    Mi perdoni, Direttore, ma la credibilità dell’Ncd è un problema che riguarda i parlamentari che ne fanno parte, agli elettori non interessa e nulla ha a che fare il futuro di questi signori ministerializzati con quello di una forza politica in grado di contrastare – se non di ribaltare l’attuale assetto politico – lo strapotere del regime a Pensiero Unico: e men che meno ha qualcosa a che vedere, quello che faranno Alfano e la sua band di voci bianche, con la nostra amata Italia. Che non è, per essere chiari, un club aperto a chi ne accetti lo statuto, stilato poco più una settantina di anni fa e che si può cambiare ad libitum di chi sarà deciso e forte abbastanza da cambiarla.
    Un’idea migliore e del resto, in coerenza con la linea dell’Ncd in restyling “neo-durista”ci sarebbe: invece di attendere dagli elettori il mandato imperativo di tornarsene a casa, si sciolgano e tornino allo stato di cittadini impegnati nelle lotte che saranno altri a combattere nella forma-partito. Questo, sì, li renderebbe tutti credibili: ultimamente, l’unica dimostrazione di fermezza e lungimiranza fornita dal capo (in coda) dell’Ncd è stata quella di suggerire a Renzi di sospendere l’abolizione del reato di clandestinità perché gli italiani, mannaggia a loro!, “in questo momento, non capirebbero.”
    Ecco, dunque, quali sono le preoccupazioni sincere che animano questo signore che sbraitava “meglio una vita che i voti!” E si può capirlo, questo genere di interesse di bottega, la retorica buonista, ieri, il realismo cinico, oggi: se non fosse che questo arlecchino era quello che accusa gli altri di “mirare alla pancia degli elettori” e di “puntare sull’emotività per avere più voti”: che, invece, sono tutta roba e affar suo.
    Comunque, anche se non richiesta, la mia modesta e disinteressata proposta io l’ho fatta: di alto profilo etico (“Sciogliamoci: torniamo a batterci per le nostre idee da liberi cittadini, per le strade, è testimonianza di fede anche questa, non siamo mica a fare i Pierferdinando Casini a vita, qui!”), sensata, facilmente realizzabile anche come sogno proibito di vedere, come mai è accaduto in Italia, politici di professione che rinunciano a ambizioni sbagliate per dedicarsi a cose che andrebberio a tutto vantaggio della loro serietà, fra l’altro. Si facciano umilmente da parte, visto che la parte l’hanno sbagliata. Se questa ipotesi non gli va bene, io, consigli per permettergli di continuare a fare politica, a fare carriera ministeriale o parlamentare, non intendo dargliene.
    Certo, qualcuno che ha di meglio da suggerirgli, è capace che lo trovano. Ma non sono diposto nemmeno a augurargli questo. Ci pensino.

    • giulia scrive:

      Anche a me sti appelli ad NCD fanno ridere!
      Al massimo si può far appello alle coscienze di ogni singola persona che al momento si trova in NCD e l’unica cosa che si potrebbe chiedergli è di lasciar il partito ed andar nel gruppo misto! Ma NCD è una realtà distorta e inaffidabile per costituzione, come tutti i partiti per qui il dialogo è lo scopo invece che il mezzo

      • giulia scrive:

        E inoltre non capisco proprio Amicone!
        Veramente lui si metterebbe ancor a dar fiducia ad Alfano e Lupi?!!!
        Staccarsi dal governo pd è il minimo che dovrebbero fare e solo per rispetto a quei pochi poveretti che li han votati, pensando ingenuamente che fossero cattolici!
        Dir che poi si troverebbero davanti la prateria dimostra poco rispetto o almeno poca fiducia per l’intelligenza degli italiani, che spero non siano ancora così stupidi da credere che basti avere una C nel nome del partito per credere che sia Cristiano.

    • SUSANNAROLLI scrive:

      Raider!….più chiaro di così!!
      Davvero N.C.D. ha deluso, ha deluso persino gli stessi rappresentanti del partito -alcuni-,i quali dileguossi (“Doveva essere N.C.D, non N.C.S.!!).
      Ciao.

      • SUSANNAROLLI scrive:

        Ps: tuttavia si vedrà in seguito sempre più nitido il pensiero del partito, e dove il partito vuole arrivare (cmq mi risulta perdere voti ai sondaggi -sempre che questi siano affidabili, attendibili!).

