Google+

La Libia non è più un paese per cristiani. Un altro copto assassinato a Bengasi: è l’11esimo in un mese

aprile 1, 2014 Leone Grotti

Il 29 marzo Jad Abdulmasahi Abdulmalik, cristiano copto arrivato in Libia dall’Egitto per lavoro, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco

La Libia non è più un paese per cristiani. Il 29 marzo Jad Abdulmasahi Abdulmalik, cristiano copto arrivato in Libia dall’Egitto per lavoro, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nel distretto di Gwarsha, a Bengasi, la roccaforte dei ribelli che ha guidato la rivoluzione contro Muammar Gheddafi nel 2011.

CRISTIANI UCCISI. A Bengasi, città più importante della Cirenaica nell’est del paese, lo Stato centrale non ha più autorità, le milizie islamiste fanno quello che vogliono e cercano di eliminare ogni traccia della presenza cristiana. Lo scorso 2 marzo un altro cristiano copto è stato trovato ucciso nel distretto di Jarutha. Il giorno successivo ancora un cristiano egiziano è stato assassinato a Bengasi. Il 18 marzo Adison Karkha, cristiano iracheno di Kirkuk emigrato in Libia, è stato ucciso mentre si recava al lavoro in auto. Professore 54enne, preside della facoltà di medicina dell’Università di Sirte, è stato crivellato di colpi probabilmente da uomini della brigata islamista Ansar Al Shariah.

TAGLIA SUI CRISTIANI. Il caso più grave del 2014 si è verificato la notte del 23 febbraio, quando sette copti sono stati giustiziati in un sobborgo della città, a Garoutha. L’esecuzione è stata portata a termine da milizie islamiste che hanno anche fissato una taglia sui cristiani, promettendo 10 mila dinari libici (quasi seimila euro) per ogni cristiano consegnato nelle mani dei guerriglieri.

«SOFFERENZA TERRIBILE». Lo Stato libico, da anni allo sbando, non ha alcun controllo delle milizie e non ha intenzione di proteggere i cristiani che vivono nel paese. Per questo ha chiesto alla maggior parte delle comunità religiose cattoliche di andarsene, non essendo in grado di garantire la loro sicurezza.
Il Vicario apostolico di Tripoli, monsignor Giovanni Innocenzo Martinelli, aveva commentato così la richiesta: «Non pensavo che un giorno in Libia avremmo dovuto affrontare questa situazione. Ci hanno chiesto di andarcene ed è una sofferenza terribile. Anche se non comprendo il disegno di Dio, coi fratelli e sorelle che resteranno qui, cercheremo di mantenere viva la speranza».

PAESE SMEMBRATO. La cosiddetta Primavera araba in Libia, sostenuta dall’intervento occidentale della Nato, non ha solo causato la persecuzione insistita dei cristiani. È sempre più probabile, infatti, uno smembramento del paese con le milizie ribelli che hanno conquistato tre porti petroliferi e chiedono che lo Stato si divida in tre parti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. domenico b. scrive:

    E Obama, che è uno dei responsabili di tutto questo, va dal Papa per discutere della fame nel mondo….
    Ma chi gli crede…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

Il marchio Seat ha la sportività incisa in modo indelebile nel proprio DNA. Un’inclinazione caratteriale impossibile da nascondere persino quando a Martorell hanno a che fare con una SUV. Ecco allora che la Ateca, la prima sport utility della storia della Casa spagnola, beneficia della versione FR (Formula Racing), sinora riservata alle “cugine” Ibiza e […]

L'articolo Seat Ateca FR: il SUV ha un’anima sportiva proviene da RED Live.

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana