Google+

“Guardiamo in faccia l’Europa e cambiamole i connotati”. Un manifesto per tutti. Sottoscrivete

febbraio 27, 2014 Luigi Amicone - Pupi Avati - Giuliano Ferrara - Lodovico Festa - Giorgio Israel - Costanza Miriano

Per non rassegnarsi a un’Europa avara di vita e ideali. Per dire sì al miracolo che salva il mondo comune dalla sua distruzione e no alle nuove schiavitù. Una firma per “rifare” popolo e politica

Cosa c’è di più istruttivo – brutale ma istruttivo –, per misurare l’ampiezza e la profondità della crisi europea, della demografia? Per una comunità umana che guardi e prepari il proprio futuro, i numeri della natalità sono decisivi. È con la carne e il sangue, non con le matrici finanziarie, che si produce, si consuma, si creano posti di lavoro, si pagano le pensioni. Ebbene, la prima brutta notizia è questa: nel nostro continente l’infanzia è diventata una quota marginale della popolazione.

La Germania, nazione con il reddito pro capite e familiare più alto d’Europa, i tassi di disoccupazione più bassi e le prospettive occupazionali migliori, i flussi migratori più consolidati e ancora oggi i più alti, ha il tasso di natalità più basso di tutto il continente e viaggia alla media di duecentomila morti che sopravanzano ogni anno le nascite. Significa qualcosa il fatto che il paese più ricco e più efficiente d’Europa è avaro di vita e di futuro? E l’Italia? Dice qualcosa un paese che sta messo come sta messo e anche in fatto di natalità è da record, ultimo in Europa, davanti solo alla Germania?

Una volta, la filosofa europea Hannah Arendt, ebrea tedesca rifugiata negli Stati Uniti, all’indomani della più orribile delle tragedie della storia, la Shoah, diede parola al miracolo che salva il mondo e, insieme, all’ideale bambino per cui il mondo significa ancora qualcosa:

«Il miracolo che salva il mondo, il dominio delle faccende umane, dalla sua normale, “naturale” rovina è in definitiva il fatto della natalità, in cui è ontologicamente radicata la facoltà dell’azione. È, in altre parole, la nascita di nuovi uomini e il nuovo inizio, l’azione di cui essi sono capaci in virtù dell’esser nati. Solo la piena esperienza di questa facoltà può conferire alle cose umane fede e speranza, le due essenziali caratteristiche dell’esperienza umana che l’antichità greca ignorò completamente. È questa fede e speranza nel mondo che trova forse la sua più gloriosa e stringata espressione nelle poche parole con cui il vangelo annunciò la “lieta novella” dell’avvento: “Un bambino è nato per noi”».

E invece, significa qualcosa che oggi l’Europa non ha quasi altra fede e speranza se non nei cosiddetti “nuovi diritti”? Non c’è caso di relazioni con altri popoli – ad esempio con paesi dell’Est che chiedono di associarsi all’Unione Europea o paesi del terzo mondo che bussano all’Europa per gli aiuti umanitari – in cui diplomazie e Ong europee non si presentino al tavolo negoziale con la premessa che partnership e aiuti sono “condizionati” all’adozione, da parte degli interlocutori, di questa agenda di “nuovi diritti”. Quali? A quale “fede” e quale “speranza” alludono questi “diritti”?

La fede e la speranza nella diffusione a livello di massa dell’aborto e dei preservativi come “diritti riproduttivi”. Fede e speranza nel matrimonio e nelle adozioni gay come “diritti umani”. Fede e speranza nella “buona morte” e nell’eugenetica come “diritti individuali”. Fede e speranza nel muto avanzare di generati da A e B, madri e padri surrogati, i cui nomi non si dovranno mai pronunciare, figli di “donatori biologici”, ragazzi che a un certo punto della loro vita scopriranno l’assenza di volto umano nella propria storia. Fede e speranza nella cosiddetta “teoria del gender”, nell’indistinto piuttosto che nell’evidente, nel neutro piuttosto che nel reale, nella negazione della differenza sessuale, degli ascendenti e dei discendenti, del maschio e della femmina, della madre e del padre. Fede e speranza nella grande illusione secondo cui l’uomo è padrone del suo destino.

Significa qualcosa il fatto che in cima all’Europa élite e funzionari, politici e burocrati abbiano disposto che questa loro “fede” e questa loro “speranza” diventino prescrittive dalla scuola materna all’università, dal liceo al master? Significa qualcosa che gli organismi europei abbiano imposto agli stati dell’Unione Europea l’obbligo del “gender mainstreaming”, l’obbligo cioè di perseguire politiche attive di implementazione di queste teorie?

Questa è l’Europa? Questo è il nostro ineluttabile destino? Ancora una volta noi pensiamo con Hannah Arendt che «i processi storici sono creati e interrotti di continuo dall’iniziativa dell’uomo, da quell’initium che l’uomo è in quanto agisce. Di conseguenza, non è per nulla superstizioso, anzi è realistico cercare quel che non si può né prevedere né predire, esser pronti ad accogliere, aspettarsi, dei “miracoli” nel campo politico. E quanto più la bilancia pende verso la catastrofe, tanto più l’atto compiuto in libertà appare miracoloso; la salvezza, infatti, non è automatica: automatico è il processo che conduce alla catastrofe, e che deve quindi sembrare in ogni caso irresistibile».

Non c’è niente di irresistibile e di ineluttabile nel processo che sta disintegrando l’Europa.

Nell’ambito economico e del lavoro, sappiamo che solo partendo da una condivisione reale dei problemi dei paesi associati alla comunità europea e solo dal rovesciamento del dogma dell’austerità senza futuro (anche demograficamente parlando) si può immaginare una speranza di ripresa su tutto il continente. Quanto al resto, decisivo perché economia e lavoro abbiano ragioni, cuori, fede e speranza, abbraccino il presente e il futuro bene per tutti, occorre testimoniare socialmente e decidere politicamente che i cosiddetti “nuovi diritti” sono in realtà “nuove schiavitù” per le genti europee (persone omosessuali comprese).

Occorre che tutti ci rendiamo conto dell’importanza che, in forza di quanto descritto sopra, ha oggi l’impegno per la politica e il voto del 25 maggio prossimo per rinnovare il Parlamento europeo.

Primo, per respingere la mentalità indotta dal potere che ci consiglia di stare a casa invece che impegnarci per il cambiamento dell’orizzonte, ideale e materiale, dell’Europa.

Secondo, perché lo dobbiamo ai nostri figli e a tutti gli uomini e donne di buona volontà che desiderano un futuro umano, di pace, libertà e prosperità per l’Europa.

Perciò, quanti vorranno condividere questa sorta di “manifesto” sono invitati a firmarlo e a impegnarsi a sostenere quei politici che non soltanto lo sottoscriveranno, ma lo integreranno nei loro programmi e ne faranno contenuto di concreta battaglia culturale, politica e legislativa in tutte le sedi, nazionali, europee e internazionali.

 

Vi arriverà una email da redazione@tempi.it contenente un link per confermare la vostra sottoscrizione (attenzione, alcune caselle di posta potrebbero catalogarla come spam. Controllate)

Nome e Cognome:

Indirizzo Email:


Roberta Palumbo, Andrea Trallori, Riccardo Forni, Claudia Mazzola, Nicola Zona, Francesca Padovese, carmelo donvito, Santi Rossi, Ottavio Micucci, Maurizio Milano, Valerio Venturoli, Massimo Grassi, Valeria viviani, Alessandro Coppetti, Marco grandi, Giulio Bonati, Francesco Di Vita, Marta Donati, Stefano Zerbinati, DONATELLA BORGHI, michelangelo frisoni, Rita Rusciano, Carlo Grotti, Fausto Baldissera, Gianluigi CAMMARATA, Alberto Dellanegra, GMichele Mesina, francesco iaquinta, Luigi Bonini, Fabio Alvino, Massimiliano Tumino, manlio walliser, Aldo Vendemiati, Romano Bergamaschi, Giovanni Pecora, Roberta manzo, lucia savoca, Gianfranco Pellegrino, Gianluca Alessi, giuseppe sghirlanzoni, Giovanni Bernasconi, Margherita Strazzari, Cristian Imbriani, marzia attaguile, stefano zanrosso, Mauro inzoli, bruno sbrighi, Alberto Frappa, Nicola Quatela, Monica Reale, Stefano Maullu, Angelica Pinetti, Caterina Mazzotta, francesco trapani, Giovanni Bellotti, Francesco Bellotti, mariagrazia melfi, raffaella bossi, Andrea Rosati, gianni cabiddu, Tiziana Barchiesi, selleri mariafrancesca, anna croccolini, Leonardo Rosa, Irene ottavi, filippo farkas, franco giussani, Luigi Guarneri, Croce Di Michele, elisa colombo, Benedetta Marradi, Paolo Ravelli, Stefano Trevisan, Marco Paola, marco giovannini, Stefano Mantelli, Claudio Signore, Andrea Puglia, Massimiliano Galletti, Mara Celani, Ferdinando Bocchi, michele villa, Francesco Federico, Stefano Silvi Marchini, Giovanni Martini, Paolo Mitri, Amighetti Luca, GABRIELLA STABILE, Andrea Brivio, Giuseppe Pasolini, Carlo Santoni, Vittorio Angelotti, Laura Gusmeroli, Francesca Buono, piero malorgio, Maddalena Sanvito, Andrea Di Fabio, Maria Parodi, Marco Marcelli, Marina Bertasi, Vanessa Leone Marongiu, Milena Margherit, Enrico Sironi, Alberto Piccolo, Massimiliano Fiorin, Giuseppe Grasso, cristina ferrarini, Giuseppe Bortoloso, gianfranco de santis, Luigi Secco, Francesco Agnetti, angelo luciani, Luca Simionato, Adele Merosi, Vito Iacobazzi, Luca Pes, Fabrizio Filipponi, Anna Paola Manconi, antonella russo, Paola Pozzi Accardo, Mario Emilio Ansalone, emanuel tribbia, Tiziano Accorsi, Giorgio Sorci, Montsita Viscovi, Giovanni Battista Reginato, Roberto Volpe, Anna Maria Brighenti, Enrico Ambroggi, Antonio Montagna, Ansperto Ballabio, Giorgio Burlone, FLAVIO BOFFA, valentina marino, Vincenzo Mauro Cannizzo, maris colleoni, Liliana Errani, vittorio calzolaio, Walter Jellici, Benedetto Rocchi, Pierluigi Pollini, Fant Umberto Maria, Mariastella gelmini, Manuela Sogni, Rocco Romeo, Giulio Domeniconi, GIORGIO VITALI, Francesco rossi, Agnese Bearesi, Adriano Paroli, Claudia Alfonsi, fausto gallo, simonetta paoli, Mirella Bartozzi, antonio gizzi, Stefano De Angeli, masano simona, MARIA RITA TANSU, roberto ricciardi, Alberto Remo Gili, Maria Grazia Siligato, gianpaolo bernardi, PAOLO BARO, amelia librari, Tiziana Loda Mauri, Maria Rondolino, Nicola Coccia, Giuseppe Pecchi, Grazia Massaro, Angelo Raffaele Manicone, Patrizia Rizza, anna casanova, Paolo Pattaro, vladimiro donati, bernardo vigan, Marta Papi, Angelo Grossi, Melissa Galliani, Marco Carucci, Raffaele Petracca, Stefao Bianchi, Maddalena Pinelli, Michela Diodovich, Patrizia Sbarsi, Antonio GIANNANTONIO, Anna Maria Cremonesi, Benvenuta Plazzotta, lucia belussi, Gian Pietro Ceriani, fernando salvi, Alessandro Marini, Mario Dama, Mario Dama, Paolo Giovanni Del Nero, PIETRO PATANE, Giuliano Puci, Alessandro Arca, laura patui, Rosa Rao, Rita Gavezzotti, Maria Grazia Galanti, Roberto Busonera, Gianni Tronco, Enrico Silvetti, Teresa Vittori, Lidia Anna Iannantuoni, Ignazio Spano, Romana Milessa, monica arcangeli, Leonardo Rizzetto, maria visentin, Alice Zanutto, Alessandro Mongelli, gian carlo paris, Giuseppe Alesi, massimo cicnelli, Alberto Bruni, Fabio Ghezzi, cristina biancardi, Nataniele Vecchio, Andrea Palla, Liberato De Gregorio, Clara Vitelli, michele canali, Deborah Iannicco, Donato Pauletto, Paola Piccinini, Angelo VAGA, Giovanni Argenziano, Giorgio Facchetti, Elisabetta Felappi, Francesco Mescolini, Fabio Massimo Ciancio, Gianluca Cheli, Claudio Ciancio, daniela tiberi, Luisa Artini, Giorgio Grasselli, elisa vigan, paola Battaglia, claudia padovani, LauraClara Mantovani, NICASIO SCACCIAFERRO, Stefano Sali, giampaolo bernardi, Pier Luigi Agosti, Adalberto Tommasi, Osvaldo Maria GRASSELLI, Massimo Zampini, Luciano Zini, Carla Belotti, Stefano Meulli, Ivan Simeone, Giuseppe Amadio, silvia zanoni, Carlo Nicoletti, Matteo Morelli, Chiara Stella Pesenti, Benevento Carmen, silvana de nicola, Mauro Zulianello, vincenzo narciso, Raffaella Scagliarini, mariella colombatto, Angela Carrara, rita stagni degli esposti, Giovanni Cannistr, Franca Plazzotta, mara bosi, Rinaldo Cattaneo, riccardo dozzo, Marta Fava, Valentina Mussinelli, Antonio Pozzi, alessandra torreggiani, SIMONETTA CESTARI, Giuliano Ciociola, simonetta pigati, Lidia Colombo, Giordano Tasca, Nazzareno Leone, LORENZO TORDELLI, rossella lampo, Fabrizio Valentini, Manola Gigante, Emanuele Buttazzoni, elisabetta boccaccio, Andrea Bartoloni, Francesca Sirri, Luca Lagan, Gabriele sguazzini, Luca Pignataro, anna carelli, flaminio farinelli, sergio moro, Dario Sidoti, Ivonne Veratti, Massimo Valdarchi, Roberto Dorigo, leonardo angelini, minelli ferdinando, GIUSEPPE CASTROVINCI, elda spotti, Angelo Enrico DElia, Anna Latino, Claudio Pettene, Valentina Avogadri, paolo tansini, adelmo clementi, silvia bertani, marialuisa Lanati, maria orioli, Mauro Costa, Giovanni Poggiali, SIMONE OLIVO, Emanuela Rovaris, Luca Di Tolve, Emmanuel Buono, Patrizio Castelli, Giovanni DAlberton, Paola Salmasi, Paola Salmasi, Federica Benigni, Riccardo Paracchini, Daniele Scrignaro, Maria Rosa Luparia in Costa, Alessandro Chiesa, Giovanni Macchi, alessandra cauli, isabella conti, Romeo Ferrini, Claudio Marchi, Stefano Minghetti, Davide Rizza, Raffaele Molti, paola zago, mgabriella rossi, daniela petrocco, Gianluca Valpondi, Luca Nittolo, Gianni Ricci, Fabio Giovenzana, Giovanna Morganti, Giovanni Santi, Giovanni Valsecchi, Maria Cristina Mattioli, Alessandra Burgio, Paolo Gamba, Patrizia Afrodisi, Benigno Belotti, Brunella Rosano, Giorgio Stella, ivo canciani, giuseppina Biagini, Stefano Conti, Morandafrasca Giuseppe, Barbara Benvenuti, LILIA RIZZINI, Paolo Trani, Giovanni Amato, Alessandro Sacconi, Flavia De Vitt, Luigi Martina, Paola Geminiani, MARIA GIOVANNA BASCHETTI, Davide Vigan, Davide Vigan, Davide Vigan, Giovanni Crema, Dario Mazzucchelli, Samuele Sanvito, mario solina, Antonella Ibba, Monica Bondardo, Antonio Guzzo, Noemi DAndola, carla montanari, Matteo Baroni, Emanuel Ernesto Bernardi, Alessandro Schirru, Maria Luisa Borgato, Agnese Ivana Sandrin, sofia sarti, Giovanni Falcitelli, Franco Michele Mura, mauro rabitti, Irene Dietrich, Angela Sandroni, Paolo Triberti, dario bizzarri, Venusia Morara, paolo gazzola, Carlo Stagni, Gianluigi Leuzzi, ornella girgenti, MICHELE TRONCHIN, isabella focherini, serena salvi, Emanuele Bignardi, Patrizio Merlini, Maria Teresa Angeletti, grazia altadonna, Lenca Toma, Giuseppina Carapella, stefano greselin, Mario Binasco, antonio andolfi, Roberto Roberti, Stefano Valentini, Michele Biasi, sandra sandri, Enza Del Bene, Piero Palumbo, ada maria ventura, Lucia Carandente, Claudio Rocchi, Daniela Saba, Federico Mascia, angelo tosi, giovanni Carcano, cristina randi, enrico ventura, Federico Napoletano, Margherita Roberti, valentina aiello, roberto tieghi, gianantonio spagnolin, cosma gravina, Francesco Frisina, Rossi Piera Maria, Annalia Gabellini, Luisa Cecchetti, Pio Moretti, Giovanna Luigia Mastinu, Francesco Mazzarelli, Anna Luparia, alessandra vacca, Claudio Cattaneo, Anna Fiorella Amendola, serena mandile, elisa scarlata, francesco mantegazza, Armando Scir, Luisella Giuntoli, Roberto Viglino, Paola Ubbiali, Pietro Agnoletti, Nadia Magagna, Salvatore Salaris, Alfonso Benedetto, Francesco Cretti, Giorgio Di Concetto, Leonardo Raggio, Giogio Vicentini, Gabriele Natale, Paolo Bola, Silvano Gomaraschi, duccio ulivelli, gianluca samsa, Marina Albanesi, maria antonia pirovano, assunta reggio, Antonella Giuliani, anna stucchi, Francesco Pappalardo, alessandra gianino, Antonio Maria SPOTTI, benedetta fervari, Gianfranco Algarotti, Luciano Barozzi, Duilio Gennari, Massimo Ciambotti, Vera Cant, Gianfranco Salvatore, aldo surio, giovanni magazz, Eleonora Michelotto, Giacobbe Elia, ELENA MONTANARI, fabrizio ragnedda, manuela fadda, Rosaria Bianco, maria satta, claudio galli, PIER GORINI, Carlo Albini, filippo cacchioli, Stefano Fugazza, Marco Salvatori, Fausto Giusti, Marcello Mattiazzo, Davide Maino, Chiara Ragazzi, Maria Elisabetta Levato, Giacomo Accardi, Simone Mora, Rosaria Bosu, Federico Rosetti, Orietta Arata, Emma Zanella, Piero De Luca, alessandro longhi, anna cordone, Leveghi Luigi, maria assunta russo, Rosa Piras, Lara Dolce, Silvio Secci, fabrizio Treglia, Emanuele Mambelli, Giuseppe GARAVAGLIA, Renzo Besozzi, Gabriele Marasti, Patrizia ROCCHI, Giuseppe Podagrosi, Emanuele Ciriachi, ester battistini, ferdinando gradella, Antonio Meli, Valentino Marostica, Piergiorgio Pesaresi, Carlo Bianchi, LIDIA FLANDIN, Salvatore Fallica, LUIGI MONTANARI, Sonia Maria Geroli, Paolo Mesolella, Giovanni Fumagalli, Elena Martignoni, Paola Tartara, Sabino Campana, marisa beccaria, Giovanni Pagani, Silvia Ventura, Sara Caset, ANDREA CARELLI, Carlo Ponti, Alberto Teatini, Rita La Gioia, Paola Petrelli, Marco Surio, Emanuele Triggiani, MARIO CONFORTI, michele niero, laura zappi, Gianluca Petrocchi, Eugenia Poletti, Michele Tosca, NEGRI CLAUDIO, Daniele Engaddi, Alessandro Roverselli, Tommaso Cecchini, Mario Romanelli, Iles Braghetto, pietro verardi, Marco Piazza, BARBARA BERNARDINELLO, Enrico Tafi, LUIGI BRUNO TORRE, Francesco Muratore, Riccardo Quaglia, Giocondina Chiesa, Luca Maria Negrini, riccardo sacca, luisa lissoni, maria luisa cassera, gianna Venturi, Stefano Tonello, Fabiana Orlandi, Alessio Biagioni, pasquale mercuri, Barbara Pessini, Marco Bertini, Paola Paoletti, Maria Pia Cialdini, Giuseppe Forlani, Luana Vaianella, Marco Ferraresi, Calogero Gera, francesco schiavello, Matteo De Melgazzi, Luca Collodi, giancarlo ciacciofera, Anna Barbieri, cristina sorci, Alessandro Conti Puorger, Piergiorgio Dajelli, Remo Contucci, Ambrogia Vergani, edoardo dari, Daniele Bruschi, Elvio Ancona, Silvia Manzotti, marco marzo, luca mariotti, Giorgio Montolli, Massimo Valli, Angela Raffini, Simone Pegoraro, Tiziano Offredi, otello panizzolo, Peppe Rinaldi, Carlo Gargaglia, Aurora Fiorani, Enrico Fedi, Luigia Santoro, FRANCESCO DI GIROLAMO, Paolo Tamborini, Raffaele Dragoni, Luca Mariani, Roberto Galdi, Cinzia Marchetti, Maurizio Brunetti, Leonardo Roda, ALBERTO DESCO, Maurizio Mariani, Elena Pascoletti, Doria Fiacchi, carla lazzari, Giovanni Mettero, alberto meroni, Stefano Fassi, Luigi Rusinenti, Fulvia Menoni, PAOLA LAGHI, viviana sandri, carlo maria visconti, fausto gallo, Mirella Biroccesi, Mauro Giambi, simona stracchi, Ezio Allais, Andrea Mariotto, nadir loro, Caterina Sandrelli, Lucia Pradelli, roberto leoni, Manuela Passeri, MARIA LUISA MERONI, Rosella Ducati, elisabetta recusani, Maddalena Anzaghi, anna mondella, Marco Strano, Francesco Sangiorgio, Annamaria Evangelisti, giovanni robuffo, Augusto Cesaria, Gianfranco Marcucci, Oscar Bocchini, Roberto Bertucci, Antonello Cardamone, Andrea Musso, Alida Vismara, donato polignano, nicola dorazio, gianni carniglia, Andrea Giampaolo, susanna bo, Pietro Viscardi, Paolo Agostini, enrica miselli, danilo maffone, Tonino Cantelmi, gianluca zappa, stefania ballani, FIORISA MANZOTTI, Paolo Nicotra, Susanna Turillazzi, Domenico Riccobono, Alfredo Abbondi, Giovanni Braini, Giampaolo lucchi, Margherita Saccomani, Christian Ridon, Giorgia Pinelli, maria caterina, aldo apollonio, Maurizio Palestra, Gabriele Ferrandino, andrea frigo, liliana violi, Angela Raffini, Gaetano Piermatteo, Maria Grazia Coltorti, Raffaella Mignatti, Rosalba Scrima, giovanni trabattoni, Ivana Epis, Roberto Mattei, Renzo Gorla, Matteo Maschi, Mariarosa Vallis, Mirabella Maria, Elena Di lorenzo, Antonio Benvenuti, carla baiardi, clementina poggi, silvestro gottardo, Emilio Tettamanti, Annalisa Stefanelli, Giuliana Mina, Marcella Garofolo, Michele Tringali, Nunzio Lozito, Maria Paola Meloni, Agostino Guerriero, giovanna alberio, Marilena Casari, maria francesca mastio, gianluigi rossi, elly laplaca, Laura Guerrini, Elio Lovera, Erica Martina, Chiara Bertazzoli, NICOLA QUERO, Salvatore Porro, Emmanuele Muresu, Ivan Popoli, Carlo Gatti, carmelo sturiale, Nadia castaldi, Paolo Cii, Francesca Gadaleta, Antonietta Bonato, angelo giulani, Matteo Ferrari, giovanna ossola, Stefano Crespi, orietta decapitani, Silvia Tirelli, Ugo Basili, Antonella Botti, Daniela Oldr, antonella polato, Rodolfo Sabatino, Gertrud Pinggera, Arnaldo Sivieri, Emilia Teresa Gaiardelli, Lorena Iezzi, Valerio Valeri, Elma Gandolfo, Andrea Caprotti, Martino Zavarise, paola domini, Elisabetta ChiudinaPiaceri, susanna testa, adriana cagnin, Gina Rebeggiani, Riccardo Preve, Luigi Roggerone, maria antonietta gaziano, Antonello Piras, Antonio Melfi, PAOLA CARLONE, Bonetti Gaspare, GIAN ANTONIO CAIROLI, Walter lanzani, Nicola Aliprandi, WILLIAM MUNARI, Laura Scanziani, Maurizio Pini, giuseppe roselli, Michele Merli, patrizia salvanelli, Antonio Santus, Romano Cazzaniga, Maria Chiara Cuzzola, fulvio festa, Fausto De Simone, Marina Carnevale, Davide Checchi, Gianmario Forneris, saba moscati, Paolo Felice Colombo, Renato Di Giuseppe, gabriele moltrasio, Marco Beri, Riccardo Bussone, Chiara Paganuzzi, sergio de vincenzi, rosanna palmira, Vincenzo Linardi, Giovanni Fighera, alberto demeneghi, Umberto Barozzi, Gabriella Notarbartolo, Milena Crippa, Marisa vaerini, michele giordano, Guido Bonarelli, emanuela menoncello, Pierfrancesco Zangarelli, laura luciani, Viviano Ba, Sergio Chisena, Dante REATO, Ana Maria Millan Gasca, luca gentile, Paolo Zara, Marcello Murrighili, Giorgio Pozzi, Fernando Garrone, Vincenzo Palaia, Giambattista Piatti, Salvatore Russo, Mariateresa Beretta, Francesca Gallus, ANGELA VAGO, luisa secchi, Giancarlo Colombo, MARIA TERESA CARTA, Maddalena Pozzi, Aldo Cannav, Enore Agostino Maffezzini, Silvia Gianessi, Fulvia Bertocchi, Robi Rpnza, Maria Picotti, ugo rauzi, Filippo Savarese, Margherita dragonetti, MARCO MANDAL, Leonardo Modeo, Ivano Salis, PAOLO MORA, Paola Zavatta, Filomena Marchetti, Massimo Vignati, Maria Letizia Savini, Maddalena Mingucci, barbara aliperti, LUIGIA CITRO, Giovanni Badiani, ivo costanzi, maria zardini, Giacomo Gandossi, Mario Nicolini, Carla Dallatina, Nazareno Morresi, Giovanni Camaiani, paola paganelli, barbara zamagni, Matteo Rizzolli, laura Zanazzi, Simonetta Baldini, Marco Montesano, Angela Persano, Ubaldo Pozza, elena giudici, Ginetta De Angelos, angelo mandelli, Lino Gottardi, angelo mandorlo, Antonio Del Torto, orietta decapitani, ERSILIA LUPO, Deborah migliorati, fabio colosio, Annagiulia Andreani, Chiara Cugno, Francesco Carabelli, ernesto moroni, Marco Savioli, maria teresa de tiberiis, Davide Teutonico, Alessandro Sacchetti, Maria Santina Gliozzo, Massimo Maciga, Paolo Luchessa, luigi cozza, Lanfranco Lollini, Laura Quarta, Cinzia Trevisan, Giuseppe Crippa, maurizio spernanzoni, ROSOLINO GEREVINI, Michele Galli, Alessandro Grittini, angelo leoni, Daniele Mencarini, giovanni ametrano, Giulia de Bellis, giovanni ametrano, beppino giovannini, Costanzo Rossi, Davide Lucchi, Francesco Gradella, Pompeo Masturzo, Antonella Zenobi, tiziana ferrari, Marco Galleano, Fabio Di Berardino, Carlo Masseroli, cristina martini, Cosimo Puce, Matteo Romoli, gianmarco sguazzardo, fabiola salucci, sara carbini, Ruggero Latini, Michele Iatarola, Davide Tonni, FRANCO DI VITO, mariagrazia pellegrini, Leone Battilotti, Eugenio Cervo, Maria Rosa Marchetti, giulio castelli, massimo bruni, Giovanni Paolo Peretto, Antonio Landi, Giuliano UNCINI, Sergio Franchi, Anna Davalle, Donatella Marras, Giacomo Rocchi, Alessandro dAlessandro, Domenico Mazzarello, Alessandro dAlessandro, Lorenzo Bartolacci, Nicola Milella, Roberta Romanello, Maria Emma Panzeri, Angelo Camanzi, Maria Clemenza Berti, Daniele Bonarini, Angelo Scungio, MARIAGRAZIA FRACCAROLI, Adeangela Allevi, MariaChiara Franchi, Francesco Fava, Mario Narducci, DARIO CAPOVILLA, Vincenzo Rossi, Graziella Vantellino, Elena Del Rosso, Lucia Ravenna, Antonello Deiana, Giovanni di Ronza, maria piras, Giovanni ARIENTI, Pier Giorgio Olivato, Cecilia Ghidoli, Neva Framarin, Maria Bonaria Meloni, CARLA MANUSARDI, RENATO ZELASCHI, Maria Elisa Bergamaschini, anna cuffaro, lanzeni rosanna, marco scarzella, Eugenio Alipede, Annalisa Romano, sandro mulinacci, Mauro Andreoli, angela zanti, Flavio Giulio Pidutti, Giorgio Alberto Crotti, emanuele falliti, Stefania Nucci, Marina Benucci, Sara Agnes, Paticchia Maria Rosa, ANTONIO ERCOLE GARAVAGLIA, Claudia Cassano, ambrogio santelia, Andrea Xotta, claudio garavaglia, carlo galbiati, Paolo Monteverde, Lucia Pietrella, Alfredo Sparaventi, Saverio de lorebzo, Tristano Errico, Donato Contuzzi, cesare longoni, Cristina Conci, Beatrice Marchelli, nicola nardelli, matteo misuraca, pina soggia, Francesco Travisi, Roberto Sanvito, maria teresa, Luigi Mancin, Eros Griggio, Chiara Zanola, elinpaola Mur, giovanni gallerani, Giacomo muneratti, Massimo Mascolo, Anna Maria Zuzzaro, luisa altobel, stefano mancini, Alessandro Poli, Giovanna Riccobaldi, Teresa Amicone, Vincenzo Sorella, bonanno claudio, Caterina Re, Claudia Rossi, umberto borzi, Roberto Sega, Francesco Tasselli, MATTEO LA TORRE, Antonio muscolo, Paola Polchi, Fabrizio Micheloni, Sergio Battistolo, Domenico Saretto, Mauro Grimoldi, Mario Oriani, Franco Fanti, crema irene, Chiara Pellegrini, ruggero lapiccirella, gianfranco Conti, Patrizia Beretta, Marco Seghesio, Claudia Cotella, Filippo Pattacini, Andrea Scieghi, Sara Santinelli, amelia colonello, Vittorio Zedda, Giuseppe Thomas Vitale, Giovanni Mario Calzari, annunziata mastrolia, Loretta Forlivesi, Caterina mazzucchelli, Albano Buzzoni, wanda Ascione, Loretta Martinatti, EMILIANA NOE, Bruno Gradenigo, laura scipioni, Giorgio Caironi, alfredo marchionni, Silvia Zerlotin, Andrea Ghidina, Angelo Crescentini, romana passante, Eloisa Zezza, Giuseppe Zezza, Pietro Mascheroni, Francesca Romana Poleggi, PAOLO AVEZZU, Mauro Rufini, Erminio perego, Carlo DaGualdo, Antonino Arduca, Francesco Conigli, CARMELO SAPIENZA, alberto girello, Andrea Battagli, Gabriele Maffini, Romano Maggi, cecilia maria boniolo, Giorgio Badalamenti, Salvatore Loi, Alberto Locatelli, Oscar Mariani, Rita Fabbri, GIANLUCA VALERI, MICHELA ZAMPIERI, don Giovanni A Maria Ferrara, Katiuscia Matteucci, Chiaretta Capodaglio, Paolo Cesanelli, MCristina Del Poggetto, Francesco Curto, Stefano Biavaschi, Antonella Ciacio, Anaclerio Andrea, Stefano Santucci, Carmela Cossa, Paolo Bini, giorgio fedrizzi, alessandra guzzo, Danila Sanvito, Carlo Gaetano Maria Martinelli, Ilaria Tommaselli, Marino Scotton, Elisa Schiavina, Fabio Sansonna, Emanuela Bertini, Emanuele Belloni, Massimo Costanzo, luigi BOTTINO, Nino Faro, angela familiari, Giovanni Ghislandi, Leondino Cipolletti, Massimo Zampollo, fabio ravasio, Giorgio Vigna, piermartiri enrico, Emilio Ricchetti, arduino aldo ciappi, flavio dossi, LUCIO PANIZZON, Marco Desiati, Paolo lamperti, DOTTORI GIUSEPPE, giorgio roda, Massimiliano Pellegatta, Gianfranco Erba, Monica Della Volpe, enrico bolletta, alberto vigan, margherita dossena, CARLO GITTO, Sira Mensi, Franco Troiano, Alberto Pedroli, Orietta Tunesi, Fabrizio Saottini, pietro argia, Luciano Cancellario dAlena, valentina oriani, Giacomo Ugolini, Tondi mario, Beatrice Rossi, maccarone giuseppe, anna maria brambilla, GABRIELE GIANOLA, Paolo Vigna, Valerio Demarie, Antonio Giovanni Colombo, Roberto Giorni, Daniele Provenzano, ornella pozzi, maria assunta cattaneo, Giovanni Ferrari, simona leacche, VALERIANO CESERANI, luca Bernardi, Nicola Morini, Lucia Sardagna, angelo pennacchioni, Renato Bianchi, GIOVANNI MATTEINI, Tarcisio Bertolli, Albertino Vardiero, Giorgio Colomba, aldo bertolino, Paolo Melotti, claudio colombo, anna maria romolotti, Giancarlo Biranti, ernesto mornatta, Giuseppe Bruno, mauro bellini, Raffaella Schiaffino, Luca Garau, Anna Maria Vinto, giovanni mariani, Giuseppe Buonamici, Roberto Riviello, Paola carrara, chiara li causi, Laura Vitale, Luigi Tardini, enrico bernini, Alessandro koronica, giuseppe boffi, Andrea Brega, Laura Azario, Maria Altieri, Pietro Sangiorgio, Ester Francesca Aloise, Rosario Castiello, Manuel Stefani, mauro marabini, claudio anzaghi, Enrico Giudici, Maria Rosa Venturini, Giuseppe Cautero, Marco Ganzini, Enrico Ronzoni, laura pantanelli, ilde galliani, Fabio Motta, caterina milazzo, Antonio DUrbano, caterina milazzo, Aurora Bastianelli, Marisa Pacioni, pieralfonso visentin, Maura Caprari, carlo maria romagnoni, Ermanna Ronchini, massimo poggi, giuseppe govoni, Luigi Conti, Vincenzo Di Giovanna, Alessandro Radrizzani, Giovanni Fiori, Giuseppe Stefano Leone, Antonia Martini, roberto zanconi, paola coda zabetta, Riccardo Zanzi, Lorenzo Ricchi, Ziino Colanino Italia, Guido Pagliarino, klaartje roegiers, Associazione Culturale Archikromie, Bonora Paolo, Gianni Giussani, Annamaria DIncecco, Alessio Gonfiacani, Claudio De Paola, paola Giuseppina Pirovano, Massimo Tonucci, Silvia Bergonzi, claudio colombo, Davide Leardini, Fabio Agostoni, Umberto Venturini, Marcello Borghi, Mario Armosini, Enrico Rovegno, Walter Rossi, Letizia Salvaderi, ANNA BUTTARO, Ernesto Fantoni, Carla Gavi, Giovanni Moretti, Giovanni DAndria, Fabrizio Pizzagalli, Maria russo, achille angelo bolli, franco cella, marcella marino, Tiziana Bonassina, Adele Bugatti, Abramo Reniero, lino fulvio, daniela gizzi, Florenzia Malmassari, Emmarosa Varotto, giuseppina gambertoglio, Marialisa Villa, michele gardenal, STEFANO MARCON, Angelo Pellizzoni, bruno mardegan, alessandro guiso, antonio riva, Stefano Masci, Antonio Mignozzetti, Giovanni Battista Siffredi, Mauro Romanello, Raffaele Della Torre, Francesco Palombi, giovanni Pezzoli, Maria Carmela Gallucci, Alba Caminati, Alessandra Kadelburger, Marco Sanavio, Stefano Dalmonte, Giovanni Brembilla, MARIA TERESA DI CONZA, Renzo Spagnoli, Giuseppe Nicotra, vincenzo tarquinio, Renato Gentili, Mario Natalucci, Matteo Baldo, DONATO DI GILIO, Valentino Cai, Aldo Righi, Emanuele Giachetta, Gianni Bellocchi, Daniela spadoni, Gentian Beqo, Ludovica Schmidt Muller di Friedberg, Marino Tremolada, Vito Armandi, laura cioni, roberto cagnoni, Stefano Portioli, Laura Crivelli, giovanni pradelli, Maria Luisa Hugnot, Francesco Nocelli, Francesco cant, pasquale allocca, Cecilia Bonino, Aliaksei Ason, Maristella Boniardi, Leonora Paroni, Guido Paroni, STEFANO GUIDI, manuel di casoli, Alessio Palmisano, Romano Bergamaschi, Claudio schieppati, Antonella pozzuoli, Carmen Alberton, Maria Adele DellOrto, Carlo Sguazzini, Giovanni Iudica, Antonio Sciusco, Anna Chiara Neri, matteo ghidoli, Mario Da Lio, teodolinda sormani, rita rainaudo, Carlo Vitali, Paolo Testaa, Susanna Dallaglio, GAETANO RENNA, adriano ballabio, Sergio Galli, Tommaso Croce, Patrizia Andrisano, Riccardo Viti, angelo coppola, Ines Molinari, framcesco prioglio, raffaella crabbi, Alberto Tamburrini, Federico Pulina, Giacomo Ramoino, Roberto Amati, Francesca Tassinari, Tommaso Raggi, Mihai Bujor, patrizia achille, michele romano, Alessandra Vanzan, Luigi Lamma, Filomena Vetuschi, VINCENZO IOCULANO, Maria Pia Minervini, Antonio Caputo, Paolo Padrone, Roberto Sincich, Sebastiano Delucchi, Federico Zamboni, mario callegari, Alessandro Trenta, Daniela Porcarelli, Michele Bombelli, nadia ferrari, Raffaella La Capria, Giovanni Zorzi, Giovanni Zorzi, alfonso zucca, manuel boniotti, Sergio Castellani, laura colombo, Renata rava, Fabio Cavalletti, Giacinto Tavernese, Marco Ferrario, mauro liberati, Daniele Lagan, Giosu Brichese, Giuliana Broggi, Mattia Venudo, Paola Ombretta Sternini, Fabio Valente, Rosi Innocenti, andrea arioli, Luigi Brambilla, Fabio Bonanni, gianni revolfato, Roberta Mazzoni, Silvia Spadaccini, LUCA DE CESARE, marco salvador, Paolo Cantoni, Antonio Battistella, Claudio Alberti, Vera Alb, luca dolcetto, luigi Chiosso, Francesco Negri, Manuel Crostelli, Antonia Lapenna, Paolo Galli, Luigi Irelli, tomaso lamperti, roberto frescaroli, Enzo Bezzi, Luca Iacono, giovanni tiritiello, MARIA TERESA PANDOLFI, maria angela nigrotti, Paolo FORNENGO, Giovanna Reitano, gina trento, Alessandro Arnoldi, MICHELE CARCHEN, Achille Vernizzi, Michela Iacob, Mauro Graziano, mirko mochi, Maria Grazia Zanella, Lucia Leccisi, Cristian Marcianelli, Alberto Pisan, Antonella Facco, antonio ansanelli, Antonella Vian, Manuela Barbero, Patrizia Pepe, Roberto Invernizzi, Daniela Corradi, Giacomo Andreani, Gabriele Grillo, MASSIMO SEGANTIN, Paola Zuffellato Peroni, Angelo Pezzoni, Renzo Fogliata, antonietta mazzoni, matteo donadoni, Lorenzo Benassi, Ermanno Castaldo, Gianni Vigogna, FRANCO NARISANO, Roberto Nebbia, michele brambilla, mario caccia, Giovanni Cavani, Anna Frigerio, vittorio crepaldi, Davide Fracassi, paolo canti, franco galleano, Manuel Bongiolo, Antonio ONOFRI, Elisabetta Zattin, Fabio Milocco, Marialuisa Dragoni, Giovanni Borri, federico leone, enrico cannizzo, Tommaso Nebbia, Rosario Corti, Linda Bossoni, aldo motta, Franco Gagliardini, ELENA BARBAGALLO, MARIA TERESA PASQUARIELLO, Licia Chierici, Valerio Pace, Luigi Brambilla, FrancescaIsabella Lorenzetti, valeria barzaghi, Maricel Irinel Mititelu, alvaro gandolfo, Claudia FRIGIERI, Andrea Bonoldi, Loris Ruzzafante, CATERINA CITTADINI, Rosa Monico, Maria Parolini, Elena Russo, Covadonga Cortias Villazn, Filippo Grigolini, elena stradi, Giancarlo Perego, Luciana Lenzi, Maria Teresa Fumagalli, Francesca Dessimone, Enrico Fiorini, Margherita Scipioni, Domenico Cappellini, MariaCamilla Fiazza, Stefano Iorio, chiara marenghi, aru luca ferdinando, VALERIA PAGANI, Anselmo Farina, Giovanni Chiaro, Gianfranco Albrigi, Teresa Scillieri, Francesco Cannatelli, Domingo Gianasso, Antonio Palumbo, Maria Tiziana Brignani, mariapia innocenti, Raffaella Pozzoli Mariani, Salvatore Ricchini, Rita Bettaglio, Claudio Rimoldi, Carlo Snider, Marco Tomasoni, Massimo Capaccioli, Marco Tomasoni, Roberta Mazzantini, Roberta Cattaneo, Maria Grazia Sona, Chiara Zappa, Paolo Iviglia, Fabrizio GAONI, Corrado Pisano, Andrea Sartori, Andrea Sartori, Marco Gori, giacomo lariccia, Pietro Tumminia, caterina carafa, Boris Iez, Daniele Zaia, Maria Anna Ronzoni, Tersilla Torresani, Mario Pulvirenti, Serena Pini, Guido Barezzani, Alessandro Zanconato, rita sansovini, Chiara Antognozzi, Franca DellOrto Matteotti, giuseppe ghislandi, Lorenzo Carro, Luisella Grossi, Luciana Montecolli, Michelino Prili, Martino Marai, franco scotti, Giorgio Zorloni, Guido Barezzani, Daniela Prato, Domenico Savino, Vittorio Conti, Paolo Agostini, Luca Ragazzoni, Antonio Basile, Bruno Castro, Roberto Guarneri, Andrea Rebeggiani, elena sartor, Maria Grazia Giampaoli, daniele franchi, Claudio Giungi, Caterina Chiatto, marco ventura montecamozzo, Cristina Marcellini, david cortoni, rosella celestini, Patrizia Martinelli, Luca Gentile, Andrea Maul, Mino GARZIA, giovanna casertano, anna guarnaccia, Daniela Campanale, Maria Contin Galli, Nadia Proietti, Evelia Strianese, salvatore lanza volpe, Rita Madonna, Renzo Faleschini, guido de fornasari, Maria Concetta Ferrigno, Luca Del Greco, Marco Murru, Elena Bentini, cristina carletti, Marco Gabrielli, Maria Campanale, Beatrice Cavicchioli, Marta Santoprete, massara pietro, Governale Antonino, Maria Grazia Cucurachi, Massimo Buonocore, Angela Mastrolia, Paolo Cevasco, Lorenzo Dianzani, Rita Madonna, Laura Ponzini, bigoni mos, Tommaso Saltini, Roberto Servida, Lucia Rita Carletti, Adriano Antognozzi, Cristina Simoni, Chiara Voli, Stefania Piubeni, chiara rigon, Mario Opreni, Manuela Luzzi, Francesca dossi, fasoli maria, Simone Ferraris, giuseppe giandinoto, Francesco Giacalone, Tania Vanini, Valentina Romeo, Leonardo Salvaterra, pietro guzzi, Federica Sgalaberni, Riccardo Bisini, muti mauro maria, Nicola Calagna, Davide Cattini, Francesco deplano, ANGELO DALLESTRO, franco melchiorre, Eliana Savoldi, Carmine Di Costanzo, Riccardo Ferioli, Laura Giustarini, Gabriella Esposito, Gaspare Bonetti, maria ceci, giuseppe paterlini, Arcangelo Neri, Gabriele Borri, Maria Carmela Fanciullo, chiara benetti, saes boscolo, Paola Pappafava, Paolo Carlani, Fabio Campinoti, Benedetta Paeyron, Matteo Venerucci, Oliviero Assanelli, Annamaria Grassi, Maria Laura Zavagno, Roberta Goracci, Gabriella Oldani, maria michela giorgi, Marco Monari, chiara ugolini, Giuseppe Noto, Michel Stopponi, Claudio Agresti, lucilla briganti, Umberto Del Corona, alex grillo, Federico Vicari, Daniela Corbellini, Nicoletta Aporti, renzo mazzieri, Michela tonon, Anna Findanno, gaspare la grassa, Francesco Bellotti, Angelo Manara, Piera Santandrea, Lorenzo Tardini, As Chianese, Irene Nicotra, danilo vitali, Lucia Pandolfo, Daniele Bossi, Paola Pellizzoni, Felice Ciccioli, Emilia Consonni, maria giuseppina caffagnini, Silvia Gaudenzi, Daniele Debertol, gianfranco tovaglieri, Emma Ciccarelli, Antonio Chirizzi, Emanuela Credentino, Rita Carboni, nicola lecchi, Fabio Poles, Eugenio Majoli, sergio alba, Francesca Bravi, Francesca Bravi, Lodovica Carli, Piergiorgio Chiarini, Enrico Mancini, daniela ripani, Ugo Apruzzese, Paolo Barbolini, Gabriele Scamperle, Francesca Bravi, Francesca Mazza, Marco Della Valle, Paolo Ripani, Giovanni Camuffo, Guido Pianeselli, Andrea Mariani, Laura Ferrari, Laura Baravelli, NICOLA RUANI, Pierluigi Aliprandi, Chiara Bareggi, Vera Lucia Ferreira, Giulia Attolini, Giulia Bassi, Elvio de Santis, Enrico Del Bel Belluz, daniela de angelis, Piero Gabrielli, Collina emilia, cerina cazzaniga, Marco Cingolni, Chiara Lagan, GIACOMO BORGHI, Luisa Sangiuliano, Pietro Dufour, franco caron, ELISA DEL CUCINA, Paolo Pietro dellErba, Claudio Gamberi, Andrea Fochesato, Gionatan Lombardi, Angelo DallAra, silvia Giovannini, Maria Maugeri, Giacomo Di Pasquale, vittorino bocchi, Francesca Moltrasio, Antonio Carleo, Laura Scatton, Giovanni Ferroni, ivana amarino, Michele Tatti, Guerrini Luca, Paolo Roberto Rivera, Gianni Farrace, roberto colonnelli, Zicche Mauro, Gianluca Dossena, Massimiliano Pavan, Giulia Plazzi, Sacchi Florio, Augusto Moretti, Marco Sabbioneti, Anna Maria Bertelli, Giuseppe Rabajoli, Umberto Pasqui, Carla Vanni, Andrea Nepoti Goitan, giuliana ghezzi, Elvidio Siviero, Francesco tardini, Matteo Coatti, Valentina fasani, Tommaso Savarese, Giovanni Lanza, Valentina Daddi, Francesco Cignoni, Giorgio Scaramucci, Paolo Lenardi, Maria Elena Mataloni, Pietro Giribaldi, Alberto Magnani, annarita tiberio, Francesco Picciano, Silvia Pisi, Arianna Schmuckher, Anna Maria Babbini, Mauro Zanzi, Giuseppina Caronni, Francesco Malguzzi, flavio venturato, Chiara Maria pasetti, Elena Ventimiglia, umberto spiniello, Saba Santarelli, nicola mori, caterina zanelli, Rolando Zanon, edoardo roson, Andrea Solfrini, Marco Stenta, alessandra de simonr, Paolo Favero, Marco Zappa, MAURRIZIA BRIGHI, Antonella Donati, margherita nobile, Francesco Mangone, Francesca Barberis, valeria pandolfini, Felice gheda, Sara Agnoletti, Marco Nicoloso, giovanni serri, Francesco Cameroni, roberta burani, Giovanni Bandini, Lorenzo Catella, maria luigia dellera, Sergio Crespi, marco angelo de capitani, Alberto Mengoli, gina scarito, Tommaso Cima, silvia zecca, Roberto Boni, Viola Vincenzini, Edoardo Mancini, Maria Forno, Luigi Mauri, Ilaria Palma, Marta Ferrari, Maurizio dIppolito, Rosanna Foss, Giorgia Farina, Marina Brambilla, luigi Di Salvo, monica domizio, Antonino Ficara, nelia comuzzi, dantina bonvicini, Rossana Urso, marco tezza, Cesare Orsini, giuliano castellini, Sergio Conti, Luigi Lista, Antonio Gulotta, Francesca Scarano, Salvatore Falco, Barbara Santambrogio, Alfredo Turi, Cristina fasani, Patrizia Marabelli, Rocco Surano, andreina mariani, giuseppe mattaliano, Rocco Roberta, Carlo Sansilvestri, Sarah De Gol, NICOLETTA MONACO, Davide Carbonetti, Annalisa Gerosa, Don Ottavio Villa, Giovanni Vailati Venturi, Angela Iole Magnoni, pallotti marcello, Andrea Gardu, Dario Giugni, Paola Bettucci, Pietro Vitiello, Monica Giacometti, Oscar Salmistraro, Silvia Grigolini, Sergio Camporeale, Roberto Maria Di Gilio, Angela Faldi, Massimo Santoni, Donatella Adelasco, Maria Cristina Sculco, silvia vari, angelo cerizza, enriqueta angela di caro, Lucia Felappi, Domenico Pellei, Carmelo Fontana, Silvia Mormile, gabriella andreis, rosalia gasperoni, Roberto Vona, ANNA RITA LATINI, Renzo Collini, Giovanni Maffini, Germano Cant, Pietro Cardinali, Maria Rosaria Sudanese, Alessandro Martinetti, nadia gadaleta, Maurizio Croce, Mario Grossi, Teresa Zuppardo, Veronica zanon, Emiliano Rizzo, Maria Ivanna Marzocchi, annamaria di lorenzo, Diego Asnaghi, fernando salvi, Romana Cordova, pelella salvatore, Gloria Simone, Alfredo Spadaccini, cesare augusto scuderi, Rosario Di Tinco, Silvia Avanza, paola gavello, claudia lo iacono, loredana moncelsi, Simonetta Cazzola, Giorgio Spellucci, Stefano Silvetti, giovanna fabbri, luciana roberti, Colombo Roberto, stefano todini, Andrea Guarise, Danilo Delzotto, Alessandro fontana, Lucia Brasca, Veronica Gottardi, ROBERTO ZAMPONI, annamaria reffo, Emma Caravita, Andrea Musacci, Luigi Peyron, Fantini Laura, Chiara Borghetti, Massimo Milllone, Capriotti Lino, Famiglia Maragliano Paolo Maura Anna Marta Giovanni Benedetta, Daniele Bonvicini, Calogero Bencivinni, Alessandro Frezzato, Gian Paoabini, Lorenzo Cordoni, Anna Celano, Loredana Sega, Romano Zangarini, Brianza don Giorgio, Paolo De Rossi, Vincenzo Gulino, Francesca Belingheri, Rossella Fico, Orlando Orlandi, Franca Moder, Gerardo Russomando, giancarlo guagnano, Dario DAmbrosio, salvatore marzo, Marco Pozzi, EMANUELA LUSTRI, Mario Cambuli, Filippo Tabacco, Andrea Pavan, Giulia Canestrella, angelo pagani, Roberto Smaniotto, Gerardo Russomando, Elena Baloi, Alvise Merini, Francesco Elli, Paolo Danesi, Mirko Lombardi, Michela Zucchini, Giuliana Bragantini, Angela Maria Provenzale, Ennio Ronchi, Maria Federica Di Curti, Marghertia Tommasella, angelo gasparini, michele messina, Pier Filippo Cugudda, Gabriele Rossi, Pierangelo Rossi, Pietro Paolo Arlotti, Antonio Cancian, Enrico vitali, giuseppina Canali, Maria Laura Palla, Liliana Bertagnolli Nagler, FRANCESCO BIANCHINI, Evaristo Tocci, Clara Amicone, Antonela Gambirasio, Alberto Conti, silvia foschi, Piero Orr, Dario Panella, Lorenzo Falappi, Daniele Ercoli, Maria Provenzanp, ermanna boroni, Mario Bubola, Daniela Di Napoli, Alessandro Speri, Silvia puletti, Maria Aurora Paniccia, Bruno Dore, Mario Tizzoni, Marcello Anselmi Tamburini, antonino torre, Alessio Pecorario, rita Vendrame, nadia manfrini, Barbara Marzorati, Marco Ruggio, Alessandro Alessio Vitello, marina modesti, Angelo Marchina, Giovanna Maria Napoli, Giovanni Panarello, Stefania Ferrati, DONATO ALTAVILLA, annarella tossici, Nicola Deplano, valeria giusti, ANDREA BONZI, alessandro di martino, Alessandro Giuliani, Paola Marta, Cristina Torreggiani, Donatella Annunziato, Valerio Pece, Giuseppe Zana, Claudio Begher, Michael DallAgnello, Dorina Quarin, loredana schiavano, Maria Cristina Arienti, monica crivellaro, Fabrizio Trevisiol, Anna Bertuccelli, Andrea Cazzaro, Micaela Speranza, Anna Tonti, Franca Furlanetto, Claudia toso, Amintore stopaia, Erica Pretolani, Simona Pasolini, Maria Rosaria Tranchese, Emanuela Pettinari, Marco Sciddurlo, Pasquale Leggiero, Valentina Boscolo, Italo Amitrano, Goffredo Giacca, Andrea Cionci, Fortarrigo Piccolomini Sereni Bonucci, VITTORIO BRAMBILLA DI CIVESIO, Virginio Basso, Silvia Perrella, Ettore Piras, Carlo Miglierina, andrea crepaldi, Edoardo Bellocchi, Sara Carsughi, Carlo Zoccola, Marinella Gallazzi, GIOVANNA ZANTI, emiliano martino, Daniela Filippino, Cristiana Gavio, Ciro Pica, stefano carocci, Emiliano Fumaneri, Tiziana Maggipinto, cristina murta, Antonello Naticchi, Mario Ceccarelli, Letizia Calderoni, Silvia polizzi, Alessandro Bonino, Elisa Savioli, Gianfranco Cerreti, Letizia Calderoni, alessia montani, Calogera Antonia Girgenti, Giovanni Crippa, DANIELA MIGNONI, Carla Firpo, Serena Vianello, Evelina Pedroni, Andrea Zambrotta, Giorgio Palmeri, Caterina Perazzo, Angela Comelli, Andrea Piccolo, Marco Bernardi, Luca Maria Balli, Francesca Bigi, Marco Sciddurlo, GILDA GUAZZI, Luca Bianchi, silvio rossi, Alfonso Baruffaldi, Farida Elisa Covelli, Giorgio Todde, Daniela Beverini, Andrea Torquato Giovanoli, Giulio Luporini, carmen picciau, Maria Luisa Brizioli, Cristina Jttner, Costanza Miriano, antonella cinelli, FRANCESCO GRINGERI, Emanuele Lanzo, Maria Isabella Sereni, Francesco Palatini, GUIDO GIUSEPPE MASINI, mariasusanna maganza, Roberto Peritore, serenella beggiora, Roberta Federici, Silvia Tadiello, ELISABETTA SORCI, Cristina Colombo, maria cristina marano, Giovanni Scrosati, Roberto Castenetto, maria crema, Maria Vittoria Citterio, Lucia Romoli, Maddalena Riva, anna maria ribisi, Carlo Barazzetta, nicole favero, Giuseppina Pallavicini, Agnese Salerno, Corrado aliano, Natalina Invernizzi, elisabetta viviani, Francesca Buono, mariafrancesca perri, Giulia Cantieri, Zelinda Davolio, ALFONSO COPPOLA, Roberto Bollini, Serafino Convertini, Daniele Ridolfi, gilberto aluigi, Alessandra Patrone, Francesca Palazzo, Antonio DAlessandro, Antonio La Corte, Alessandro Pardi, Sante Franco Iori, Annalisa Benatti, Marica Bonetti, Cristina Sagliani, Stefania Grespi, Tiziana Rossi, Emanuele Negroni, maddalena micale, Matteo Zeni, Andrea Rufini, Stefania Grespi, alessandro suma, FABIO TAFANI, Roberto Orlandi, matteo sartori, Barbara Gotti, Giovanni Conforti, valerio noschese, Enrico Don, Laura Bigotta, Alessandro Ruvolo, Giorgio canu, alessia daliesio, filomena melillo, alessandro vigan, carmelo pizzi, Barbara Osimani, luigi salis, Michela Baldini, Dario Filiputti, nucola mucci, Maurizio Massimo Dal Passo, Chiara Ferla Lodigiani, Simonetta Tinelli, PAOLO FERRARI, Andrea Cremonesi, Alessandro Ortalda, Alessandra Tampieri, giuseppe sala, AnnaMaria Battisti, Chiara Morandi, Marco Francesco Veronesi, Mariano Tului, gabriella orecchia, anna panza, Mario Secomandi, sergio landi, Michela Lodovisi, Adriana Marchetti, Manuela Attan, Vincenzo Di Stefano, Ugo Mattoni, Maria Cristina Berra, Libero tamagnini, Paolo Benzoni, Elisa Favalli, Maura Dondolin, claudia castellani, Roberto Semeraro, simone bennati, Francesco Bonalumi, Vincenzo Topa, Fabio Beretta, Carmne Desario, Maria Paola Scotti, Federica Zavagnini, Luisella Saro, laura bellaveglia, pierangelo sperati, Viviana Castelli, pietro panitti, marina capelli, Fer Tom, Alessandro Rabaioli, Floriana Conte, Clarisse Bigalli, Marco Buono, Marco Bellotti, Giovanna Fridosio, alberto tondina, Marilena Calderini, daniele tagliabue, Giulia Trapani, Teresa Santoni, Anna Dionisio, Davide Morini, Francesco Bossio, Laura Facchini, Marco Albini, Anna Grillo, isabella aliano, Massimo Semeraro, Simone Camanzi, MARIA GABRIELLA ACCONCJAIOCO, Annamaria Greco, Francesca Giussani, Raffaella Landini, Germana Gozzi, CHRISTIAN LUCCISANO, Zeno Avesani, Gaia Fabbri, Laura Divella, Maria grazia danese, Stefano Bataloni, Alessia Fabbri, Alessandra Pelizzaro, Guido Salanitro, MAURO MATERNO, igor vanini, Maurizio Petrucci, carla balivo, luisa daprile, Marilena Piccapietra, flavia chille, Luca Zacchi, Michela Zotti, Francesca Fabbriciani, Maria Claudia Pojaghi, sara medici, maria grazia castellani, Giulio Cesare Padoan, cristina girimondo, Laura Falleni, Antonina Sicari, monica bracco, Umberto Chini, Marianna Bragazzi, Cristina Cenni, Anna Fronticelli Baldelli, Paola Gulinelli, Davide Radaelli, fabio lagonia, Livio Podrecca, Marco Erini, maria girardi, Sergio Andreani, paola veronelli, massimiliano merisi, Fabiola Lavagna, Emanuel Shameti, elisa visentin, Katia Giovanna Amicone, JESU JESU, Carlo Mazza, Nicoletta Podest, Laura De Giusti, Vincenza Simoni, alessandro pasini, Alberto Antognozzi, Carlotta Pozzi, Luciano Gini, Flavia Michela Tesoro, Luca Castelletti, Sara Gemignani, Anna Maria Vassallo Lala, Ombretta Mussolin, Fabio Rusconi, annamaria cavorsi, Teresa Curr, Antonio Romeo, Giuseppe Licciardo, Laura Maria Grazia Junginger, Giancarlo Pavan, marco primavera, Barbara Gambo, Massimiliano Crivellari, Maria Chiara Solari, Pietro Demattei, Raffaele Ghidoli, Federica Garofalo, Miranda Azzolini, Paola Grisetti, Anna Floccari, annalisa guietti, DONATELLA BANDINI, Claudia Marini, daro luoni, STEFANIA MENDUNO, Patrizia Locati, Roberto Soggiu, Arija Zagorskiene, Dario Sabbioni, Elisabetta Marcelli, Giuseppe Piffari, Sergio Gattulli, Esti Antonella, Michele Liberio, Giulia girotti, Michele Marinelli, luisa lassini, simonetta santucci, chiara musco, Elisabetta Monaco, Leonardo Macrobio, Tiziano Camagni, Federico Bossi, laura terzoli, massimo roversi, Silvia Menegazzi, elena giuffrida, Caterina Valli, Chiara Cirinn, Daniele Marangoni, Ilaria Sandrini, Stefania Mapelli, Alessandra Contini, Mariangela Musolino, Stefano Arosio, giovanni vignazia, Maurizio Pangrazzi, Cecilia Carrettini, Paolo Merolla, Walter Saluzzi, Chiara Micca, Franco Rossetto, Ivano Imparato, giuliano pizzol, Alessandro Borin, Elena Canton, giorgio rinaldi, Alessandra Barberi, Franco Conegian, Lorena Tommasoni, Peli Fabrizio, Michele Sorice, daniele bertoloni, stefano ferrandi, Isabella Sgambetterra, Stelio Bonsegna, Stefano Brancato, elena pula, Chiara Franz, Mauro Mendula, Sandro Mancia, carlo schieppati, Marco Mancia, Gianfranco tubito, Antonio Borrani, danilo recchioni baiocchi, Patricia Indiani, carlo cappai, Francesca DAntona, Franca Negri, sandro martufi, Gaetano Giammarino, Paola De Cristofaro, pasquale di gulgielmo, Michela Cova, annarosa rossetto, Onofrio Devid Marsico, Daniela Aina, Valentina Castaldini, Leone Calza, Marco Natale, Antonio Paese, cristina chiocchio, Anna Romano, Francesco Rampinelli, Piermarco Togni, Veronica Mameli, Sara Comparin, Gloria Amicone, eugenio osti, Stefano Crico, Roberta Cantieri, Luca Ciardulli, Rossano Ghiselli, Maria Scappini, Giovanna Mazzetti, Elisabetta Piana, Giuseppe Cuminatto, Matteo Laudani, Barbara Canova, Pasquale Speranza, Pascucci Laura, Davide Valeriano, MARINA VALDAMBRINI, Luca Caviglia, Pasquale Calla, Vincenza Capizzi, Manuela Locatelli, giulia bellato, Leone Grotti, Giuliana Zimucci, guido tombari, Angelo Lacaria, Roberto Alabiso, massimo lapponi, Noemi Russo, MARIA FERRETTI, Cristina Ghezzi, ROSARIO RINALDI, Simone Olmetti, antonio testa, vincenzo accardi, elena casazza, Don Carlo Gusso, Salvatore Sarao, Serena Scaramuzza, Elisabetta Porretta, Francesco Spellucci, Germana Nava, Anna Colombo, Martina Mureddu, luca zenga, Angelo Mazzotta, Barbara Nonni, Guido Cifoletti, Luca Frigerio, emanuela del pero, Angelo Antognozzi, Stefania Nava, Mirko Cavion, Francesco Arus, Tino Nobile, Alessandra Mora, Sossio Vincenzo RAUCCI, Donata Cassani, luciana cordone, Mariagrazia De Pra, Luigi de Novellis, maria teresa buiatti, Annamaria Pepe, Paola Della Monica, NICOLA FRANCAVILLA, Rossella Lorenzetti, Maria de Cristofaro, Nicola Mazzoni, RICCARDO AQUILA, Luigi Papetti, Elena Mancini, luisanna colombini, Mario Lonato, Elisabetta Marco, Laura Longoni, Paolo Negri, Cecilia Pini, Benedetta Lubelli, Leonardo Battaglia, Vittorio Ruggeri, giancarlo guarino, Giovan Battista Orsini, MARZIA PLATANIA, Alessandro Cilea, Michele Radogna, Roberto Serena, Ernesto Guidobaldi, Andrea Marson, Dorina Grassi, Francesco Ogliari, Endrio Giampaoletti, Valeria Panaccione, FULVIO DE PERSIO, Roberto Bassani, Huguette Bombardi, Gianbattista Pasinetti, Riccardo Manfredo Campaner, Giovanni Di Vona, STEFANO CHIARI, maurizio miglietta, Antonella Veraldi, Antonio Elio Palladino, Annarita Petrino, fra vittorio arrigoni, Paolo Beltrame, Gianluigi Fogliani, Matteo Pillon, michela canciani, Gabriele Guazzaroni, Benedetta Frigerio, Jacopo Parravicini, roberto lovisoni, Bettina Giangrande, elisa bottelli, Francesco Zanardini, Mauro Cappelluti, Carlo parnisari, Antonella Albano, Roberto Graziano, Giorgio Ballarin, alessandro bassani, pedroni Maria Adele, Claudio Signaroldi, Mariateresa Galimberti, sara ronzoni, eleonora demela, sergio pellegatta, GIAN FRANCO LISSIGNOLI, michele tagliatesta, manelli sebastiano, Angelino Bressan, Roberto Lorenzo Rossi, antonio carbone, CHIARA PRODOMI, arturo astorri, Filippo Matteoni, Ivana Plocicova, Marco Lepore, Paola Belletti, Filippo Graziano, Davide Pelagotti, Stefano Principe, Marzia Unida, Maria Teresa Minniti, Luigina Magnini, Pietro Franzini, Marco Mattarozzi, Andrea Pizzini, DellOmo Francesca, DOrazio Pietro Paolo, carla marzona, Roberto Aliani, maria paola sabatini, Guido Negri, Michele Fiorini, Carmelo Ferlito, Gianluca Bacca, Paolo Tritto, Francesco Del Torto, Graziella Marrosu, Luisella Peli, cutolo carmela, maria grazia gastaldi, Lorenzo Protopapa, Elena Biondi, Federico Giacomini, Riccardo Visentin, Clara Mel, Claudio Pacchialat, Monica Di Carlo, letizia raia, Margherita Fanzini, Davide Orfei, Davide Molinari, Francesca Sanvito, ANNA ROTA, Vincenzo Vittorino, LUCA TIRONI, Norberto Larcher, maria todarello, michele colosimo, Ivo Guerra, Antonella Innecco, SIMONA DELLA SANTINA, dante nicolini, Franco Bruschi, Maria Luisa Zanese, emma neri, Gianmaria della Corte, Mariagrazia Albanese, Roberto Locatelli, anna bono, CRISTIANO NATALONE, Davide Francaviglia, Andrea Rosestolato, Maurizio Tocchetti, Marinella Ballabio, Lara Piffer, Lucia Dallagnese, Davide Cabeto, Mario Pietrobono, maddalena visigalli, Michelw Rinaldi, Enrica Vandelli, Castigliano Adami, Paola Biondi, Daniela Luisa Perrone, Fulvio Spagnoli, Massimo Siciliano, Sergio Turconi, massimo trasatti, STEFANO CAVALLINI, Michele Rizzi, Delia Frieri, Ferrante Consiglio, Luigi Carruezzo, Filippo Curatola, Myriam Frieri, Danilo Carruezzo, Valerio Duilio Carruezzo, Matteo Parodi, Giorgio Razeto, Carlo Bettani, paolo gasperini, Alessandro de ponti, Massimo Bionaz, Francesca Zana, domenico bergamaschi, simona turbuc, Giuseppe Zappasodi, Luigi Amicone

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

115 Commenti

  1. ErikaT scrive:

    La fissa della demografia ce l’ avevano ( e ce l’ hanno, dato che ancora esistono ) i fascisti e i nazisti che considerano gli esseri umani macchine per procreare e mandare avanti la razza bianca o ariana, terrorizzati che il mondo possa diventare mulatto o nero o asiatico o semplicemente multirazziale e multiculturale.
    Inoltre, come ho già spiegato più volte sul mio blog ( veganatrans ) il mondo è sovrapopolato, andatevi a leggere cosa ha detto il grande biologo Frank Fenner su sovrapopolazione, consumi fuori controllo ed estinzione della specie umana, o pensate forse che le risorse del pianeta siano infinite????
    Il vero compassionevole accoglie i tanti disperati immigrati che ci bussano alle porte, non si mette a fare discorsi sulla demografia dei bianchi europei.

    • LawFirstpope scrive:

      Ti dai la zappa sui piedi: nazisti e fascisti semmai sono proprio il frutto delle teorie della sovrappopolazione; non trovi che sovrappopolazione faccia rima con eugenetica?
      Ma come si fa a sovvertire la realtà dei fatti così prepotentemente?
      (Senza contare che quella della sovrappopolazione è una bufala già smentita…)

      • ErikaT scrive:

        Non c’entra nulla l’ eugenetica con la sovrapopolazione, anzi i nazisti sarebbero stati felicissimi di una super-popolazione ariana, il loro problema era che non volevano persone con handicap, ebrei, omosessuali ecc. ecc., l’ eugenetica veniva applicata sulle persone con handicap in quanto non rientravano nella visione nazista di razza ariana pura, ma tu studi prima di commentare ???

    • Gabriele scrive:

      Anche se le fosse possibile ,sia coerente,non si riproduca. Ci basta lei.

    • mike scrive:

      il mondo non è sovrappopolato, ad esempio oltre la metà degli indonesiani stanno a giava. per me sono pochi i paesi davvero sovrappopolati, come giappone bangla desh egitto. altri come india cina e pakistan germania sono forse al limite ma ancora non sovrappopolati.
      e poi proprio tu parli così? se c’è una cosa che penso è che voi omo/bis/tra fate comodo. mi spiego: per me non è che vogliono frenare la crescita demografica cercando di convincere la gente, tra l’altro sdoganando la non eterosessualità. è che lo hanno già fatto o lo stanno già facendo perlomeno in occidente. la crisi, il divertimento, la droga, l’alcolismo. e poi, visto che in certi siti si parla di messaggi subliminali a carattere omosessuale, anche l’omosessualità e cose simili (bis/tra). a pensarci se si riesce a rendere un bel po’ di gente non etero, e facendole credere che si può nascere non etero, hai garantito un forte freno demografico. oggi per come parli tu me ne convinco ancora di più. prima era un sospetto, ora è un sospetto più fondato. vi hanno messo in testa che anche voi servite, per frenare la crescita demografica. mentre forse è tutta una grande bugia detta a voi, e non solo. in più servite per cancellare il cristianesimo.
      NB: sui modi per rendere non etero le persone….. nei vaccini che c’è lo sappiamo? e sono obbligatori. cosa mangiamo da piccoli lo sappiamo? forse è un abbaglio ma come detto per come parli tu non lo so se è solo un abbaglio.

      • ErikaT scrive:

        Guardi che l’ omosessualità è una cosa buona, non una cosa cattiva

        • malta scrive:

          Certo, per le elite massone d sicuro

        • mike scrive:

          ad essere buoni o no sono i comportamenti, innanzitutto. nel caso mi pare che gli omosessuali siano molto fissati col sesso. o così mi han fatto pensare buona parte di quelli che reputo tali, o che me lo hanno fatto capire di esserlo. e chi è fissato col sesso difficilmente può essere un buon partner. regola che quindi, parlando in generale, vale non solo per gli etero.
          ma io sopra volevo dire, cara erika, che vi stanno usando. e che forse hanno trovato modi per rendere parte della società non etero. ma qui è il forse. ciò che mi pare certo è che il virus HIV pare fabbricato per gli omo/bis/tra. tanto colpisce soprattutto loro, anzi voi, e pare fatto apposta. negli ultimi decenni la loro/vostra emancipazione è stata una realtà. solo che morendo per HIV si mette un freno a loro. evitando che diventino troppi e quindi troppo potenti. ciò a maggior ragione per le cure per l’HIV che ufficialmente sono venute fuori dopo parecchio tempo (mi pare anni ’90) ma che comunque non mi pare che siano alla portata di tutti. se hai i soldi… sennò ciao. e la società occidentale gay friendly, specie chi conta, come mai non critica ciò? cioè leggi per l’omofobia e matrimoni per tutti si, ma cure per l’HIV accessibili a tutti no. un po’ strano. dopo farò male a pensare che da decenni vi stanno usando, ma al contempo con un virus ad personas stanno evitando che diventiate troppo numerosi e quindi potenti?

          • ErikaT scrive:

            Ah, secondo lei invece gli etero non sono affammati di sesso??? mah, si vede che viviamo in pianeti diversi oppure lei ha una distorsione, certo è difficile spiegare a certa gente che non è l’ essere omo o etero che ti rende affamato/a di sesso ma la tua personalità individuale

          • ErikaT scrive:

            scusi poi non capisco, ammesso che la storia del virus hiv ( sui cui anche io ho molti dubbi come lei ) sia come dice lei, lei ne è felice???

            • mike scrive:

              certo che no! mi dispiace sapere che la gente muore per un virus. a maggior ragione se credo che i più di quanti muoiono sono le vittime designate con quel virus tanto fabbricato in laboratorio. e se poi penso che non comprendano di essere usati in un gioco molto grande (=mondiale) la cosa mi fa provare non solo compassione per loro, ma anche una discreta rabbia. verso di loro, ovvio.

        • clemente scrive:

          Cercare di infilare la spina del ferro da stiro nella spina dell’ aspirapolvere invece che nella presa della corrente, è cosa buona o cattiva?
          Non è ne buona o cattiva. E’ solo una stronzata.

    • Pascal scrive:

      Ma zio caro suicidati a dai il tuo contributo alla lotta alla sovrappopolazione.

    • Abdoulaye Bah scrive:

      Grazie Erika T! Qualcuno dei firmatari di questo appello sono tra i primi che butterebbero al mare gli immigrati che arrivano dai barconi, sono pronti a commiserarsi sulla sorte di chi soffre di AIDS, rifiutando a chi è esposto l’uso dei preservativi. Gente che mette i dogmi prima dei diritti umani.

      Ho il sospetto che quest’appello è stato lanciato in risposta al rapporto del Comitato delle Nazioni unite sull’infanzia, che denuncia la gestione fallimentare della pedofilia clericale da parte della Santa Sede e dalle chiese locali, pubblicato all’inizio di quest’anno. Nel rapporto si legge:

      “Il comitato è gravemente preoccupato dal fatto che la Santa Sede non abbia riconosciuto l’ampiezza dei crimini commessi, non abbia preso le necessarie misure per affrontare i casi di abusi sessuali e per proteggere i bambini, e abbia adottato politiche e pratiche che hanno portato a una continuazione degli abusi e all’impunità dei responsabili”…..sono “decine di migliaia” nel mondo le vittime degli abusi perpetrati dai preti pedofili.

      Gli esperti che hanno sentito alte personalità della Chiesa chiedono alla Santa Sede di rendere accessibili i propri archivi in modo che chi ha abusato e “quanti ne hanno coperto i crimini” possano essere chiamati a risponderne davanti alla giustizia.

      • angelo scrive:

        Caro Abdoulaye, guarda che a salavare la gente dall’ AIDS è la castità, la continenza e la fedeltà coniugale (tutte cose che insegna il Catechismo della Chiesa Cattolica) , non il preservativo (cioè il messaggio: fai sesso quando ti pare e con chi ti pare, basta che ti “proteggi”) che è proprio una delle cause del male.
        Tu che sei di origini africane dovresti saperle queste cose. Infatti i paesi dove c’ è meno AIDS sono quelli in cui il messaggio della castita’-continenza-fedeltà è stato diffuso di più. Sono numeri, cioè fatti, non chiacchere (come le tue).
        Inoltre per quanto riguarda i preti pedofini, io credo che il problema sia il contrario esatto di quello che dici tu.
        Cioè e’ l’ ONU che ha la coda di paglia e cerca di accusare la Chiesa per nascondere i suoi crimini (centinaia di milioni di bambini ammazzati nel mondo tramite l’ aborto; che l’ ONU sostiene a spada tratta, come se ammazzare un bambino fosse mangiare una nocciolina).
        Infine mi fa piacere l’ accanimento di Kompagni, LGBT, anarchici, atei contro il sito di Tempi, vuol dire che Tempi ha colpito nel segno ed è sulla strada buona. E suscita giustamente le reazioni inviperite dei fascisti rossi, totalitari che devono okkupare tutto , anche i pochi siti che non la pensano come loro. Prima o poi Tempi lo faranno chiudere (si inventeranno qualche motivo: magari che sono omofobi). Cosi’ continueremo a vedere pienamente funzionanti i siti dei centri sociali che incitano alle occupazioni abusive e agli scontri con la polizia. Mentre l’ infame Tempi verrà oscurato… E la “democrazia” (proletaria) verrà ripristinata.

      • Massimo Grassi scrive:

        Caro Abdhullaje… Bah!!!
        tanto per darti una serie di informazioni che tu non hai, (e lo si capisce dalle fregnacce che scrivi, bevendoti falsi rapporti delle nazioni unite, – come quelli sugli armamenti dell’iraq per esempio… -) prima di tutto sappi che le cifre nel rapporto ONU, sono state “proposte” da persone appartenenti alle lobby gay… bacchettate tempi addietro dalla chiesa cattolica e quindi ovviamente in astio con la medesima… secondariamente, l’ONU che tu -come molti altri- veneri come “Chiesa Laica della Perfezione”, aveva tempo addietro, istituito un piano di “emergenza AIDS” per l’africa con l’invio di medici volontari e sanitari generici, che avevano come unico scopo quello di insegnare agli autoctoni dei vari villaggi, l’uso del preservativo per contrastare l’avanzata dell’AIDS nei loro paesi… All’uopo, si erano portati una cospiqua quantità di gondoni, che distribuivano man mano che illustravano il loro uso… Ottima idea, all’inizio, ma il problema si presentò appena finita la missione di questi volontari laici: quando nei villaggi i preservativi cominciarono a scarseggiare, i maschi in vista delle varie tribù, cominciarono a sciacquarli sommariamente e A RIUTILIZZARLI PASSANDOSELI L’UNO CON L’ALTRO!!! creando, di fatto, il veicolo più efficente del contagio… Quindi, questo “piano di aiuti anti AIDS”, sarà stato per caso fatto con un intento specifico? Ergo, se non è chiaro, davvero gli unici villaggi dove la malattia veniva tenuta sotto controllo e non si diffondeva, erano quelli dove la presenza di una missione CATTOLICA insegnava alle persone il rispetto della sessualità e della castità, raccomandando allo stesso tempo di evitare i rapporti fuori dall’ambito famigliare. Però, per conoscere queste cose… bisogna volersi informare a fondo e non BERE dai tg… o peggio dai giornali… Meditate gente, meditate!

    • Aldo Cannavò scrive:

      Erika T.,si vede che non hai capito perchè hanno allungato il tempo per andare in pensione.Continuando a diminuire le nascite lo allungheranno al punto che saranno più quelli che moriranno di vecchiaia prima di raggiungere il pensionamento.Questo perchè ognuno che lavora deve mantenere con i suoi versamenti diversi pensionati.Stiamo preparando,con la denatalità, una vita infernale ai nostri figli.Naturalmente è pure colpa dei ministri che non aiutano la famiglia.Però meno persone lavorano,meno imposte da distribuire per le famiglie sono disponibili. Come vedi,si raccoglie ciò che si è seminato.Proprio come è successo con la svendita del patrimonio industriale iniziata al culmine del famoso bum economico italiano.Tutto colpa della partitocrazia,cioè…i ministri anzicchè pensare al futuro del paese si sono preoccupati dell’ egemonia dei loro partiti.Ciao.

    • leo aletti scrive:

      Il cambiamento sta nelle cose, si deve solo vivere non morire sudditi della menzogna.

  2. Quercia scrive:

    Informazione per i “disinformati”:
    la FAO, ha stimato che la produzione alimentare attuale (dati 2013) è in grado di sfamare 12 miliardi di persone. Al momento siamo in 7 miliardi.
    Il problema vero è lo spreco alimentare.

    • ErikaT scrive:

      Gli esseri umani non consumano solo cibo ma anche risorse idriche ( acqua potabile dove la trovi per miliardi di persone? ), risorse energetiche e poi c’è tutto il problema dell’ inquinamento prodotto dalle innumerevoli attività umane ma anche l’ inquinamento prodotto dal bestiame allevato, forse non tutti sanno che le mucche emettono metano che è un gas serra, senza contare che c’è il problema etico: è giusto campare a spese delle sofferenze degli animali? E che senso ha essere 12 miliardi o 20 miliardi sulla terra??? Per vivere peggio e uccidere ancora più animali e inquinare ancora di più il mondo? Solo per il capriccio dei catto-bigotti che bisogna sfornare figli e che essere omosessuali non va bene??? L’ omosessualit invece è naturale, è un fattore naturale di equilibrio demografico dato che la natura non prevede ne aborti procurati nè anticoncenzionali, ma l’ omosessualità si, esiste in natura ed è molto diffusa fra gli animali

      • LawFirstpope scrive:

        Non condivido neanche una parola di quello che dici, ma provo a mettermi nei tuoi panni di allarmismo malthusiano: viene difficile pensare che il problema della sovrappopolazione (che per me, ripeto, non esiste) possa essere risolto con l’omosessualità, visto che se gay si nasce (e questo è quello che vuol far credere la propaganda lgbt) c’è da aspettarsi che la bassa percentuale di omosessualità rispetto alla popolazione totale si mantenga pressoché costante (e un 5% di persone che non si riproducono fa assai poco sul 95%, in più alla fine i gay si riproducono ugualmente con la fecondazione artificiale, cosa a cui ti dovresti opporre con i denti, secondo il tuo ragionamento)… Non trovi?

        • ErikaT scrive:

          Veramente l’ omosessualità è ben oltre il 5% secondo me, del resto nessuno potrà mai sapere esattamente quanta omosessualità c’è dato che molti non lo ammettono nemmeno a se stessi, figuriamoci agli altri.

          • LawFirstpope scrive:

            Anche fosse il 10%, cosa cambierebbe nel problema della sovrappopolazione da te descritto?
            Niente.

            • ErikaT scrive:

              Difatti è ben oltre il 10% credimi

              • ErikaT scrive:

                poi molti eteri possono avere rapporti omosessuali occasionali, tutto è fluido

                • LawFirstpope scrive:

                  Da dove hai preso queste informazioni?

                  • ErikaT scrive:

                    semplicemente dalla mia osservazione della realtà, comunque ripeto che nessuno può sapere quanta omosessualità c’è, se sia il 5 o il 10 o il 20 o il 25 perchè moltissime persone non vogliono dichiarare le loro cose intime ( e magari è anche comprensibile )

                    • LawFirstpope scrive:

                      … o magari no.
                      Sento dei discorsi a volte che… guarda: “ma magari si vergogna, ma magari non lo sa!”
                      Certo, siamo tutti omosessuali repressi, anche io devo ancora scoprirlo! :)
                      Comunque i dati sono dati: secondo il tuo ragionamento si dovrebbe rinunciare a fare della statistica su qualsiasi cosa.

          • LawFirstpope scrive:

            Senza contare che non rispondi ai problema della fecondazione assistita e della maternità surrogata, che rendono de facto ininfluente (a mero livello qualitativo) la percentuale di omosessualità sulla popolazione (potrebbero essere anche l’80 o 90%, tanto con le nuove politiche che si diffondono figlierebbero comunque).

            • ErikaT scrive:

              si ma la natura non prevede quelle cose artificiali come non prevede preservativi, pillole, siringhe, spirali, aborti chirurgici ecc., la natura ha solo previsto etero ed omosessualità

              • LawFirstpope scrive:

                Non stai rispondendo ai problemi che si aprono.

              • clemente scrive:

                Il guaio della procreazione artificiale non è che è artificiale, ma che genera morti.
                Cioè embioni che poi vengono buttati nel cesso, oppure congelati.
                Se congelassero te, saresti contento?

      • Quercia scrive:

        A tutte le tue domande non so risponderti. Questo non significa che non ci sia soluzione. Anzi.
        Da una rapida ricerca in internet ho trovato che il problema alimentare non si pone. Tutto qui. L’intelletto umano da millenni di fronte ad un problema ha trovato la soluzione. 7 miliardi di persone sarebbero state impensabili con la tecnologia della preistoria. Oggi è realtà. Se nel 100 aC avessi detto “Saremmo in 7 miliardi” ti avrebbero detto che era impossibile perchè non c’erano abbastanza anfore per i commerci. Ad ogni modo se è un link quello che vuoi, non te lo posso dare.

        Tralasciando la tua teoria che l’omosessualità ci salverà tutti..volevo farti notare che campi pure tu sulle “sofferenze” degli animali.
        Alcuni esempi a caso: esci mai di casa in macchina/treno/aereo/nave/bici/piedi? bene. Quanti animali hai ucciso direttamente o indirettamente in un anno? ricci, tassi, gatti, cani, uccelli, pesci, migliaia forse milioni di insetti.
        Abiti da qualche parte? bene. La tua casetta quanto sangue animale è costata? perchè vedi, nel posto dove ora vai a dormire, prima c’era un formicaio, un nido di rondine, la tana di una volpe. Il tutto è stato distrutto per dare la casa a te. I relativi inquilini sono morti. Questo discorso non vale solo per casa tua, ma per qualunque posto tu abbia frequentato, frequenti e frequenterai.
        Utilizzi internet? bene. Sai quanta CO2 produci attraverso i server? quanti pesci e animali marini crostacei vari vengono disturbati per i collegamenti intercontinentali necessari per il web? Usi la corrente elettrica? Quanti uccelli vengono feriti dalle linee dell’alta tensione? Interriamo le linee? benissimo. Danneggiamo le talpe e tutti gli esseri viventi del sottosuolo.

        Per farla breve (sennò facciamo notte), fermo restando la condanna per i maltrattamenti verso gli animali e la doverosa cura del mondo che ogni persona e governo devono portare avanti, non è sufficiente mangiare carote per evitare di danneggiare in qualche modo gli altri esseri viventi.
        Quindi, se si volesse applicare coerentemente la teoria sbagliata secondo cui ogni essere vivente (vegetali compresi?) ha pari dignità di ogni essere umano, allora noi umani dovremmo scomparire perchè la nostra stessa esistenza danneggia qualche altro essere vivente.
        Questo non vuol dire che gli altri esseri viventi non abbiano dignità, solo che non può esserci paragone con l’essere umano.
        Io invece visto che non sono d’accordo con queste teorie, non ho alcun senso di colpa a sacrificare un gambero per sfamarmi e sono considerato da qualcuno un catto-bigotto (sebbene vada molto raramente a messa e non abbia mai avuto particolari simpatie per i bigotti, anzi), malato di antropocentrismo (malattia inesistente ma molto diagnosticata dagli animalisti), insensibile verso i bisogni degli animali (sebbene il mio cane sia trattato come un principe e mi sbavi sul divano), omofobo (sebbene non abbia mai insultato, deriso, minacciato, picchiato un gay…e ne sono fiero), fascista/nazista (sebbene mi abbia sempre fatto schifo quella ideologia criminale e relativo regime), razzista (sebbene avessi la ragazza di colore), ti auguro di vivere a lungo ed essere felice (lo dico davvero, questa non è una battuta e non c’è alcun tipo di sarcasmo 😉 ).

        • ErikaT scrive:

          Senta, so bene che essere animalisti al 100% è impossibile , che qualche moscerino o qualche formica inavvertitamente la potrei uccidere anche io, e faccio presente che non posso cambiare la società ma posso fare qualcosa IO nel mio piccolo non finanziano l’ industria sanguinaria della carne e del pesce, e questo non è poco, è tantissimo, e comunque io in casa non uccido nemmeno i ragnetti o le mosce che cerco di accompagnare gentilmente all’ uscita, coi ragnetti ci ho fatto spesso amicizia, con uno ci parlavo anche, che sagoma che era :-) poi è sparito :-(

        • ErikaT scrive:

          scusami t ho dato del lei, ti dovevo dare del tu scusami

          • VivalItalia scrive:

            Ah ah ah grande Quercia! hai visto che onore te fa erikat??T
            Te da del TU.. enon dici nrmmeno grazie?

            Povero erikatuccia è stato asfaltato proprio sur su cavallo de battaglia e mo te fa le moine.. PIE TO SO.

            • ErikaT scrive:

              lei con me non ci deve parlare, non ha quel rispetto che hanno dimostrato altri commentatori, pur con posizioni diverse dalla mia e che mi hanno anche chiamata al femminile rispettosamente.

              • VivalItalia scrive:

                Hai visto Quercia eccome se indigna?

                Macchicce parla con erikat?
                er su principale problema quanno se alza al mattino è decidde se quel giorno se deve indigna perche LA devono chiamà oppure perché LO devono chiamà…

                Fate vobis….

          • Quercia scrive:

            XErikaT Quello che contesto degli animalisti e dei vari tipi di “vegetarianesimo” non è l’attenzione per gli animali. L’idea che ogni vita animale (o vegetale?) sia preziosa la condivido. L’errore grave (a mio parere) è l’equiparazione di ogni essere vivente con l’essere umano che è implicita in queste “ideologie”. Però qui si aprirebbe un discorso lungo ed è meglio evitare, soprattutto perchè si andrebbe fuori tema.
            Un’altra cosa ti dico..rifletti un po’..non è che tutti quelli contrari alle tue idee sono classificabili catto-bigotti-fascisti-omofobi. E’ un po’ come se tu andassi a parlare ad un convegno di abortisti. Ho letto che sei per la vita eppure alcuni ti classificherebbero fra i catto-bigotti. Non fare lo stesso errore.

            Per il discorso del tu/lei..Si figuri, non c’è nessun problema. Non si preoccupi 😉
            Scherzo…non ti preoccupare.

            • ErikaT scrive:

              be, se vuoi parlare di vegetarianismo vieni sul mio blog, almeno mi fai compagnia, comunque il discorso dell’ equiparazione o meno fra umani e non umani non mi interessa molto, mi interessa in concreto che non si faccia del male e non si uccidano gli animali anche perchè i nostri supermercati, mercati, fruttivendoli ecc. traboccano di tutto il necessario per essere vegetariani e anche vegani, sull’ aborto mi hanno criticato anche a sinistra ma io sono contro l’ aborto proprio perchè sono di sinistra e difendo i più deboli , comunque non è che voglio incarcerare chi abortisce
              Sull’ omosessualità vorrei dire che è davvero penoso e inumano chi la critica perchè ogni persona deve essere libera di amare chi vuole, punto e basta, è davvero una cosa miserevole andare a far sentire sbagliate le persone in base a chi amano, è una cosa orribile, anche questa è una forma di aborto perchè non esiste solo l’ aborto dei feti ma anche l’ aborto/uccisione di vite adulte rendendole infelici perchè senza amore non c’è vita e tutti hanno il diritto di amare chi vogliono ( fra adulti ovvio )

              • angelo scrive:

                Ma perchè salvare gli animali e affettare i vegetali?
                Forse che al vivisezione di una carota è meno grave di quella di un pollo?
                E chi l’ ha detto?
                E poi magari per qualcuno anche le rocce hanno un’ anima e non le si dorebbero spaccare.
                Ma di che morale vai cianciando?
                Quella che ti inventi tu?
                Io preferisco rimanere a quella dei 10 comandamenti, dove gli assassini sono quelli che ammazzano gli animali non le mucche!

      • beppe scrive:

        scusa, erika, tu rinunceresti alla patonza per il bene dell’umanita? ma allora o sei una santa o sei una demente. omosessualità fatto naturale? soprattutto quella maschile? bei gusti.

      • Lela scrive:

        Dove trovi l’acqua???? Mai visto un mappamondo? Tre quarti del globo sono dipinti di blu per bellezza?
        La questione magari si può porre nei termini “dove trovi qualcuno disposto a costruire impianti di desalinizzazione senza guadagnarci potenzialmente nulla?”, è come la questione del cibo. Ma “dove trovi l’acqua?”, come se non ci fosse, non si può sentire…
        Secondo, l’omosessualità “umana” in natura non esiste! Sono maschi che in mancanza di femmine si sfogano tra loro (in genere sul più debole del gruppo, che subisce, bella roba!), ma se arriva la femmina in calore iniziano a scannarsi l’un l’altro per averla…l’omosessualità in natura è un pessimo argomento, signori, non usatelo, a meno che non vogliate paragonarvi a creature istintuali incapaci di controllare le proprie pulsioni al punto da commettere violenza sui più deboli.

        • ErikaT scrive:

          si certo mi devo bere acqua del mare quanto tutti sanno che nel mare sono state scaricate tantissime scorie nucleari e in più ora c’è anche stato l’ incidente nucleare di Fukushima, il pi grande disastro nucleare della storia del mare, e del mercurio presente nel mare e degli altri inquinanti ne vogliamo parlare??? ma che senso ha questa super-popolazione , a me sembra una cosa mostruosa

        • ErikaT scrive:

          e chi ti ha detto che la femmina è sempre la preferita, conosco omosessuali che con una femmina a letto non ci andrebbero mai

      • clemente scrive:

        L’ ecologismo è una ideologia, cioè una visione sbagliata e prevenuta della realtà, che inventa problemi inesistenti per tirara l’ acqua al suo mulino.
        Di acqua nel mmondo ce n’ è una quantità infinita. L’ inquinamento c’ è da quando esiste il mondo, e lo fanno anche i vulcani. Se l’ inquinamento fa male alla natura, la natura fa molto poiù male dell’ inquinamento. E meno male che la natura è stata imbrigliata (cioè inquinata) se no saremmo tutti morti. Le formiche emettono molto più metano delle mucche. E il pianeta non è ancora andato in rovina nonosante le formiche. Le sofferenze animali? E chissenefrega. Non è un problema etico; è solo una paranoia degli animalisti. Fare figli non è essere catto-bigotti, ma il modo di generare vita, cioè nuove persone, nuove anime, nuovi “dei”. Ma putroppo c’ è chi vorrebbe erigere a morale universale una morale egoistica e abietta. In pratica una forma di nazismo, dove gli uomini non vengono ammazzati , ma gli si impedisce di nascere. Non so se la cosa piacerebbe a quelli che oggi sono vivi per un dono gratuito di Dio e dei suoi genitori!

  3. Giosuè scrive:

    Per la redazione: per il voto del 25 maggio prossimo vi prego di pubblicare e aggiornare continuamente la lista dei politici che aderiranno al manifesto.
    Per quanto mi riguarda: appoggio completo! Lo dobbiamo come minimo ai nostri figli!

  4. Alessia Ingaglio scrive:

    Concordo

  5. erpersico scrive:

    una appello e una sottoscrizione al giorno leva il medico di torno!

  6. filomena scrive:

    Se volete che l’Europa diventi un continente etico, allora sottoscrivete quanto vi viene proposto da questo gruppo di conservatori per i quali la società dovrebbe essere ancora quella dell’età della pietra.
    Per fortuna invece l’umanità si è evoluta e qualche difettuccio di madre natura è stato corretto.

    • LawFirstpope scrive:

      Della serie tutto quello che c’è di nuovo è buono e progresso…

    • toni scrive:

      La tua logica è più da stato etico.
      Il tuo pensiero livella ed include ma non fa crescere. Come all’età della pietra.

      • malta scrive:

        internet è grande, andate sui siti di mtv e di+tv a sparare le vostre castronerie, dove il livello intellettivo vi è più consono. Qui le teorie slogan di focus e di corriere.it non attaccano

      • filomena scrive:

        La dimostrazione del contrario sta nei fatti: direi che qualche passetto dall’età della pietra è stato fatto o !? Vorreste farmi credere che quando la chiesa era dominante nei secoli passati si viveva meglio? Semmai è vero il contrario e cioè che è sempre stata un freno all’emancipazione dell’uomo cercando di far passare come verità rivelate superstizioni e favole solo allo scopo di garantirsi il potere temporale.
        Toni quando vuoi hai dimostrato di saper ragionare, perché quando si parla di santa madre chiesa chiudi l’interruttore e ti rifiuti di essere critico? E’ mettendo in discussione tutto con la ragione, anche i dogmi, che l’uomo si è evoluto.

        • Fran'cesco scrive:

          Ho come l’impressione che dove la Chiesa esiste i popoli siano piu’ evoluti e i diritti umani sono garantiti, e non ci sono discriminazioni e c’e’ piu’ liberta’… forse perche’ il cristianesimo e’ PER l’uomo?
          mentre dove non e’ mai stata presente (altre religioni…) qualche problemino ci sia…

          (le verita’ rivelate NON sono superstizioni per noil forse lo sono per te ma non venire a raccontarcelo)

          • filomena scrive:

            Scusa perché non dovrei venire a raccontarvelo dal momento che lo penso e io comunque leggo i vostri pensieri che peraltro non condivido.

          • renzo scrive:

            mi permetto di inserirmi sul ruolo che ha e che ha avuto la Chiesa nel tempo. Visto che la chiesa è formata di uomini sono andato alla ricerca di queste persone e ho sbattuto il naso in S. Benedetto è patrono dell’europa. Cosi mi sono letto la sua “regola”. Se il progresso, la ricerca, la democrazia esiste in europa è merito suo. (conserve, formaggi, cordiali. acqua vite, mattoni per edilizia, ecc ecc. sono merito suo) vi ricordo che nella abbazia di Cluny in francia i monaci a quei tempi avevano ben 85 tipi di pere).Pregare, osservare, lavorare trattare gli altri come vorremmo essere trattati questo era il metodo. vi ricordo che il Ballottaggio nelle elezioni lo ha inventato sempre lui. diceva che ” l’uomo è cattivo ma solo con la GRAZIA si diventa buoni…………. se volete continuo…..

            • Fran'cesco scrive:

              …per non parlare di ospedali, scuole, universita’ …

              • filomena scrive:

                Fran’cesco
                su quanto i frati abbiano fatto di buono non entro nel merito ma sulle suore in ospedale ti posso dire per esperienza diretta che per fortuna oggi non ci sono più o quasi ma fino a pochi anni fa che c’erano, erano di una cattiveria esemplare.

                • Grillo Parlante scrive:

                  E’ vero, le suore son tutte cattivissime!
                  Pensa che io ne ho conosciuta una che si prodigava per convincere le donne a non abortire, ma fortunatamente è stata allontanata grazie a un esposto della CGIL!
                  Che insensibilità sotto il velo!

                • Fran'cesco scrive:

                  Filomena, per favore,
                  anch’io ho conosciuto dottoresse, infermiere, dottori, portalettighe … cattivissimi.

                  Stavamo parlando di chi ha inventato questi luoghi di cura, pieta’ e amore…

                • beppe scrive:

                  filomena, qualche suora frustrata o repressa ci sarà pure stata, ma ti assicuro che anche adesso ci sono le caposale affamte di soldi e di sesso. e non so se ci abbiamo guadagnato.

        • Toni scrive:

          L’età della pietra si è superata perché si è riusciti ad emergere dalla tua “inclusione” (questo non lo dice la Chiesa). Parliamone se vuoi!

          Io in tutte le discussioni, che ho avuto con te, non ho mai avanzato argomenti religiosi. Anche da ateo avrei pensato la stessa medesima cosa.

          PS: “Inclusione” , termine a cui ricorri sempre, è la cosa che trovo più indisponente nel tuo pensiero.

          • Toni scrive:

            @ Filumena
            quando la “chiesa era dominante nei secoli passati si viveva meglio?”
            Si … e … non ci crederai, non lo dice solo la Chiesa.

            Domanda: Se tu autonomamente (intendo senza condizionamenti di sorta) dopo attenta ricerca scoprissi che è così, cosa faresti?

          • filomena scrive:

            Ora ho capito perché mi hai detto che glissavo: non avevo visto i post sopra e rispondevo alla fine dei commenti.
            Mi spieghi perché ti infastidisce la parola inclusione?
            A Francesca dico che ho letto diversi libri di storia anche se mi sono concentrata di più su testi di storia moderna e invece poco su quelli di storia romana a cui probabilmente fai riferimento almeno inizialmente tu. Inoltre non ho mai approfondito i testi sacri se non parzialmente in occasione di una tesi di laurea in cui ho aiutato uno studente.
            Ammetterai però che la chiesa tra il 1400 e il 1600 non ha fatto “un figurone”.

            • Toni scrive:

              @Filumena
              La parola inclusione è la negazione della vera identità dell’individuo. E’ il tentativo di smorzare le differenze che contraddistinguono gli esseri umani, collocarle entro un livello prestabilito, a dispetto di ciò che veramente sono .
              In effetti è tutto quello che , con le buone e le cattive, hanno fatto tutti i sistemi autoritari (inclusi i precolombiani).
              La storia 1400 -1600: puoi indicare meglio a cosa ti riferisci (Galileo, Bruno, ugonotti ecc). Nelle grandi linee vedi a malapena i contorni e perdi di vista i dettagli.

            • Fran'cesco scrive:

              Filomena, ribadisco i concetti su cui “glissi”:

              Dove la Chiesa esiste da tempo i popoli sono piu’ evoluti e i diritti umani sono piu’ garantiti, e non ci sono discriminazioni e c’e’ piu’ liberta’… forse perche’ il cristianesimo e’ PER l’uomo?
              mentre dove non e’ mai stata presente (altre religioni…) qualche problemino c’e’…

            • beppe scrive:

              filomena, ognuno trova sempre i libri GIUSTI per confermare i suoi pregiudizi, vedi i molti pamphlet sulla chiesa. rodney stark sostiene che l’occidente deve gran parte del suo sviluppo al cristianesimo. e non abbiamo ancora finito di valutare i disastri dell’illuminismo, della rivoluzione francese, degli ateismi di destra e di sinistra. tutti i totalitarismi che hanno devastato il mondo negli ultimi cento anni sono anticristiani. fai tu.

        • Francesca scrive:

          @Filomena hai delle gravi carenze in storia. Tra il I ed almeno il XII secolo la Chiesa è stata prima luogo di emancipazione sociale(predicando la libertà agli schiavi e l’uguaglianza sociale) e poi la custode della cultura e della sapienza antica in un mondo in rovina dopo la caduta dell’Impero Romano, dimostrando oltretutto una elasticità mentale e culturale notevole e diffondendosi proprio perché tesa ad assimilare ed a conservare le culture delle popolazioni a cui portava il suo annuncio. Dopo le cose sono effettivamente andate peggio, ma una parte consistente della Chiesa ha sempre continuato a promuovere la giustizia ed il progresso sociale. Pianta mola coni mito della Chiesa “tutta e sempre oscurantista” e riapriamo i libri di storia.

        • Lela scrive:

          Nel Medio Evo si stava peggio, ma perchè era 1500 anni fa e si usciva dalle invasioni barbariche. Non certo perchè, come dici tu, la Chiesa fosse al potere (non era al potere, semmai aveva peso. Al potere c’erano re, principi e imperatori).
          La Chiesa ha permesso all’uomo di emanciparsi dalla schiavitù, introducendo il concetto rivoluzionario di eguaglianza tra gli uomini. Ha nobilitato il lavoro (che prima era prerogativa dei servi, e con i monaci è diventato modo per rendere gloria a Dio), permettendo l’evoluzione della tecnologia (se il lavoro lo fanno gli schiavi che senso ha inventare marchingegni per alleggerire la fatica?). Ha permesso l’evoluzione culturale fondando scuole e università e preservando i capolavori della cultura classica che sarebbero andati perduti con i barbari. Ha inventato gli ospedali pubblici. Ha considerato donne e bambini come persone e non come proprietà privata del paterfamilias. Ha introdotto il consenso della donna nel matrimonio (il fatto che venisse bypassato e imposto non è colpa della Chiesa ma della mentalità della superiorità maschile che non c’entra con la Chiesa, è molto più antica e difficile da sradicare, ci sono voluti millenni e ancora non è vinta). La Chiesa ha permesso alle donne di opporsi all’obbligo maritale (quante ragazze martiri per aver rifiutato un matrimonio perchè volevano farsi suore? Innumerevoli.), le monache sono state le prime donne a decidere veramente del proprio corpo e della propria vita (per la storia delle vocazioni imposte, vedi commento al consenso del matrimonio, la storia è sempre quella, una mentalità violenta e di sopraffazione antica quanto l’uomo). Quando il mondo intellettuale, premeva per considerare i popoli nativi americani e dell’Africa esseri inferiori schiavizzabili (cosa sostenuta nei secoli anche da Darwin), l’unica ad opporsi a tale barbarie con una bolla ufficiale fu la Chiesa (venendo tacciata di ingerenza, oscurantismo e in seguito ignoranza della scienza, che all’epoca dei lumi sosteneva la superiorità di certi uomini su altri).
          Dalla rotazione triennale alla teoria del Big Bang, all’origine c’è sempre un uomo di Chiesa.
          Questi sono luoghi comuni, che denigrano ciò che ha permesso veramente il nostro attuale benessere (e ti permette di dire ciò che pensi liberamente e di discuterne con noi, prova a fare lo stesso discorso in un paese islamico, preparati a una fatwa che promette il paradiso a chi ti accoppa). Non credere che siano stati quindici intellettuali assetati di sangue clericale e di teste nobili da ghigliottinare a innalzare la civiltà europea.

          • ErikaT scrive:

            e i roghi? e l’ inquisizione? e la conversione forzata al cristianesimo dei popoli americani???
            Sono solo dei miei incubi???

  7. filomena scrive:

    Dire che la chiesa è contro le discriminazioni mi sembra “una parola grossa”. Comunque mettere in discussione il dogma e soprattutto il clericalismo (come pure altri principi antitetici) mi sembra possa essere sintomo di intelligenza non credi? Troppe sicurezze senza interrogarsi non fa molto onore.
    Ma per rispondere alla tua probabile obiezione ti dico che quanto sopra scritto è comunque oggetto di discussione e dialogo altrimenti non ci sarebbe ragione di commentare su Tempi.

    • Fran'cesco scrive:

      Filomena, se stai ripondendo a me, non ho detto che la Chiesa e’ contro le discriminazioni. Pero’ e’ vero.
      Se tu vuoi mettere in discussione i dogmi di fede, bene. Io che sono cristiano li valuto, ci prego sopra, cerco di capirne la ragione, ma che Gesu’ si e’ fatto carne, che la Madonna sia vergine … ci credo. Punto. Immagino che tu non capisca.
      Meglio farsi le domande, certo, tipo: cosa succede quando muoio, chi mi ha creato …

      Per tornare all’argomento in discussione, l’Europa ha radici cristiane, si vede. Ed e’ stato un gran bene per tutti noi. Anche per gli atei, anche per i musulmani.

      • filomena scrive:

        Magari non lo capisco ma se questo è importante per te lo rispetto. Poi se vuoi sulla fede delle persone ti dico cosa penso e ti assicuro che non è affatto offensivo.
        Mi piacerebbe avere però che i cattolici più intransigenti dimostrassero lo stesso rispetto nei confronti di chi è scettico.

        • Fran'cesco scrive:

          Vedo che continui a glissare.
          (chiamare superstizioni e favole le nostre verita’ di fede non e’ molto rispettoso).

        • renzo scrive:

          mi permetto di fare un’altra ossevazione sulla nostra esistenza. guardando varie trasmissioni tipo CHI L’HA VSTO” e anche altre tanto di moda ho visto che ci sono delle persone che dedicano la loro vita alla ricerca dei loro cari ( bambini adottati,cercano le loro ORIGINI, fratelli che si cercano….) mi chiedo come mai? poi mi chiedo i bambini che nascono dalle varie inseminazioni. dalle mamme lesbiche, adottati dai gay ecc. non cresceranno con questi tormenti? per soddisfare un egoismo personale rendiamo infelici degli esseri che non ne hanno colpa. è giusto?

    • Toni scrive:

      Tu dovresti liberarti dall’idea che il cattolico è un inebetito e che non è in grado di esprimere ragioni forti su ciò che pensa. Non voglio dire che sei presa da una sorta di razzismo etico… ma poco ci manca.

      • filomena scrive:

        Sinceramente non mi sento razzista perché cerco sempre di sforzarmi di guardate le cose anche dal punto di vista del mio interlocutore. Mi rendo conto che ovviamente lo faccio con i miei occhi per cui non sempre il risultato è quello che l’altro si aspetta. Avrai notato però che sono a volte dirà ma sempre nei confronti delle idee mai delle persone con cui parlo. Nello specifico della fede religiosa credo che sia un bisogno di molte persone e per questo non va giudicata la persona che lo esprime.

        • Toni scrive:

          @ Filumena
          Per me non ti sforzi abbastanza. Ho avuto un esempio da un tuo precedete post.
          Io dico : perché l’ONU riserva un trattamento al Vaticano e non all’Olanda (per il partito pedofilo).

          Tu mi rispondi: “Non stento a credere che esistano partiti omofobi e a mio parere vanno segnalati all’opinione pubblica senza tentennamenti. Questo però non esime il Vaticano dalle sue responsabilità tanto più che si rivolge a livello internazionale.”

          E no! non ti sforzi.!

          Vaticano si…. Olanda no! Non vedi due pesi due misure? Perché non vuoi vederlo?

          Ti faccio notare che l’abominio di un partito pedofilo in Olanda non ha avuto lo stesso risalto, in tv e sui giornali, che può avere un cane abbandonato sull’autostrada. Perché?

          Sembra che tu hai una preferenza a colpevolizzare il Vaticano . Ma se è così dai corpo alle mie preoccupazioni sul futuro prossimo possibile.

          PS La fede è un argomento mooolto più ampio.

  8. filomena scrive:

    Io rispetto le persone non la fede

    • LawFirstpope scrive:

      Se si approfondisce abbastanza il discorso, si scoprirà che a un certo punto tutti hanno fede in qualcosa, anche gli atei: nessun uomo può sfuggirne, l’uomo non può vivere senza fede, neanche se non vuole.

  9. VivalItalia scrive:

    Ah ah ah grande Quercia! hai visto che onore te fa erikat??
    Te da del TU.. enon dici nrmmeno grazie?

    Povero erikatuccia è stato asfaltato proprio sur su cavallo de battaglia e mo te fa le moine.. PIE TO SO.

  10. Pascal scrive:

    Voi di Tempi mi raccomando non mancate mi mischiarvi alla cricca di Lotta Continua che tanto ha fatto e sta facendo per il bene dell’Italia. Dovreste vedere gli articoli del Post diretto dal pupillo di Ferrara a proposito di quelli che voi chiamate “diritti non negoziabili”.

    • Maurizio Dalla Costa scrive:

      Non si può non avere una fede. E’ essenziale come la libertà per un essere umano. Avrai fede nella tua intelligenza (che non ti sei data da solo) , nel progresso della civiltà, nella stessa libertà degli esseri viventi o nell’amore dei tuoi genitori o figli ,nei ritmi del sole e delle stelle, nell’amore assoluto o nel male assoluto o in tutti e due . . . .

  11. Andrea scrive:

    Sono perfettamente d´accordo. Avanti cosí !

  12. Terrùn scrive:

    Se firma Cesana firmo io + altri 10 come si faceva nelle campagne elettorali di un tempo

  13. Il monto sta morendo. L’espansione demografica dell’uomo non è più tenuta sotto controllo dalle malattie e dalla miseria. L’uomo non si accontenta più di soddisfare i suoi bisogni, ma vuole soddisfare desideri che una volta erano privilegio di re. Questo non gli basta perché il desiderio rende infelice. La storia e il destino ci pone due soluzioni, o si riduce in misera l’uomo dissuadendolo a riprodursi o lo si rende pienamente cosciente dell’errore insito nel sistema basato sui consumi e desiderio infinito. Hannah Arendt parla dei greci, ma da ebrea non conosceva Hybris ovvero l’arroganza, la superbia di chi vuol farsi come gli Dei. Di questa arroganza considero colpevoli anche i cristiani (per non parlare degli ebrei e dei mussulmani) che pensano che il mondo sia dato all’uomo e che ad Adamo è concesso di dar nome agli animali (sappiamo che la parola è Verbo e nominare è possedere), ma non solo, i cristiani sono così arroganti da credere che Dio incarnandosi nel creato, li elevi al piano divino. Solamente pensare una cosa del genere per un greco era degno di disprezzo, crederlo poi era degno d’ostracismo. Una domanda spassionata, se è vero che i cristiani sono stati così duramente perseguitati, perché son sopravvissuti e i pagani spariti? I loro Dei erano forse inferiore alla loro filosofia e al diritto che i cristiani hanno usato per darsi teologia e il diritto canonico? Avete ragione, l’Europa trae purtroppo le suo origini dal Cristianesimo e per questo avendo ripudiato gli antichi greci è quel disastro che è, figlia di arroganza e superbia.
    Per queste buone ragioni (pur concordando per certi versi con voi), non firmerò mai il vostro manifesto.

    • Toni scrive:

      @bernardo luraschi

      Il paganesimo forse è sparito perché gli uomini l’hanno voluto lasciarlo alle spalle, ritenendo di aver trovato di meglio. Non bastava filosofia e diritto era necessaria la carità nella loro vita.

      Non credo nel problema demografico .. credo che sia una menzogna che sia assomma alle altre di tipo ecologico. Il tutto per creare paura, così le persone si controllano meglio.

  14. tommasow scrive:

    Scusate ma cos’è ? Un “manifesto della razza” ?? Il passato non ha insegnato niente ?

  15. Tonino Cantelmi scrive:

    Ho firmato un documento di buon senso. Tonino Cantelmi, Presidente AIPPC

  16. Predi scrive:

    Mi domando se i sostenitori di Hitler, anche loro fautori della razza pura e dell’eliminazione degli indesiderati, e i materialisti dialettici di Marx e Lenin, con oltre 100 milioni di morti sulla coscienza (mandati a crepare nei Gulag!); per non parlare di Cina e Corea del Nord…, fossero più – o meno – folli, di coloro che in pochi anni si stanno facendo convincere che non sono mai esistiti e non esistono affatto i colori, il diritto alla libertà di pensiero, i sessi, l’amore (vero e “fino alla morte”) di una donna e d’un uomo – e poi l’amore di questa meravigliosa coppia per i figli che essa nell’amore concepisce…
    E perché, più che al tempo di Hitler, non vedano l’ora di essere indottrinati sul fatto che uccidere i figli disabili – o non programmati – è bello; ottenere l’eutanasia per sé il più grande dei diritti; insegnare ai bambini che non sono come la natura li ha fatti, doveroso: perché la natura non esiste neanche più…
    E che l’universo e tutta la realtà di cui siamo parte è solo frutto dei nostri ragionamenti scientifici (o addirittura ideologici), e pertanto modificabile a nostro piacimento…
    Non riusciamo più a vivere senza essere schiavi? La libertà ci sgomenta a tal punto da dover cercare sempre nuovi “padroni” cui obbedire?…
    Firmiamo e facciamolo a testa alta. Non pieghiamo il capo davanti all’arroganza dei violenti e degli impositori (gruppi di potere, giornali e gente già schiava senza saperlo). La vita, la nostra breve vita è una sola e breve anche questa: viviamola con onore. Votiamo con dignità e schiena dritta alle europee; e diamo agli sberleffi e alle intimidazioni il valore che hanno: zero.
    P.S.: Il pianeta da noi abitabile, per ora, è uno solo; e già stressato dalla nostra dissolutezza. Diventiamo ragionevoli e modifichiamo profondamente i nostri usi e costumi, anche alimentari. Utilizziamo la scienza (quella vera) e la tecnologia per rendere la vita migliore e più sana – anche nel senso di salubre – per tutti. Questo pianeta, usato con rispetto e intelligenza – a maggior ragione finché non ne avremo altri disponibili – può nutrire molte volte il nostro numero complessivo; e in modo assai sano.
    Semmai studiamo, anziché seguire pedestremente la voce di chi grida più forte.

  17. Ugo Biheller scrive:

    “Ascoltate; io vi mando come pecore in mezzo ai lupi. Perciò siate prudenti come serpenti e semplici come colombe”. (Mt. 10, 16)

  18. ILY scrive:

    E’ da segnalare che in Italia la popolazione cresce più dell’economia. Quando la popolazione cresce più dell’economia aumenta la povertà.

    • ILY scrive:

      Il Pil italiano, cioè il valore complessivo dei beni e dei servizi prodotti nel nostro Paese, è cresciuto dello 0,1% e dello 0,3 negli ultimi 2 trimestri. Potrebbe sembrare anche se per poco, un dato positivo. In realtà non è così. «L’economia è una torta che lievita e continua a crescere» spiega Carlo Altomonte, docente di Politica economica europea all’ Università Bocconi di Milano «e la popolazione, cioè noi, deve dividersi la torta. Tutto ciò che consumiamo contribuisce a definire la misura della nostra fetta.
      Ma se anche la popolazione cresce, e cresce più di quanto cresce la torta, la fetta che spetta a ciascuno diventa sempre più sottile. Importante quindi non è tanto la misura della torta, ma la dimensione della singola fetta, cioè il cosiddetto “Pil pro capite”: quanto spetta a ciscuno dei cittadini italiani (vedi grafico a sinistra).
      «In Italia la popolazione cresce con un tasso tra lo 0,8 e l’1,2%» dice Altomonte. «l’economia è più lenta». Così le fette di Pil disponibili per ogni italiano calano.

  19. ILY scrive:

    E a proposito delle politiche”pro vita”di Putin, è interessante questo articolo sull’alta mortalità (riferita a persone, non embrioni), vera causa dei problemi di spopolamento in Russia (problema che peraltro in Italia, considerato il nostro territorio molto più limitato non abbiamo certo).

    SI ACCORCIA LA VITA MEDIA DEI RUSSI
    Alcolismo e servizi sanitari disastrosi all’origine del fenomeno – L’assistenza alla salute non è certo una priorità: il prelievo fiscale destinato al welfare è pari al 3% del salario, mentre nei Paesi della Unione europea è tra il 13 e il 15%.

    L’alta mortalità in Russia è il prodotto di due fattori: lo stile di vita e l’assistenza sanitaria. Fumo, ma soprattutto alcol sono gli elementi-chiave. Uno studio effettuato a Udmurt, negli Urali occidentali, ha rivelato che gli uomini fra i 25 e i 55 anni hanno venti volte più chance di morire del resto della popolazione per il cosiddetto zapoi, ovvero una condizione di ubriacatura che si protrae per molti giorni, oppure per l’assunzione di sostanze alcoliche velenose, come il somogon, la vodka distillata in casa. Perché tutto ciò? Per antica tradizione – dei danni provocati dal bere in Russia si trova traccia in resoconti del XII secolo – che associa l’alcol alla socializzazione e per ragioni più congiunturali connesse alla democratizzazione. La vodka affievolisce la condizione di stress provocato da una transizione dolorosa, senza contrappesi sociali».
    È su questa realtà che si inserisce la seconda causa della fragile esistenza russa: la struttura sanitaria in progressivo decadimento. A Mosca il tasso di malattie cardiovascolari è elevatissimo e l’assistenza non è più garantita come in epoca sovietica. «Ai tempi del comunismo la qualità del sistema sanitario – riprende Shkolnikov – era scarsa, ma l’accesso era buono. Oggi ci sono solo dieci prodotti gratuiti per curare la pressione alta. Spesso mancano e per averli si deve pagare. A Mosca almeno, fuori dalla capitale invece non si trovano mai. Oggi come ieri l’assistenza sanitaria non è considerata una priorità nazionale, il bene dello Stato continua a essere percepito come esigenza prevalente sui bisogni dell’individuo. Un esempio? Il prelievo fiscale per la sanità in Russia è il 3 per cento del salario, nell’Unione europea fra il 13 e il 15».
    Nessuno stupore quindi se le probabilità di sopravvivenza di un uomo di vent’anni russo sono la metà di quelle che ha un coetaneo dell’Europa occidentale.

  20. Stefano scrive:

    Brava Erika ogni momento è buono per far pubblicità al proprio blog. “come ho già Spiegato” , una bella presunzione di superiorità intellettuale

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana