Google+

Matrimonio gay: i “lucchetti legali” con cui il governo inglese tenta di preservare la libertà religiosa

dicembre 12, 2012 Leone Grotti

La Chiesa inglese e quella del Galles non potranno celebrare matrimoni omosessuali. Questo parte del governo inglese vuole scrivere nella legge che legalizza i matrimoni omosessuali.

La Chiesa inglese e quella del Galles non potranno celebrare matrimoni omosessuali. Lo ha annunciato il governo inglese, anche se il premier David Cameron non è d’accordo. Come affermato dal ministro per le Pari opportunità Maria Miller, mentre tutte le altre religioni potranno decidere se celebrare o no i matrimoni gay, per la Chiesa di stato inglese sarà illegale.

QUATTRO LUCCHETTI LEGALI. La legge inglese che legalizza il matrimonio omosessuale dovrebbe essere approvata la prossima estate. Cameron ha assicurato che non ci sarà un voto di schieramento in Parlamento ma che ogni singolo deputato potrà scegliere che cosa votare. Dovrebbero pertanto esserci almeno 100 Tory che voteranno contro la legge ma la maggioranza è assicurata. Nonostante la forte opposizione della Chiesa anglicana, i conservatori sono intenzionati ad andare avanti. Vogliono però evitare il rischio che una coppia gay, intervenendo alla Corte europea per i diritti dell’uomo, possa obbligare la Chiesa di stato inglese a sposarla in chiesa. Per questo nella legge verrà specificato che «nessuna organizzazione religiosa o ministro potrà essere costretto a sposare persone dello stesso sesso». Ancora: «Sarà illegale per le organizzazioni religiose sposare persone dello stesso sesso a meno che il corpo responsabile della stessa organizzazione non approvi la misura».

LIBERTÀ RELIGIOSA. Inoltre, «il Equality Act del 2010 deve essere emendato per assicurare che nessuna accusa di discriminazione possa essere lanciata contro le organizzazioni religiose che si rifiutano di sposare persone dello stesso sesso». Infine, «la legge deve esplicitamente sancire che sarà illegale per la Chiesa anglicana e quella del Galles sposare persone dello stesso sesso e che il Diritto canonico, che vieta i matrimoni omosessuali, continuerà a valere». Questi sono i “quattro lucchetti legali” con cui Maria Miller spera di preservare la libertà religiosa in Inghilterra. Resta da vedere se riuscirà a farli scrivere davvero nella legge.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.