  9. Giorgio A. Crotti scrive:

    si sfilino pure ma dalla vita politica, l’unica prateria che vedo davanti a loro è per pascolare le pecore.
    Non li voterei per nessuna ragione.

    • giovanna scrive:

      Complimenti per l’argomentare sopraffino, caro Giorgio !
      Nell’articolo si danno parecchie ragioni, ma sai che fatica approfondire, discutere, decentrarsi dal proprio ombelico.

  10. maboba scrive:

    nessuna speranza nel NCD. Troppo affezionati al potere, comunque sia. Così come Renzi che ormai chiaramente ragiona in base agli interessi di bassa cucina giorno per giorno, senza alcun disegno strategico coerente, nè tantomeno senza alcun solido retroterra culturale e religioso. Troppe le giravolte e le chiacchiere a vuoto, soprattutto su un tema così importante. Parla e decide a seconda delle convenienze del momento per conservare la poltrona che gli è stata concessa senza l’avallo popolare ed assomiglia sempre più a uno dei tanti “quaquaraqua” che popolano la politica italiana. Purtroppo

  11. Cisco scrive:

    In effetti l’unica, sebbene ormai remotissima, possibilità per NCD di dare un senso alla propria esistenza sarebbe proprio quella di scegliere finalmente di seguire quanto scritto nel proprio nome. I problemi sono tre: 1) Alfano ha raggiunto l’apice della sua carriera politca, difficilmente lascerà; 2) i cosiddetti moderati sono si’ una prateria, ma ad oggi abitata da ovini e caprini che vanno a ramengo senza un progetto; 3) anche quelli con le palle che sono già usciti (non solo dal governo, ma anche da NCD), si trovano in un limbo politico che resterà tale fino almeno all’avvicinarsi delle elezioni. Il tutto aggravato dalla demenza senile del Cavaliere: speriamo che Putin lo convinca a comprare la Dinamo Kiev per aiutarlo a riconquistare la fiducia degli ucraini. E a trasferirvisi.

  12. beppe scrive:

    ha ragione martinelli. è una ipotesi che non si deve neanche prendere in considerazione. che alfano sprofondi il prima e il più in basso possibile.

  13. Giovannillo scrive:

    Si, perfettamente d’accordo con il direttore.
    Fuori subito ncd dal governo, e magari Renzi farà un po’ più fatica a continuare con le sue politche di destra.

    • giovanna scrive:

      Embè, cara trollona , con tanto di troll firma fin dall’horror nick, se sei d’accordo col direttore , che te le ha suonate ben bene, facendoti rimediare la solita figuraccia di m. quotidiana
      ( come ha definito la tua horror-produzione ? stupidario di illazioni senza capo né coda ? e ti ha pure bloccato i commenti ? con quante decine di horror-nick trucidi sarai calata per fargli prendere questa decisione ? ),
      allora siamo a posto ! :-)

      Ricorda : stupidario di illazioni senza capo né coda !
      Ah, avessi quel dono di sintesi davanti ai tuoi sbrodolamenti !
      Stupidario di illazioni senza capo né coda !

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta il 2.0 turbo benzina MultiAir da 200 cv dedicato alla berlina di Arese, disponibile solo in abbinamento alla trazione posteriore e al cambio automatico a 8 rapporti. Affianca in gamma il V6 2.9 biturbo da 510 cv e il 2.2 td da 150 o 180 cv. Prezzi da 40.500 euro.

È la versione più potente ed estrema mai realizzata della berlina bavarese. Il V8 4.4 biturbo eroga 600 cv anziché gli originari 560 cv, mentre le sospensioni beneficiano di una taratura decisamente hard. Sarà realizzata in solo 200 esemplari.

Il concept presentato a EICMA lo scorso anno pare proprio destinato a diventare realtà. Honda ne anticipa l’arrivo con un teaser che non svela molto ma che dice tutto

Quello elettrico si somma a quello umano, per garantire orizzonti più ampi e divertimento prolungato. Moterra sarà proposta in due versioni, di cui una con ruote 27+, dedicate a Trail ed Enduro.

Dopo il lancio del Disc Brake Project, nel 2016, ecco prendere forma la prima ruota specifica per freno a disco. Reattività, leggerezza e affidabilità sono gli obiettivi del r&d Campy.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana