Google+

In topless durante l’Angelus. Blitz di Femen in Vaticano

gennaio 13, 2013 redazione

Le “femministe” ucraine si sono denudate mentre il pontefice parlava per mostrare una scritta pro gay scritta sul proprio corpo. Fermate dai carabinieri

Una delle performance di Femen durante Euro 2012

La frase “We trust in gay” (“noi crediamo nei gay”) scritta in bell’evidenza sul seno scoperto al quarto minuto dell’Angelus del Papa. Il blitz è opera del gruppo Femen, sedicente femminista e ormai specializzato in performance in cui giovani donne mostrano le proprie grazie per attirare i flash dei fotografi e dunque l’attenzione mediatica su determinati argomenti, che vanno dalla dignità delle donne ai diritti gay.

UNA LUNGA ESPERIENZA. Negli anni hanno protestato contro il primo ministro ucraino Nikolai Azarov, colpevole di non aver nominato ministri donna (marzo 2010). Si sono spostate in Europa (tempo fa i giornali riportavano la notizia della istituzione di una sorta di “scuola di rivolta in topless” a Parigi), in Francia dopo il caso di Dominique Strauss Kahn e in Italia contro la concezione delle donne dell’ex premier Silvio Berlusconi. Durante Euro 2012 si sono travestite da falli per protestare contro lo sfruttamento della prostituzione in Ucraina. In Vaticano erano già state il 6 novembre 2011. Il copione sempre il solito: avvicinamento all’obiettivo e poi fulminea svestizione prima dell’intervento imbarazzato delle forze dell’ordine.

LA PERFORMANCE IN VATICANO. La dinamica dell’azione di oggi in Vaticano è stata più o meno la stessa. Le ragazze sono riuscite a mostrare la scritta pro gay prima di essere fermate dai carabinieri. Sembra che tra le manifestanti ci sia anche Inna Shevchenko, leader del movimento.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download