Google+

Lettera aperta e schietta ad Angelino Alfano

giugno 27, 2015 Nonni 2.0

Il divorzio breve, il gender a scuola, nessuna politica pro famiglia. Ora ci aspetta il matrimonio tra persone omosessuali?

Pubblichiamo il testo della lettera che L’associazione Nonni 2.0 ha inviato al ministro degli Interni Angelino Alfano.

Ad Angelino Alfano, Presidente Ncd e ministro del Governo Renzi

Egregio Presidente,

la pressione dei nostri associati e il disagio provato in queste ore da tanti amici che seguono la nostra attività a favore dell’educazione e della famiglia ci costringono a rivolgerci a Lei in termini corretti, ma non formali.

Prendiamo atto che l’attuale maggioranza di governo, peraltro guidato da un Presidente del Consiglio e da un ministro degli Interni dichiaratamente cattolici, ha preso una direzione che, sui temi che interessano noi e, pensiamo, la stragrande maggioranza del popolo italiano, ha portato a decisioni (o non decisioni) che ci vedono non solo perplessi, ma chiaramente contrari.

1) È stato approvato il c.d. “divorzio breve”, che rende estremamente banale la fine di un’esperienza e di una istituzione, che era iniziata pubblicamente e solennemente, sia nella forma religiosa che nella forma civile. La privatizzazione del termine di quella che la Costituzione proclama essere una “società naturale” ci pare produrre un ulteriore vulnus ad una “istituzione”, che, invece, dovremmo cercare di difendere in tutti i modi.

2) È stata data la fiducia all’art. 16 della legge sulla scuola, che, con buona pace di tutti, corre il serio rischio di introdurre ufficialmente nelle scuole italiane di ogni ordine e grado quella che, per semplificare, possiamo chiamare educazione del “gender”. È vero che il ministro dell’Istruzione ha promesso un fantomatica circolare che dovrebbe definire i termini ed i limiti esatti dell’art. 16 e dovrebbe dare ai genitori il potere decisionale sulle materie extracurricolari, ma noi sappiamo come vanno le cose in Italia, dove, anche senza alcun obbligo giuridico, l’insegnamento gender già si intrufola fraudolentemente nelle scuole. La verità è che su questo punto vi è una precisa Sua responsabilità, perché, nella Sua qualità di Ministro, ha permesso che dal Governo uscisse un maxiemendamento sbagliato sul punto e per di più inemendabile, il che ha reso vano il lavoro di alcuni volonterosi, ma impotenti senatori. Entra così, nel nostro ordinamento scolastico, una norma che rischia di implicare negativamente intere generazioni di giovani.

3) Nulla è stato fatto, invece, per la famiglia, malgrado le tante parole ed i proclami elettoralistici. Anche il governo appare rassegnato di fronte all’attacco frontale che viene portato all’istituto familiare da una cultura che viene ammantata di aurea “europea” e che, invece, dovremmo definire disumana.

Ora ci aspetta il matrimonio tra persone omosessuali (senza ipocrisia chiamiamo così quanto contenuto nella proposta Cirinnà): confidiamo che almeno su questo punto non vi siano cedimenti, anche perché non ci pare che il tema rientri nel programma di governo. Non ci deluda anche su questo punto.

Distinti saluti.

Associazione NONNI 2.0

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

34 Commenti

  1. Emanuele scrive:

    Cari amici Nonni, le vostre sono parole al vento. Dopo l’approvazione della Corte USA, sarà inevitabile arrivare al matrimonio gay. Così il giorno dopo potremo leggere sui giornali che finalmente l’Italia si è dotata di leggi moderne che la mettono al pari dei paesi più progrediti, esattamente come avvenne nel ’38 all’indomani delle leggi razziali. La storia giudicherà se questa volta si tratti di progresso o di una nuova, più subdola, menzogna.

    • Emanuele scrive:

      …dimenticavo, pensiamoci prima di votare, dopo è tardi…

      Urge un partito/movimento veramente cattolico, la Chiesa ha tirato i remi in barca cedendo alla seduzione del potere spirituale (che non esiste! ) e rinunciando a quello temporale. Così è diventata tiepida, rendendosi di fatto complice di questi misfatti.

      • xyzwk scrive:

        Sulla costituzione di un partito veramente cattolico, ti auguro di riuscire nel tuo intento ma se a distanza di più di vent’anni dalla dipartita della DC nessuno è riuscito a ricostituirla probabilmente un motivo c’è e significa che la società non si riconosce più in quei valori. Si puó essere d’accordo o meno ma di fatto i cattolici veramente praticanti che rigorosamente si attengono alla dottrina sociale della Chiesa sono una vera minoranza e dubito che questa tendenza si possa ribaltare, perlomeno nel breve periodo. In una vera democrazia comunque tutti hanno il diritto di tentare di far valere le proprie idee, per cui auguri!

    • xyzwk scrive:

      Una delle grandi capacità che personalmente vi riconosco è quella di riuscire a stravolgere completamente il senso delle cose. Se una analogia si poteva fare con i problemi connessi al razzismo era quello con cui la stessa Corte americana aveva a suo tempo stabilito il diritto a potersi sposare per le coppie miste. E a distanza di tempo a nessuno sano di mente è venuto in mente di condannare quella sentenza. Presumibilmente cosí sarà per i matrimoni omosessuali. Le leggi razziali introdotte nel ’38 da Mussolini (lo ricordo per chi propaganda gli omaggi alla tomba di Mussolini ), erano un abominio che toglieva libertà alle persone, non che estendeva diritti. È una differenza sostanziale!

      • giovanna scrive:

        Certo che un troll multi-nick come te, che ha raccontato balle a non finire per anni, venire a parlare di stravolgimento delle cose….ce ne vuole di coraggio…..
        Poi, cara o caro o neutro che tu sia, l’analogia col ’38 è il richiamarsi alla modernità.
        Infatti, Emanuele dice poi che si vedrà se l’entusiasmo per queste idee” moderne” andrà di traverso, come successo per le leggi razziali del ’38: tu, con la tua mentalità egoistica e ombelicale, arida di mente e di cuore, di sicuro saresti stato in prima fila ad applaudire !
        E comunque, il fatto, che ti sta tanto a cuore, che la maggioranza , anche presunta ( per esempio, tu, per millantare una maggioranza, hai bisogno di centuplicarti, di falsificare , di spargere menzogna, in pieno stile gay-gender ) debba dettare legge e sia di per sé nel giusto, è stato smentito mille volte dalla storia.

      • SUSANNA ROLLI scrive:

        La differenza sostanziale consiste nell’essere maschi e femmine.Sei femmina? Hai mai visto come è fatto un maschio? Sei maschio? Hai mai visto come è fatta una femmina?. Sani di mente, certo, certo, sani di mente ad amarvi così perfettamente, a mescolare spermatozoi e correre in Nepal per “comprare” un bel bimbetto! Come no! Ma sposatevi tutti!!!Fate le feste che volete!!!! I bambini non toccateli, fatemi un favore.

        • SUSANNA ROLLI scrive:

          sei anche tu di quelli che vogliono cancellare i resti “scomodi e fastidiosi” della storia? No,xchè se è così incomincia con le piramidi d’Egitto, i faraoni avevano diritto di vita e di morte sui sudditi..poveri!
          Buon lavoro!

        • xyzwk scrive:

          La differenza sostanziale tra uomini e donne è fisica, biologica, ma da questo a legare queste differenze ai ruoli svolti nella società ce ne passa. È questo che vi si contesta e cioè il fatto che ad esclusione dell’aspetto riproduttivo in se, i ruoli (non le differenze anatomiche) siano indifferenti in una società avanzata in cui quello che conta veramente sono le capacità individuali e di confronto con una prospettiva di sviluppo in continuo mutamento. In questo contesto conta poco o nulla il dato biologico quanto la capacitá di affrontare e di adattarsi a situazioni sempre nuove in cui essere maschio o femmina diventa irrilevante.Non a caso a partire dal novecento che è stato definito il secolo breve per la velocità rispetto ai secoli precedenti con la quale si sono prodotti i cambiamenti in quasi tutti i campi ed in particolare in campo tecnologico, gli ancoraggi alla tradizione perdono sempre più di significato e la prospettiva si basa invece sul futuro prossimo di questo nuovo millennio. Continuare a definire l’umanità in categorie distinte legate ad aspetti biologici considerati immutabili è molto riduttivo, anche perché nessuno esclude che questi aspetti in un futuro prossimo restino effettivamente immutati ma soprattutto che già oggi siano irrilevanti nel definire i vari ruoli che le persone interpretano nella quotidianità. In questa prospettiva le nuove generazioni di ragazzi ormai abituati a confrontarsi con le nuove tecnologie che non chiedono loro il sesso di appartenenza, non chiedono loro una rispondenza fisica, ma solo intellettuale, sono molto più avanti di noi che bene o male abbiamo dovuto fare i conti con situazioni e strumenti che richiedevano doti specifiche legate al dato biologico maschile o femminile. Questo è a mio parere l’aspetto più interessante e al tempo stesso affascinante del progresso tecnologico in quanto offre pari opportunità di sviluppo a tutte le persone in ogni direzione.

          • clemente scrive:

            Xyz
            gli omosessuali in Italia hanno tutti i diritti di tutte le altre persone. Compreso quella di sposarsi, fra uomo e donna.
            Vi fa schifo? Volete sposarvi fra persone dello stesso sesso). Ma questo è un diritto che nessun altro ha- Quindi voi non volete dei diritti, ma pretendete dei privilegi.

          • SUSANNA ROLLI scrive:

            “questi aspetti in un futuro prossimo restino immutati”..No, caro Xy, in un futuro prossimo ti posso garantire che la donna continuerà ad avere utero ed ovuli e l’uomo i testicoli.

            E’ come se dentro di te tu godessi del fatto che le donne tra i fornelli poco a poco spariranno, parola di masterchef..Ma perchè ti urta tanto questo?, io lo faccio tranquillamente il cucinare, mica mi vergogno, mica mi pesa; mi peserebbe di più cambiare uno pneumatico in una enorme cava di pietra il uno di quei mastodontici caterpillar sotto il sole cocente…infatti di donne ne vedo ben poche là -per esempio; diventerebbero subito rosse rosse in faccia, incomincerebbero ad invocare i santi (purtroppo gli uomini invocano più spesso qualcos’altro), a sudare, a tremolicchiare…a frignare. Lo sappiamo che il progresso offre pari opportunità, ma non si addicono ad entrambi, mi dispiace: lo dicono autorevoli studi.

            • xyzwk scrive:

              Di fatto tu sei ancorata agli aspetti unicamente legati alla forza fisica che sempre più proprio grazie alla tecnologia perde significato. Ma é evidente e l’ho anche precisato, non ho intenzione di negare che le donne hanno l’utero e gli uomini i testicoli, sarebbe stupido. Ho detto solo che sempre più queste differenze diventano irrilevanti rispetto ai ruoli nella società di uomini e donne. E questo in parte è dovuto alla tecnologia che ci permette di bypassare la forza fisica dando a tutti le stesse possibilità di fare tutto,compreso cucinare se questo ti piace ma non deve essere un destino per tutte le donne, come non deve essere un destino per gli uomini fare lavori che richiedono forza fisica.
              Cucinare e accudire la famiglia è importante ma lascia che sia una scelta per chiunque uomo o donna e non una predestinazione.

              • To.ni scrive:

                Carissima Xyxwk

                Tu invece sei ancorata a quelle quattro fesserie che ti hanno inculcato nella tua testaccia e che ti porta a considerare degna di parlare a nome delle donne.

                Presupponi che ciò che è avvenuto nella storia è frutto di sopraffazione fine a se stessa e non come dicotomie storiche frutto di necessità che in determinate epoche potevano avere solo un certo tipo di risposte.

                Non perdo il tempo che ho perso in passato a dimostrarti che non hai l’idea della stima e del rispetto che la Chiesa ha sempre avuto nei confronti delle donne e della valorizzazione culturale. Processo interrotto dall’illuminismo e bonapartismo.

                Neppure affronto la verità che dal 68 in poi avete devastato la donna rendendola una semplice cosa da usare.

                Ora che vorresti sostenere in questa discussione? che le donne devono avere il tuo modello? Che tu sei un trionfo umano a cui tendere? Che se scelgono di fare la vita che fanno schifandosi dei modelli che possono essere proposti da te (e simili) sono fallite? Oppure che sono in un certo modo perché sono tutte sotto il terrore del potere maschile? Sono obbligate ad accudire la famiglia? Glielo devi dire tu che è una scelta? Gli vuoi dire che se vogliono possono fare le camioniste :-) ? Fare la carpenteria delle case? …. Imbecille, non ti sfiora che tante delle fesserie che hai in testa non gli interessano comunque ? :-) Non hai visto il video del comico norvegese Harald Eia che ti spernacchia?

                Scusa la poca educazione …..ma vai …

                PS: Non dimenticare mai: Sei un imbroglione patologica, in nome di quella che vivi come una battaglia hai detto menzogne per mesi, solo perché hai la faccia come il culo, dopo la figura di m che hai fatto con i gemelli, hai il coraggio di essere ancora qua. Vergognati.

              • To.ni scrive:

                Ti ho dedicato un post (per ora moderato) nel quale sottolineo il carattere meritorio della tua attenzione verso le donne. In effetti le donne hanno bisogno di lumi da una come te. Perché non scrivi un libro sulle tue gesta? In effetti hai da raccontare e basterebbero le tue performance che hai offerto qua. Profili psicologici perfettamente definiti:

                1) Valentina: La nonna d’altri tempi…. faceva buone torte ai mirtilli, ma a favore di aborto eutanasia e matrimoni gay;
                2) Lena. Embrione parassita , contro il sesso (il contatto fisico gli faceva schifo) ma a favore di aborto eutanasia e matrimoni gay;
                3) Diamante questa era scienziata biologa, ma con una predilezione per aborto ed eutanasia (e matrimoni gay);
                4) Il capolavoro, roba da inchinarsi difronte a tale maestria, vengono quasi le lacrime… LA TRIESTINA MADRE DEI GEMELLINI . Che parole dolci quando affermavi che li mandavi all’asilo, ma che eri sicura che i tuoi “cuccioli” non subivano nessun trauma nel vestirli da maschi o femmine a giorni alterni.

                (tralascio gli altri personaggi minori)

                Ripeto, scrivi un libro …. sono sicuro che le donne lo attendono e che ne troveranno giovamento per capire …. come vogliono essere.

                Con la stima di sempre

          • angelo scrive:

            Egregio Xyxwk, mi sembra che stia menando il can per l’ aia.
            Si figuri se a qualcuno oggi gliene frega qualcosa dei ruoli !
            Io a casa lavo, faccio da mangiare e stiro. Siamo tutti intercambiabili. E sul posto di lavoro ci sono donne capi e uomini subordinati, e non fa problema a nessuno, tanto meno a noi cattolici che abbiamo inventato la parità per dignità di tutte le persone (che non c’era prima di noi).
            Il problema è un altro. Non sono i ruoli, ma la natura delle persone. Sta di fatto che le donne si vestono in un certo modo, si muovono in un certo modo, hanno la voce con una certa intonazione, si truccano, si innamorano degli uomini, hanno reazioni psichiche completamente diverse. Hanno anche nomi femminili, e declinazioni di conseguenza. E’ sbagliato questo? No, è bellissimo, perchè fa parte delle differenze della natura. In natura esistono le rose e i platani. Sono belli tutti e due, ma fanno cose diverse. Che direbbe se in una scuola per “vegetali” si andasse ad insegnare che le rose possono diventare platani e viceversa? Ma questo è proprio il delirio che sta avvenendo nelle scuole oggi, con la ideologia gender. Ideologia, che, per essere coerente col suo delirio, porterà ad esiti sempre più assurdi, come il cambiamento del linguaggio, dei nomi, ecc. Pensi che le femministe anarchiche, molto coerentemente, nei loro volantini hanno già sostituito le desinenze con asterischi.
            Ciò, al di là di tutto, è uno spreco incredibile di tempio e di energie,. Abbiamo già tanti problemi. E adesso dovremmo modificare linguaggi, nomi, documenti, cariche, tutto quanto.. Chi paga?

            • SUSANNA ROLLI scrive:

              Siccome il Padreterno ha dimenticato il sesso neutro, ci hanno pensato loro (in Svezia) a rimediare alla gaffe: hanno inventato il sesso neutro -HEN- lo sapevi? Mamma mia, che ganzi!!

          • Filippo81 scrive:

            Vecchi vuoti slogans, caro Xyzwk, carte conosciute !

      • SUSANNA ROLLI scrive:

        Signorina/o xyzwk, ma lei è la Sig. ra B…….?, che si era messa in testa di distruggere tutti i segni della storia passata -ovviamente a quella che piu’ non le è andata a genio? Se invece non è lei, siete già in due: fatevi da una parte, cominciate dall’Egitto – prima che ci arrivi qualcun altro che sa distruggere alla perfezione tutto ciò che gli passa fra i piedi!….Lo sappiamo bene tutti che razza di imperatori erano i faraoni, si credevano Dio!, e si arrogavano diritto di vita e di morte su tutti i sudditi..poveri sudditi!! Potete cominciare, dalle piramidi d’Egitto.

      • angelo scrive:

        Mettere il matrimonio fra omosessuali allo stesso livello del matrimonio di coppie miste (per poi dire che chi non è d’ accordo è “razzista”) è assurdo.
        Infatti il matrimonio è per definizione l’ unione fra persone di sesso diverso. La razza non fa nessuna differenza.
        Invece in sesso sì. Il matrimonio fra persone dello stesso sesso semplicemente non esiste, è una contraddizione in termini.
        E questa non è discriminazione. E’ solo chiamare le cose col proprio nome.
        Se no potremmo accusare di discriminazione anche la nazionale di calcio maschile perchè non fa giocare le donne. O il fatto che uno non possa entrare in autostrada con la bicicletta. O che un sordo non possa fare il centralinista o un cieco guidare gli autobus.
        Che poi gli Stati, i parlamenti europei o le corti supreme “sanciscano” cose assurde, non ci meraviglia certo. Dai tempi di Caligola (che voleva nominare a senatore il suo cavallo) non ci facciamo mancare nessuna forma idiozia pubblica. Comunque la scemenza politica non cambia la realtà. Domani potranno fare delle leggi che dicono che gli asini sono cavalli o il sole non esiste (poi fare corsi di indottrinamento nelle scuole per dire che vedere il sole è solo una illusione ottica). Ma gli asini saranno comunque diversi dai cavalli e il sole eisterà lo stesso. Questo mostrerà solo il livello di scemenza in cui scivolano le istituzioni governate da gente che si ispira a xyzwk.
        De resto affermare che un embrione non è un essere umano e si può tranquillamente abortire coi soldi pubblici, non è già un chiarissomo segno di questo modo di (s)ragionare?
        Certo poi di gente che la pensa così ce n’ è tanta. Ma anche di quelli che la pensano diversamente. Per questo è necessaria una rappresentanza politica.

      • angelo scrive:

        Mettere il matrimonio fra omosessuali allo stesso livello del matrimonio di coppie miste (per poi dire che chi non è d’ accordo è “razzista”) è il solito vostro trucchetto. Ma è assurdo.
        Il matrimonio è per definizione l’ unione fra persone di sesso diverso. La razza non fa nessuna differenza.
        Invece in sesso sì. Il matrimonio fra persone dello stesso sesso semplicemente non esiste, è una contraddizione in termini.
        E questa non è discriminazione. E’ solo chiamare le cose col proprio nome.
        Se no potremmo accusare di discriminazione anche la nazionale di calcio maschile perchè non fa giocare le donne. O il fatto che uno non possa entrare in autostrada con la bicicletta. O che un sordo non possa fare il centralinista o un cieco guidare gli autobus.
        Che poi gli Stati, i parlamenti europei o le corti supreme “sanciscano” cose assurde, la cosa non ci meraviglia certo. Dai tempi di Caligola (che voleva nominare a senatore il suo cavallo) non ci facciamo mancare nessuna forma idiozia pubblica. Comunque la scemenza politica non cambia la realtà. Domani potranno fare delle leggi che dicono che gli asini sono cavalli o il sole non esiste (poi fare corsi di indottrinamento nelle scuole per dire che vedere il sole è solo una illusione ottica). Ma questo mostrerà solo il livello di scemenza in cui stanno scivolando le istituzioni governate da gente che si ispira a xyzwk.
        De resto affermare che un embrione non è un essere umano e si può tranquillamente abortire coi soldi pubblici, non è già un chiarissomo segno della assurdità che stiamo vivendo?
        Certo poi di gente che la pensa così ce n’ è tanta. Ma anche di quelli che la pensano diversamente. Per questo è necessaria una rappresentanza politica.

        • xyzwk scrive:

          Gaetano Salvemini, 60 anni fa, descrisse il vostro pensiero molto bene in parole che sono, purtroppo, ancora attualissime: “La realtà è che quando un clericale usa la parola libertà intende la libertà dei soli clericali (chiamata libertà della Chiesa) e non le libertà di tutti. Domandano le loro libertà a noi laicisti in nome dei principi nostri, e negano le libertà altrui in nome dei principi loro!”
          La cosidetta “legge naturale”, non esiste; proviamo a vivere nella savana in mezzo ai leoni e vediamo se la sacralità della vita umana avrà ancora valore. In uno stato laico esiste solo il diritto positivo; il diritto naturale è un vecchio arnese della scolastica cattolica usato per discriminare chi non aderisce al cattolicesimo Voi confondete, forse in buona fede, la natura con la morale; vorreste che ciò che è si identificasse con ciò che dovrebbe essere secondo la dottrina cattolica. In realtà, se l’omosessualità fosse contro natura, non potrebbe esistere; in natura esiste tutto ciò che è possibile: Natura e Realtà coincidono totalmente. La Chiesa in merito ai diritti civili non dovrebbe avere alcuna voce in capitolo in uno stato davvero laico, dove la laicità è l’indipendenza degli individui nei confronti delle religioni e delle altre ideologie illiberali (come il fascismo, il comunismo e il nazismo); le religioni sono totalatarie e illiberali come le altre ideologie totalitarie. Il laicismo non è altro che la promozione della laicità dello stato e della società.

          • SUSANNA ROLLI scrive:

            La legge naturale esiste, perchè potete provare in mille modi a rimanere incinti, ma nun gliela fate! E la natura, che per voi non esiste, così vi ripaga…

          • To.ni scrive:

            Xyzwk

            Non è obbligatorio che Salvemini ha detto solo cose intelligenti. Ha detto anche delle solenni, pompose minchiate. In questo caso, tu che hai dimostrato talento per appropriartene (trattandosi di minchiate) e riproporle. Poi ognuno ha la “libertà” che si merita, e tu hai solo quella suina non capendo altro (ricordi che per te che l’aquila che si sente una gallina spelacchiata è normale? :-) ) .

            La legge naturale “non esiste” e mentre l’affermi metti in mezzo un esempio ridicolo degno delle idiozie che riporti sistematicamente (cosa c’entrano la savana ed i leoni?) . Hai perfettamente chiarito che non hai idea cosa è la “legge naturale” (non mi meraviglio dato che non rientra nelle lezioncine che fanno ai corsi del perfetto militante gay e/o fimminista) .

            “In realtà, se l’omosessualità fosse contro natura, non potrebbe esistere; in natura esiste tutto ciò che è possibile” in verità l’omosessualità è naturale cosi come la pedofilia, la zoozfilia, l’incesto, la poligamia , lo stupro in branco (i delfini). Tutte cose che esistono al pari dell’omosessualità in natura. Non hai l’intelligenza, l’onestà ed il senso morale, per trarre le ovvie conclusioni: Che l’uomo realizza la propria natura in base le scelte che compie per realizzare le proprie peculiarità umane. Cose che capivano Aristotele , Platone, Cicerone, Seneca, …. ma pure Spinoza, Camus ed altri…. ma tu no … tu conosci solo Shiva101. :-)

            La Chiesa in tema di diritti civili, rappresentando un popolo, ha il diritto di dire quello che vuole soprattutto quando scorge che debosciati della tua stazza sotto l’insegna dei “diritti” devasta l’umanità di TUTTI .

            Ma parliamo di cose serie:
            Come sei riuscita a neutralizzare la vergogna, dopo la figuraccia che hai fatto? Quale è il segreto? Come farsi scoprire che sei una imbrogliona cronica e farsi scivolare la cosa addosso? Sei diventata rossa? Hai avuto difficoltà davanti allo specchio? Perché hai detto che avevi i gemelli e non tre figli come Ninuzzo?

          • To.ni scrive:

            Xyzwk

            Ti ho fatto un post, che è in moderazione, nel quale ho colto il collegamento che hai fatto tra la “natura umana” la savana ed i leoni. :-)

            Ho anche colto che “sai” perfettamente cosa è “la morale” la “natura” e la “fede”.

            Poi sei stata meravigliosa quando hai fatto coincidere “Natura” con “Realtà” (la tua e dei gemellini che hai) .

            Poi sono rimasto esterrefatto quando hai detto che la “Chiesa” (che non rappresenta di certo un popolo) non deve dire nulla in tema di diritti civili, ma puoi parlare tu , shiva101, lgbxy, le arci, il Nambla ecc.

            Mi hai , in sostanza, dimostrato che non capisci un c. …… (volgare) in tutto lo scibile umano. Hai messo, a differenza delle altre volte, più pompa magna (Addirittura la sciocchezza di Salvemini) ma sempre per arrivare alla sola cosa che ti interessa lì …. al buco nero.

            • To.ni scrive:

              Dimenticavo: ho colto pure che la laicità per te ha un solo significato ed è quello che produce omuncoli in serie che ti somigliano.

              • giovanna scrive:

                Xywzk, complimenti ! Mi sembra che nelle ultime 48h, non hai cambiato manco un nick, e non hai usato nemmeno uno delle decine e decine di nick con cui sei solita barare e imbrogliare, e non hai usato nemmeno un nick d’appoggio e nemmeno li hai fatti parlare tra di loro per darsi ragione !
                Ma allora, è vero che la cura psichiatrica sta funzionando !
                MI raccomando, persisti !
                Certo non si può pretendere che ti stacchi dalle solite pallosissime e ripetute fino alla noia , disquisizioni su laicismo e la differenza tra uomo e donna ( sei sempre in testa tra tutte le persone che odiano sia l’uomo che la donna, per non parlare dei bambini ! ) ecc, ma almeno ci hai risparmiato l’inquisizione, la pedofilia del clero e il cilicio !
                E anche la descrizione horror dei gemelli !
                (Però, in effetti non sono sicurissima che non hai usato altri nick : sono dipendenze da cui è difficilissimo staccarsi e il tuo desiderio di imporre la tua ideologia mentendo e falsificando, è troppo forte . Comunque, un miglioramento c’è stato. )

          • Filippo81 scrive:

            Il laicismo è invece un’altra ideologia totalitaria !

  2. Giancapriccio scrive:

    Ma scusate, Nonni2.0. Non ci avevate spiegato che la manifestazione di sabato avrebbe certamente convinto i politici presenti in piazza San Giovanni con voi a non cedere in alcun modo a leggi che avessero a che fare col gender? E ora come la mettiamo se proprio loro per non far cadere il governo vi hanno uccellato? Non vi viene a fare un po’ di autocritica sulla vostra modalità pizzaiola di manifestare?

  3. Andrea scrive:

    Angelino é troppo impegnato a giocare su due tavoli per poter interessarsi di queste quisquilie. È come Prodi, Bindi ecc. un cattolico adulto quindi non lo sfrigugliate con queste fesserie, sa ben lui che cosa é una famiglia moderna, magari allargatissima, Con genitore ( anche in affitto ) 1 e 2. Oppure 1 e 1 o 2 e 2. Mi dispiace ma lo devo dire, anche il papa, a mio modesto parere, ci mette un pó del suo quando dice ” chi sono io per giudicare un omosessuale “. Non mi risulta che nei testi sacri, ormai in disuso, si incoraggino i gay.

    • SUSANNA ROLLI scrive:

      Permettimi, Andrea, il Papa non aveva intenzione con quella frase di legittimizzare le unioni gay..andrebbe contro ciò che è citato nei Testi Sacri..Lui intendeva dire che le persone omosessuali non vanno additate, giudicate (esiste un solo giudice per noi cristiani, Dio) in quanto persone libere di compiere il bene o il male; perchè una cosa è il PECCATO -che noi dovremmo detestare e combattere con tutto noi stessi-, altra cosa è il PECCATORE, la vittima del male, per il quale tutti si deve pregare uniti, affinchè guarisca (“Non sono venuto per i sani ma per i malati…”). Certo è -lo ribadisco- che si deve mettere piu’ attenzione nel parlare -vale per tutti ma in particolar modo per le persone di spicco- perchè il mondo è pieno di gente ignorante che non capisce, travisa, capisce solo quello che gli fa comodo…Quasi quasi meglio tacere, credimi. Ciao, grazie per l’attenzione.

  4. Accapo scrive:

    Scusate, ma perché perdete tempo a cercare di convincere? La realtà è così evidente che parla da sé.
    Se uno non capisce, non credo che si possa convicerlo a parole.
    Piuttosto mi verrebbe solo di constatare che i risultati politici di certi esponenti mi sembrano abbastanza penosi. Non mi aspettavo niente da Alfano, ma da Formigoni o Lupi mi aspettavo molto di più. Dovrebbero farsi un bell’esame di coscienza: ma che ci state a fare col governo! Capisco che quando si arriva così in alto, è difficile scendere, ma a che serve stare lì?
    Ma non vedete che la strategia dei compromessi non funziona e non serve più?
    Chissà che sia meglio prendere le distanze da tutto e riaffermare i “valori”, senza fare alcun compromesso. Ma non vedete che i giovani vogliono una radicalità che è lontana mille miglia da quello che fate?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana