Google+

Leader massone si lamenta con Hollande dei Veilleurs Debout: «Sta rinascendo la bestia immonda»

luglio 31, 2013 Leone Grotti

José Gulino scrive a Hollande e chiede di incontrarlo: «Noi massoni francesi siamo allarmati dal crescente anti-massonismo in Francia»

Il Gran maestro del Grande Oriente di Francia, José Gulino, ha chiesto di incontrare il presidente della Repubblica francese Francois Hollande. Il leader massonico non vuole lamentarsi con il presidente della crisi economica che sta investendo il paese o della disoccupazione galoppante, ma «dell’aumento dell’anti-massonismo».

«VIOLENZE DEI VEILLEURS DEBOUT». Gulino denuncia in una lettera a Hollande «le manifestazioni dei Printemps francais e dei Veilleurs Debout [movimenti nati dalla Manif pour tous, ndr] davanti ai nostri uffici» e le scritte anti-massoniche comparse sui muri «dei nostri locali di La Rochelle e Rennes». Queste «violenze», secondo il leader massonico, «rimettono in questione la laicità, che permette la libertà di coscienza e la concordia universale».

«REPUBBLICA MINACCIATA». «Noi francesi massoni», continua Gulino, «abbiamo la Repubblica in fondo al cuore e il Grande Oriente di Francia, sentinella della Repubblica, pensa che l’aumento degli estremismi, dei comunitarismi, delle violenze verbali e dell’intolleranza minacci l’universalismo e la Repubblica, che è fragile perché aperta e tollerante». Una tolleranza poco notata dai manifestanti della Manif pour tous e dagli stessi Veilleurs Debout, che sono stati più volte arrestati solo perché protestavano contro il matrimonio gay.

«RINASCITA BESTIA IMMONDA». Allarmati dalle azioni «di gruppuscoli che mettono in pericolo la libertà di espressione e di pensiero» e «davanti a questa rinascita della bestia immonda», i massoni francesi si aspettano da Hollande «risposte a questa crisi che mette in pericolo i valori repubblicani» e chiedono perciò, «all’insegna della fraternità e della tolleranza», un «incontro» al presidente della Repubblica. Visti i precedenti anti-cattolici di Hollande e del suo governo, che in un anno ha attaccato in ogni modo la Chiesa, non è difficile immaginare che l’incontro con i massoni ci sarà molto presto.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

20 Commenti

  1. Ftax scrive:

    Sì, è vero: è rinata la bestia immonda: la massoneria.

  2. blues188 scrive:

    Devono essere passati, i massoni, all’attacco preventivo. Che permette di passare come vittima nel mentre sferrano attacchi a sinistra e destra. Probabile che Holland li ascolti (viste le sue scelte contro la religione cattolica), direi quasi certo. e pensare che si credeva Narkozy era antipatico a mille, ma Holland è sulla retta via per anticiparne il record.

  3. andrea scrive:

    come si fa a prenderli sul serio?

    è come partecipare ad un congresso dei monarchici italiani cercando di non sghignazzare quando si alzano in piedi per riverire “il duca amedeo d’aosta, capo di casa savoia”.

    Hollande è stato eletto, quello che avrebbe fatto lo ha detto in campagna elettorale.

    Non è la massoneria che lo ha messo lì, è stata la maggioranza dei francesi. Tutti massoni?

    • Matteo scrive:

      Come Andrea non lo sai? Tutti i francesi sono massoni, mangia rane e vanno in giro con una baguette sotto l’ascella.
      Per non parlare del fatto che tutte le logge massoniche stanno complottando per creare un nuovo ordine mondiale in combutta con il diavolo e gli alieni. Lo dice internet e io gli credo.

      http://rominamalizia.wordpress.com/2013/05/09/illuminati-satanismo-skull-and-bones-massoneria-ed-il-nuovo-ordine-mondiale/

    • Quercia scrive:

      Io ne so poco sul tema.
      Però avevo letto notizie simili anche in altri giornali (schierati da tutt’altra parte rispetto a tempi).
      Sul tema massoneria e Francia, vi consiglio un libro: “Ero massone”.

      http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/12/francia-massoni-sono-di-ritorno-con-governo-del-socialista-hollande/467655/
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/19/le-elezioni-francesi-allombra-della-massoneria/152181/

      • Quercia scrive:

        Vi avevo linkato degli articoli che avevo letto tempo fa. Rileggendoli, guardate un po’ cosa scrive il Fatto Quotidiano (noto giornale filo-cattolico 😉 ).
        Interessante, no?!?!

