Google+

Mauro Piazza, l’imprenditore che si presta alla politica

febbraio 21, 2013 Daniele Guarneri

«A Lecco raccolgo il testimone dell’ex assessore Boscagli. Sono un imprenditore, quindi se sarò eletto cercherò di semplificare la vita a questa categoria. Primo obiettivo: azzerare l’Irap»

Mauro Piazza, nato e residente a Lecco, sposato, un figlio, è prima di tutto un imprenditore, non vive di politica ma nutre per essa una profonda passione che lo ha spinto, fin da giovane, a impegnarsi in prima persona nella cosa pubblica. Lo ha fatto come consigliere provinciale e poi comunale tra le fila del Popolo della libertà e oggi è candidato nella circoscrizione di Lecco per le elezioni regionali del prossimo 24-25 febbraio. «Credo che, oggi più che mai, sia doveroso impegnarsi in politica. Sono stato coordinatore provinciale di Forza Italia e oggi lo sono per il Pdl. Non sono certo nuovo al mondo della politica, conosco l’ambiente e ho la fortuna, soprattutto, di conoscere il mio territorio, i suoi amministratori, e quali sono i problemi e le difficoltà che ogni giorno un imprenditore deve affrontare», dice a tempi.it.
Mauro Piazza raccoglie un testimone importante e forse anche pesante, quello di Giulio Boscagli, ex assessore alla Famiglia in Regione Lombardia. «È arrivata questa possibilità è l’ho accettata di buon grado, ho il sostegno di Boscagli e questo mi dà coraggio e mi responsabilizza ancor di più». Le prossime elezioni sono per Piazza un momento decisivo per il futuro della regione: «Ci giochiamo una partita importantissima, essenziale. Regione Lombardia non è certo perfetta, ma ha sicuramente raggiunto livelli di efficienza e qualità elevatissimi, ha bassi costi di gestione (21 euro a persona, contro 133 media nazionale, ndr) e garantisce a ogni cittadino la possibilità di prendere liberamente delle decisioni importanti per la propria vita e quella dei propri cari; scelte che vanno da dove curarsi a dove istruirsi».

Essendo imprenditore, Piazza ha inserito nel suo programma alcune proposte che riguardano il lavoro, come l’azzeramento dell’Irap per le nuove imprese, per quelle assumono giovani, neo professionisti, per le imprese turistiche, le botteghe e i negozi storici. «L’obiettivo – dichiara Piazza – è quello di creare 110 mila posti di lavoro all’anno per tre anni. Non solo, è importante semplificare le procedure dell’accesso ai bandi per le piccole e medie imprese e questo significa snellire la burocrazia che rallenta o addirittura blocca gli sforzi che i nostri imprenditori fanno per sopravvivere o migliorare la propria attività».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. monica says:

    non ci sono solo i giovani senza lavoro!! a queste persone nessuno ci pensa.. allora queste persone non dovrebbero votare nessuno,

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download