Google+

Manifesto: le cinque priorità delle imprese

ottobre 1, 2011 Redazione

«Non ci sostituiamo alla politica ma diciamo che servono riforme urgenti coraggiose e profonde» ha detto la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia sottolineando come non ci sia più tempo di parlare e che «il Paese ha bisogno di una politica economica diversa»

Il mondo delle imprese presenta il manifesto delle cinque priorità per il paese e lancia un ultimatum al governo: «Subito le risposte oppure lasceremo i tavoli», ha sintetizzato la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, illustrando il documento condiviso da viale dell’Astronomia, Abi, Rete imprese, Alleanza Cooperative ed Ania per rilanciare l’economia.

«Non ci sostituiamo alla politica ma diciamo che servono riforme urgenti coraggiose e profonde» ha proseguito la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia sottolineando come non ci sia più tempo e che «il Paese ha bisogno di una politica economica diversa». Arriva dal governo, questa sera, un’apertura con le parole del ministro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani: «Il manifesto presentato dalle imprese contiene alcune proposte concrete, che possono costituire un importante contributo al lavoro portato avanti dal governo per varare le misure per la crescita. Ad esempio, sul fronte energetico, dell’innovazione e della semplificazione è già stata fatta parecchia strada e altrettanta se ne può fare, se c’è la volontà e l’impegno comune di andare avanti».Romani aggiunge: «Accettiamo la sfida. Continuiamo a lavorare insieme ai tavoli per la crescita ai quali Confindustria ha già avuto la possibilità di presentare le sue proposte».

Le cinque priorità indicate nel manifesto riguardano «spesa pubblica e riforma delle pensioni, riforma fiscale, cessione del patrimonio pubblico, liberalizzazioni e semplificazioni, infrastrutture ed energia», ha spiegato il presidente di ReteImprese Italia, Ivan Malavasi, durante la presentazione del “Progetto per le imprese per l’Italia”. «L’Italia si trova davanti a un bivio», ha dichiarato Ivan Malavasi, nella conferenza stampa alla quale partecipano anche la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia e il presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari. «Si può scegliere – ha proseguito il presidente di ReteImprese Italia – fra la strada delle riforme e della crescita in un contesto di stabilità dei conti pubblici, o viceversa, scivolare ineluttabilmente verso il declino economico e sociale». Malavasi ha mitigato così l’appello rivolto a «governo, Parlamento, forze politiche di maggioranza e opposizione, parti sociali e tutti gli italiani: pochi punti essenziali di forte discontinuità».

In particolare, la Marcegaglia spiega che «possiamo anche dare la nostra disponibilità, in via del tutto eccezionale, per una patrimoniale ma solo se servirà a diminuire le tasse per lavoratori e imprese». Su quest’ipotesi si dichiara contrario il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi. Uguale contrarietà alle ipotesi di intervento sulle pensioni, tratteggiate dal Manifesto delle imprese.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.