        “Ma molto più numerosi sarebbero i “massoni senza grembiulino”, come vengono chiamati in Francia (i simpatizzanti, insomma), tra ministri e politici. Come Vincent Peillon, responsabile del dicastero dell’Educazione, che negli ultimi mesi ha più volte tenuto conferenze alla sede della loggia del Grande Oriente, per spiegare come realizzerà il suo progetto di introdurre l’insegnamento della “morale laica” nelle scuole. Proprio questo progetto sarebbe una novità voluta direttamente dalla massoneria. Che, si legge nell’inchiesta del Nouvel Observateur, mediante la sua rinnovata influenza, “dovrebbe rivelarsi determinante per far passare alcune riforme della società civile, care alla sinistra”. Vedi il matrimonio gay, che trova l’appoggio convinto del grosso della massoneria, in nome di un laicismo spinto al suo estremo. E che ora, a pochi giorni dall’inizio del dibattito parlamentare sul nuovo progetto di legge, si trova al centro di vivaci polemiche. Perfino la depenalizzazione dell’eutanasia attiva, altra battaglia aperta di Hollande, trova i massoni totalmente favorevoli, in particolare il Grande Oriente.”

        http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/12/francia-massoni-sono-di-ritorno-con-governo-del-socialista-hollande/467655/

        PS: non ho mica capito chi è la “bestia immonda”

        • Matteo scrive:

          Bhe che la Francia sia “vicina” alla massoneria non e’ mica un segreto, pensa al suo motto… resta il fatto che un popolo ha il diritto di votare chi vuole, se al potere ci sono “massoni senza grembiule” magari e’ perche’ al popolo piace il “pensiero del grembiule”.

          Riguardo all’insegnamento della “morale laica”, non so cosa si intenda. Se si intende la vecchia “educazione civica”, male non fa. Se si intende una morale basata su uguaglianza fratellanza e tolleranza… i cattolici si lamenteranno, ma io non sono ne cattolico ne francese quindi… sappiamo tutti che in Italia una simile lezione non ci sara’, non dico mai, ma io non penso che la vedro’.

          Riguado i gay non mi stupisce che la massoneria voglia i loro diritti: se identifichi un gay come tuo fratello e se sei tollerante con il suo essere allora vorrai che sia uguale a te davanti alla legge. E’ la grossa differenza fra la morale “del grembiule” ed una come quella cattolica che non tollera comportamenti a cui e’ contraria.

          Dall’intervista mi sembra di aver capito che con “bestia immonda” si riferisca all’estremismo, concetto che va ad annullare i 3 cardini del pensiero massonico [uguaglianza, fratellanza e tolleranza]

          p.s.: approfitto di questo post per chiedere scusa a Quercia di un mio errore fatto in buona fede che lui ha definito “furberia”, quando ho scritto i numeri del gay pride 1997 ero convinto di aver letto la cifra della questura. Secondo la questura erano 3.000 e non 500.000

          • Quercia scrive:

            Mi sorprende che tu non sappia cosa sia la “morale” laica. Non è educazione civica. Non si insegnerà il dare la precedenza, l’aiutare la vecchietta ad attraversare la strada, il rispetto reciproco e verso chiunque ecc
            Si parlerà per esempio che “l’identità sessuale è una costruzione culturale e le persone non sono più definite come “uomini” e “donne” ma come “esseri che praticano certe forme di sessualità” (omosessuali, eterosessuali, bisessuali, transessuali)”.
            Questo non è il rispetto giustissimo verso le persone transessuali, ma l’indottrinamento statale.
            Se fosse così ci puoi scommetere che come italiano sarei contrario. A prescindere dall’essere cattolico o meno.

            Se a questo aggiungi che, sempre secondo gli articoli che ti ho citato, sembrerebbe che queste organizzazioni siano molto influenti a livello mediatico, capisci che è differente se durante il tg descrivono la “morale” laica dicendo che è una materia basata sulla libertà, fratellanza, uguaglianza (cose super condivisibili), piuttosto che ti dicano quello che è, ossia una materia in cui, fra le altre cose, si potrebbe insegnare che una donna non è tale ma solo se decide di esserlo, altrimenti è un uomo.
            http://www.ilfoglio.it/soloqui/18383

            Vorrei seguirti nella discussione e continuarla ma purtroppo ne so davvero poco sul tema grambiulini&compassi.
            Noto che si passa da una posizione “riduzionista”, della serie ma dai sono ininfluenti..mi fanno ridere ecc ecc ad una più “legalitaria” della serie al popolo piace quella ideologia (bisogna vedere come viene descritta al popolo) perchè…ecc.

            Cmq, a me premeva solo far notare come la massoneria dal poco che ne so io esiste, è effettivamente molto influente e lecitamente (non ho prove per dubitarne) incide sulla vita politica di diversi paesi. Tutto qui.

            Beh…Matteo, non occorre che tu chieda scusa. Hai “sbagliato” solo di 447.000 persone su una manifestazione di 500mila. Che vuoi che sia?! 😉
            Battute a parte..figurati!!!

            • Matteo scrive:

              Sono “riduttivo” se si parla di una regia occulta dietro al mondo e “legalitario” se si parla di un uomo che e’ andato alle elezioni con un programma e la maggioranza l’ha eletto. Su dai, lo sai che sono due cose diverse 😉

              Riguardo al corso di morale laica, se parlasse solo di sessualita’ e di altri temi “combattuti” da Romana Chiesa, quanto durera’ il corso? 2 ore? Per forza di cose si dovra’ insegnare “il dare la precedenza, l’aiutare la vecchietta ad attraversare la strada, il rispetto reciproco e verso chiunque ecc” e questo non solo perche’ “e’ morale” ma anche solo per la necessita’ “di tappare le ore”. E comunque discutere su un corso che nemmeno esiste sulla carta e’ dura… prima vediamo almeno di cosa realmente parlera’!

              Ti ho gia’ dimostrato come una morale basata su uguaglianza, fratellanza e tolleranza [non liberta’, quello e’ nel motto francese] puo’ portare ad un matrimonio gay. Sicuro che da cattolico condividi i 3 cardini massonici? E’ come con il concetto di vita, e’ ovvio che siamo tutti per la vita, ma dipende da cio’ che questo vuol dire… Siamo tutti per la tolleranza ma per la tolleranza verso cose definite peccato? Siamo tutti per l’uguaglianza davanti alla legge ma per l’uguaglianza degli omo e degli etero davanti alla legge?

              Ovviamente non sono del tuo parere riguardo al fatto che un corso del genere andrebbe ostacolato da italiano a prescindere dalla religione, visto che il problema di un corso del genere sarebbe appunto le differenze fra la “morale laica” e quella cristiana. Ma come giustamente hai scritto tu in passato: dormiremo comunque!

              Sono un bianco eterosessuale con la cittadinanza, fintanto che ai non cattolici vengono garantiti i diritti che ho da temere?

              • Quercia scrive:

                :) So che è diverso. Il mio discorso era generale, non solo rivolto a tuoi commenti ma a tutta la discussione.
                Speravo non fosse necessaria, ma magari la prossima volta, faccio una spiegazione a parte per te.

                “E comunque discutere su un corso che nemmeno esiste sulla carta e’ dura… prima vediamo almeno di cosa realmente parlera’!”
                Ammeso che tu abbia ragione e quindi non sappiamo di cosa stiamo parlando, perchè se io sbaglio dichiarandomi contrario, tu non sbagli nella stessa misura dichiarandoti favorevole? Vecchia volpe 😉

                Mi domandi sulla mia eventuale adesione ai moti massoni. Ripeto nn li conosco, quindi non vi aderisco.
                Personalmente quando sento grandi paroloni già di mio mi insospettisco. Salvo poi magari rimanere piacevolmente sorpreso.
                Ma senza andare fuori tema, hai ragione. Il giochetto sta tutto nel capire cosa c’è dietro le parole.
                Uguaglianza. Ottimo, bellissima parola. Cosa significa? Che tutti devono poter votare? allora no. Un ragazzo di 10 anni nn credo sia giusto che voti. Se intendi che una donna è uguale ad un uomo. No. Non sono d’accordo. L’uomo è diverso dalla donna. Dire che ognuno può essere quello che vuole è falso anche se dicendolo vieni accusato di non considerare il principio dell’eguaglianza. Considerare in maniera subdola tutti “uguali” fa scadere nelle distorsioni dell’egualitarismo ben dimostrate da decenni di comunismo in giro per il mondo. Senza perdersi in troppe paranoie mentali il tutto può essere ben riassunto in “full metal jacket”: “qui vige l’uguaglianza! non conta un c**zo nessuno!”
                Se invece per uguaglianza intendi che ognuno deve essere rispettato e (uomo o donna, etero e gay, bianco o nero) ha gli stessi diritti (voto, inviolabilità del domicilio ecc) allora si (e già succede in Italia).
                Tanto per anticiparti, l’adozione non è un diritto in quanto una persona non può essere oggetto di diritti altrui.

                Tolleranza. Ottimo, stupendo concetto. Verso chi? chi la pensa diversamente è ricompreso?
                Bada bene la tolleranza non è accettare tutto, anche le cose sbagliate, senza dire la propria opinione. Quelli sono gli ignavi.
                La tolleranza non è neppure, di fronte ad una cosa sbagliata, imporre la propria idea a suon di sberle.
                La tolleranza credo sia accettare e convivere con tutti senza però giustificare le cose sbagliate e quando si è di fronte ad un “contestatore” mantenere ferma la propria posizione senza violenza e/o insulti. Ma cercando sempre il dialogo.
                Poi chi dovrà decidere, deciderà.
                Se la tolleranza di cui tu parli è questa io sono favorevole e “aderente”.

                Altro discorso è se gli oppositori li prendi a sprangate o a gas urticante, anche se l’oppositore è una bambina di 5 anni in un passeggino spinto dalla mamma (ogni riferimento è puramente casuale 😉 ).

  4. marco scrive:

    la verità qui è questa: loro si riferiscono alla bestia inmonda verso la monarchia francese, ma la vera e unica bestia inmonda sono loro i massoni e la massoneria.

    Secondo me torna il re di Francia e Marine Le Pen farà da Giovanna D’Arco

  5. marzio scrive:

    Io invece sono ben contento che tante persone comincino a contrastare la “cultura” massonica imperante.

  6. Franco scrive:

    Giá giá misá che lo scontro é appena iniziato …..

    • Fabio scrive:

      La bestia immonda è chiaramente la Chiesa Cattolica. Mi sembra evidente lo sforzo delinquenziale della massoneria per soffocare ogni anelito di libertà e di giustizia in Francia.
      Le varie logge massoniche sono suddivise in caste vincolate da segreti rigorosissimi e il loro cerimoniale si accosta moltissimo a quello delle sette sataniche. Come la liturgia satanica, anche quella massonica scimmiotta per diversi aspetti la liturgia cattolica (Satana – nella Sacra Scrittura – è colui che scimmiotta di Dio) . Lo sforzo della massoneria è quello di soggiogare le masse mettendole al servizio delle grandi concentrazioni di capitale.
      Fondamentale a questo riguardo l’apporto del mass media. Soprattutto Tv, giornali, radio… Fortunatamente internet è un mezzo che difficilmente si può controllare…
      La massoneria è una realtà da conoscere in profondità perché è invasiva in molti aspetti della società ed è sottovalutata. Segnalo in interessante sito sulla massoneria:
      http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/massoneria/articoli/pagine_articoli/la_massoneria.htm

      • Matteo scrive:

        Satana e’ colui che scimmiotta Dio? Ma in ebraico Satàn non voleva dire l’oppositore nel senso giuridico del termine [colui che fa il contraddittorio]? Nel libro di Giobbe e’ questo che fa in soldoni… Per mera curiosita’ mi potresti dire a quale parte della Scrittura ti riferisci?

        Anche riguardo al cerimoniale non capisco a quale ti riferisca, so bene che la ritualistica satanica classica [nata nel 18° secolo] si rifa’ a quella cattolica [contrariamente ad altre ritualistiche piu’ antiche o piu’ moderne] ma quale ritualistica massonica si rifa’ al cattolicesimo? Ho letto di fretta l’interessantissimo link che hai messo ma non trovo il punto.

        P.S.: nel link manca la modifica al diritto canonico fatta da Giovanni Paolo II dove si mantiene la scomunica solo a chi complotta contro la chiesa e non piu’ a tutti i massoni a prescindere.

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Casa giapponese è quasi pronta a immettere sul mercato la prima trasmissione a tre frizioni e 11 marce al mondo. Promette di ridurre i consumi, incrementare il comfort e garantire una rapidità sconosciuta ai cambi tradizionali.

Forme più slanciate e sportive per la Kia più venduta, giunta alla quarta generazione

Più comfort con le nuove sospensioni: è la promessa per Touring e CVO, rinnovate per il 2017

Crescono cilindrata e prestazioni, calano vibrazioni e consumi: il bicilindrico americano cambia in profondità, con le quattro valvole per cilindro e il rumore mitigato. Esordisce in tre versioni sulla gamma Touring e CVO 2017

Appena presentata e già sul tetto del mondo. Grazie all'oro conquistato a Rio da Nino Schurter, la nuova Spark si candida per diventare la superstar del 2017.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana