Google+

L’Egitto mette al bando le attività di Hamas nel paese e dà un’altra spallata ai Fratelli Musulmani

marzo 4, 2014 Redazione

L’esercito ritiene da sempre Hamas una minaccia alla sicurezza nazionale del paese. L’organizzazione è nata infatti come “braccio armato” dei Fratelli Musulmani, invisi al potere egiziano

Una corte egiziana ha messo al bando stamattina tutte le attività di Hamas in Egitto, inferendo un altro colpo all’organizzazione terrorista palestinese che governa la Striscia di Gaza. La corte ha anche chiesto che gli uffici di Hamas nel paese vengano confiscati e i loro beni congelati. L’anno scorso un gruppo di avvocati egiziani aveva aperto la causa chiedendo che l’organizzazione venisse considerata come terrorista dal governo.

TUNNEL DISTRUTTI. Da quando i militari hanno preso il potere in Egitto nel luglio 2013, deponendo il presidente dei Fratelli Musulmani Mohamed Morsi dopo un anno di governo disastroso, hanno fatto distruggere già 1.200 tunnel vitali per Hamas, che venivano usati per portare di contrabbando all’interno della Striscia di Gaza cibo, armi e veicoli solitamente vietati dal blocco israeliano.

FRATELLI MUSULMANI. L’esercito ritiene da sempre Hamas una minaccia alla sicurezza nazionale del paese. L’organizzazione è nata infatti come “braccio armato” dei Fratelli Musulmani, e durante l’anno di governo di Morsi hanno tenuto proprio in Egitto le loro elezioni interne. Ma la Fratellanza è invisa al potere egiziano ed è stata definita nel dicembre scorso come terrorista.
Una delle accuse frequenti del governo ad Hamas è anche quella di appoggiare gli attentati degli islamisti nella penisola del Sinai, che negli ultimi mesi si sono fatti più frequenti e violenti. Hamas ha rigettato la decisione della corte e ha accusato l’Egitto di «danneggiare la causa palestinese».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Velvet scrive:

    Anche in Italia dovremmo emulare gli Egiziani e mettere al bando gli estremisti religiosi dalla vita politica del nostro paese.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana